Via cambia idea e sposa Bluetooth

Via fa dietro-front (o buon viso a cattivo gioco) e acquisisce la licenza per utilizzare la nota tecnologia wireless nei suoi chip. Inevitabile

Taipei (Taiwan) - Sembra proprio che Via sia destinata a mandare giù un altro boccone amaro e sposare, com'è già accaduto nel caso dell'USB 2.0, una tecnologia su cui lo scorso anno aveva espresso forti perplessità. Sebbene a Bluetooth il CEO di Via, Wenchi Chen, avesse riservato parole meno crude di quelle con cui descrisse le magagne del nuovo USB, sostenne comunque che questa tecnologia wireless "non rappresenta la giusta soluzione" e "necessita di essere semplificata".

Oggi Via sembra aver cambiato idea o forse, più semplicemente, ha deciso di seguire la corrente e sperare che diventi presto un fiume in piena: un fiume di profitti.

Gli analisti affermano che un chipmaker del calibro di Via non può più ignorare una tecnologia di cui ormai tutti pronosticano un rapido boom e che finirà presto integrata su chippetti d'ogni genere, da quelli di telefoni cellulari e PDA a quelli di TV, frigoriferi, macchine fotografiche, penne digitali, mouse e chi più ne ha più ne metta.
A questa conclusione dev'essere arrivata anche Via, che proprio ieri ha annunciato l'acquisto della licenza per l'utilizzo della tecnologia Bluetooth da Ericsson.

Non è ancora chiaro come Via intenda utilizzare questa licenza, ma è possibile immaginare che fra le prime applicazioni pratiche vi sarà lo sviluppo di chipset wireless per il mercato mobile e dei PC. Non va dimenticato che il chipmaker taiwanese produce CPU a basso consumo basate sulle tecnologie di Cyrix e Centaur e particolarmente adatte per dispositivi come i Tablet PC, le set-top box e le Internet appliance, un settore dove le comunicazioni wireless la faranno presto da padrone.

L'annuncio di Via arriva - e forse non casualmente - a pochi giorni di distanza da quello con cui Microsoft ha comunicato il rilascio di un aggiornamento per l'integrazione di Bluetooth in Windows XP: una mossa che può rivelarsi decisiva per il successo di questa tecnologia wireless sul mercato di massa.