Di Noto: online la cultura pedofila

Il parroco stila una nuova denuncia per numerosi siti e avverte: sulla rete vi sono agenzie che organizzano incontri con minori e scambi

Roma - Continua senza sosta la battaglia contro la pornografia infantile online del celebre parroco Fortunato Di Noto di Siracusa, ex motore di Telefono Arcobaleno e ora di "Meter" nonché consigliere alle politiche per l'infanzia del ministero delle Comunicazioni.

Nelle scorse ore l'associazione di Di Noto ha presentato alla Procura della Repubblica di Siracusa una denuncia dettagliata che parla della presenza di un "sistema di siti" internazionale, alcuni dei quali italiani, che rimandano ad altri 800 siti internet dedicati alla promozione della "cultura pedofila".

Questi siti, talvolta gestiti anche da organizzazioni, secondo Meter consentono ai pedofili lo scambio di informazioni nonché in certi casi anche di fotografie pedopornografiche. Si tratta di spazi web soprattutto europei che secondo Di Noto "offrono l'inquietante spaccato di una potente lobby culturale pedofila che tutt'oggi impunemente in Italia e in tutto il mondo opera in rete".
Secondo il parroco, le novità di questo "network pedofilo" sarebbero anche l'emergere di organizzazioni di donne pedofile e persino di una sorta di agenzie, strutture pensate per favorire appuntamenti e incontri con minori a fini sessuali.
TAG: pedoporno
54 Commenti alla Notizia Di Noto: online la cultura pedofila
Ordina
  • Sempre soliti inutili commenti...che richiedono un no comment!
    Anzi per molti dico che faccio normalmente il parroco, cerco di aiutare concretamente bambini e famiglie, non mi masturbo la mente; e mi reputo una persona molto normale.
    Comunque gli stupidi ci sono sempre...ed è questo quello che fa più paura!!!
    non+autenticato
  • complimeti epr la risposta breve ma pungente
    non+autenticato


  • - Scritto da: don Di Noto
    > Sempre soliti inutili commenti...che
    > richiedono un no comment!
    > Anzi per molti dico che faccio normalmente
    > il parroco, cerco di aiutare concretamente
    > bambini e famiglie, non mi masturbo la
    > mente; e mi reputo una persona molto
    > normale.
    > Comunque gli stupidi ci sono sempre...ed è
    > questo quello che fa più paura!!!

    Complimenti per il rispetto delle opinioni altrui!
    Ma questo non e' mai stato il punto forte della chiesa cattolica.
    Se questi commenti richiedono un "no comment" avrebbe fatto meglio a non intervenire, invece che prendere per stupidi quelli che hanno espresso un'opinione personale.
    non+autenticato

  • Non perda tempo con loro, non ne vale la pena!
    non+autenticato


  • - Scritto da: PoveriFrustrati
    >
    > Non perda tempo con loro, non ne vale la
    > pena!

    Ecco, bravo, non perdere tempo neanche tu!

    non+autenticato


  • - Scritto da: ferbo
    >
    >
    > - Scritto da: PoveriFrustrati
    > >
    > > Non perda tempo con loro, non ne vale la
    > > pena!
    >
    > Ecco, bravo, non perdere tempo neanche tu!

    Vedi che sei lì a sbavare, con gli occhi fuori dalle orbite, aspettando con ansia di rispondere velenoso a chi non la pensa come dici tu?
    non+autenticato
  • Dimenticavo, Bye!
    non+autenticato


  • - Scritto da: IlPiuFrustratoDiTutti

    > Vedi che sei lì a sbavare, con gli occhi
    > fuori dalle orbite, aspettando con ansia di
    > rispondere velenoso a chi non la pensa come
    > dici tu?

    A dir la verita' mi sto prendendo una pausa (sai, sto ancora lavorando) e, ogni tanto do una sbirciatina a qualche post, la mia risposta velenosa era data esclusivamente da quel "non ne vale la pena" del tuo primo messaggio.
    Non mi sembra di essere stato sgarbato nella risposta al sig. Di Noto

    Ciao
    non+autenticato
  • si ma già il fatto che lo contestate per ogni passo che fa è sbaglaito. Lui crede(e io in parte condivido le sue idee) che agisce nella maniera giusta. Voi cosa fate criticate solo?State zitti se non avete altro che dire stupidate e critiche.
    non+autenticato


  • - Scritto da: dis
    > si ma già il fatto che lo contestate per
    > ogni passo che fa è sbaglaito. Lui crede(e
    > io in parte condivido le sue idee) che
    > agisce nella maniera giusta. Voi cosa fate
    > criticate solo?State zitti se non avete
    > altro che dire stupidate e critiche.

    Cioe', se io esprimo un parere critico nei confronti di quello che fa allora deve essere per forza una stupidata?
    Penso di essere libero di esprimere un parere, fortunatamente!
    Che poi questo sia contrario a cio' che tu pensi sia giusto non ne fa automaticamente una stupidata!
    Una domanda: e tu cosa fai?

    Ciao
    non+autenticato
  • ma guarda non sono io a criticare l'operato degli altri
    accusate spesso il prete di farsi pubblicità oppure di divulgare false notizie-nel primo caso siete invidiosi nel secondo, non pensate che le autorità lo avrebbero mandato a quel paese se i suoi interventi fossero satti il + delle volte sbagliati?

    infine per me sono stupidate tutte le critiche che non si basano su cose concrete
    non+autenticato
  • Perchè sto tizio parla sempre e solo di internet e mai degli oltre 100.000 nostri connazionali nella maggiorparte imprenditori e padri di famiglia che puntualmente ogni anno se non ogni mese si fanno una capatina a Cuba, Thailandia e via dicendo sfruttando realmente e non virtualmente banbini e bambine, poi basta un viaggio in aereo di 24 ore per pulirsi la coscienza e ritornare i perfetti padri modello di cui la società civile sa che sono.
    A me fa schifo anche questo, solo che non bisogna parlarne perchè li' veramente che si potrebbero toccare persone troppo potenti e facoltose. Quindi conviene starsene seduti e far finta di perseguire il reato della pedofilia andandosene a spasso per siti colpendo chi a quanto pare infierisce molto meno.
    Sui preti non mi pronuncio......anche se non bisogna mai generalizzare.
    non+autenticato


  • - Scritto da: sonoio
    > Perchè sto tizio parla sempre e solo di
    > internet e mai degli oltre 100.000 nostri
    > connazionali nella maggiorparte imprenditori
    > e padri di famiglia che puntualmente ogni
    > anno se non ogni mese si fanno una capatina
    > a Cuba, Thailandia e via dicendo sfruttando

    ecco!
    questa era una cosa che volevo scrivere io!
    pare che esistano milioni (ma che dico milioni, miliardi) di siti pedofili e che siano i veri responsabili di tutti i mali del mondo (insieme a ben Laden) e nessuno spende una parola *UNA* sui viaggi in thailandia!
    Cosa c'è di così spettacolare inthailandia per cui un sacco di gente ci va in vacanza? a me non risulta nulla di particolare, tranne ragazzini e ragazzine affittate per pochi dollari...
    ma tant'è... quei ragazzini e quelle ragazzine sono thailandesi, a noi alla fin fine che ce ne impippa?
    non+autenticato
  • Cuba e la Tailandia vivono di turismo, non solo di turismo sessuale ma il sesso ha comunque una forte componente. Non vedo reati in questo però, i cubani odiano i turisti, sessuali o meno, però sono costretti ad accoglierli perchè non tutti possono vivere coltivando canna da zucchero, sebbene possa sembrare un ragionamento assurdo è ingiusto fare sesso con un bambino italiano ,a non con uno cubano, perchè il cubano con tutta probabilità non ha altri mezzi per sopravvivere. Può non piacere che nei paesi poveri i bambini si prostituiscano ma finché non si dà loro la possibilità di avere un futuro diverso non credo ci sia vera ingiustizia, se non si vuole considerare ingiustizia la povertà. In ogni tempo il più ricco e potente ha sfruttato le condizioni di bisogno dei più poveri e bisognosi, e siccome la povertà esisterà sempre simili situazioni non potranno mai essere eliminate, al massimo ridotte. Se io andassi in Tailandia e mi offrissero una ragazzina per pochi dollari avrebbe senso rifiutare? Che bene le farei? E che male le potrei fare andandoci a letto? Quella è la sua vita, sarà triste ma è la realtà, ricordo di una ragazza intervistata da un programma tv che lavorava in un bordello e disse che qualche cliente le piaceva "quando era dolce con lei", forse trattarle con dolcezza è l'unica cosa buona che un singolo può fare in quei paesi, l'unico modo per fargli capire che non sono semplici oggetti e possono avere qualche attimo di felicità, pur senza potersi liberare dalla loro condizione di miseria, il resto va lasciato ai governi degli stati.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Pizza

    > essere eliminate, al massimo ridotte. Se io
    > andassi in Tailandia e mi offrissero una
    > ragazzina per pochi dollari avrebbe senso
    > rifiutare? Che bene le farei? E che male le
    > potrei fare andandoci a letto? Quella è la

    Se andassi in Tailandia e mi offrissero una ragazzina per pochi dollari rifiuterei!
    Mai pensato che quei pochi dollari potresti darglieli lo stesso??
    O ti serve per forza una contropartita?
    Certo, il prossimo turista se la portera' a letto, ma tu NO, perlomeno non avrai contribuito a quello schifo!

    Ciao
    non+autenticato
  • i dollari li riceverà lo stesso... o meglio li riceverà quello che la sfrutta.... il punto è che se sei cosciente della tristezza e della miseria della sua condizione puoi essere un cliente migliore, puoi essere positivo, per quanto si possa esserlo in una situazione del genere.... non si è complici automaticamente, allora anche uno che rifiuta e se ne va è un complice silenzioso perchè non ha fatto nulla per aiutare la ragazza. Ma non c'è aiuto possibile, se non essere gentile con lei, perchè la sua condizione può essere schifosa, ma non la ragazza stessa, e nemmeno l'andare a letto con lei penso sia automaticamente una cosa schifosa. Certe azioni possono essere giudicate in maniera molto differente a seconda del modo in cui sono compiute, e anche della ragione che spinge a compierle.
    non+autenticato
  • Non centra molto, ma vorrei far notare che in thailandia c'è anche un mare spettacolare e dei bei villaggi turistici oltre tutto a buon mercato, diffondere l'idea che in thailandia ci vanno solo i pedofili è cretino almeno quanto dire che su internet sono tutti pedofili.
    Ciaoz
    non+autenticato


  • - Scritto da: me_nono
    > Non centra molto, ma vorrei far notare che
    > in thailandia c'è anche un mare spettacolare
    > e dei bei villaggi turistici oltre tutto a
    > buon mercato, diffondere l'idea che in
    > thailandia ci vanno solo i pedofili è
    > cretino almeno quanto dire che su internet
    > sono tutti pedofili.
    > Ciaoz


    Sara' cretino ma credimi ci vanno per quello....almeno il 90% o per lo meno gia che ci sono ne approfittano e sfruttano.
    Pizza mi fai schifo!!!
    non+autenticato
  • Quelle che don di noto (ancora lui?? bastaaa!!) afferma essere siti, associazioni, reti, lobby, logge dedite a chissa' quale vergognosa attivita' di promozione della piu' turpe pedofilia sono in realta' solo qualche paginetta web striminzita dove qualche spirito libero e meno forcaiolo di don di noto osa riconoscere che la pedofilia in fondo e' solo un orientamento sessuale come l'eterosessualita' e l'omosessualita'. So che don di noto si riferisce a queste pagine web perche' me le ha comunicate qualche tempo fa.

    E ora una domanda:
    - se Tizio che e' eterosessuale ed e' un criminale e uccide, i giornali dicono che e' un assassino;
    - se Caio che e' omosessuale ed e' un criminale e uccide, i giornali dicono che e' un assassino;
    - perche' se Sempronio che e' pedofilo ed e' un criminale e uccide, i giornali dicono che e' un pedofilo?

    Svegliamoci!
    Liberiamoci dai don di noto!
    non+autenticato
  • Che la pedofilia sia un gusto sessuale al pari di eterosessualità o omosessualità l'ho sempre sostenuto, ma è la prima volta che lo sento dire da qualcun'altro. Credo sia una questione di tempi, ogni epoca deve avere i suoi demoni e la pedofilia è uno dei grandi demoni della modernità. Nell'antica Grecia i re offrivano bambini e bambine agli ospiti di riguardo per divertirsi, e l'avere un rapporto sessuale era considerata un'esperienza formativa per un bambino, era parte della sua educazione. Oggi invece si crede che sia distruttivo per un bambino sapere qualcosa del sesso, così tutto avviene di nascosto, creando vergogna e senso di colpa, e queste sono le cose veramente distruttive. Di Noto contribuisce a creare un ambiente pieno di allarmismi, a ispirare crociate insensate e assolutamente inutili. Non solo non è di alcuna utilità alla società, ma crea danni col suo comportamento, quanti innocenti grazie a lui perderanno il nome, il lavoro, la famiglia, gli amici, e rischieranno la galera solo perchè sono finiti per sbaglio nella ampia rete della sua società? E quanti pedofili sono stati arrestati grazie a lui? Probabilmente nessuno, al massimo qualcuno che ha la grave colpa di avere un po' di materiale pornografico nell'hard disk, ma i veri pedofili non sono minimamente toccati da Di Noto. Se io trovo un dito pedopornografico posso benissimo scrivere una mail a chi lo ospita e nel giro di brevissimo tempo il sito sarà rimosso per paura di avere guai legali, non c'è bisogno che sia la polizia o qualche genere di "collaboratore" a segnalare questi siti; non è però di grande utilità perdere tempo in questo modo, perchè tanto morto un host se ne fa un altro, tranne rarissimi casi nessuno viene arrestato, il sito viene cancellato ed è prontamente trasferito da qualche altra parte. Pubblicare contenuti pedofili su internet è comunque un rischio che è abbastanza stupido correre, perchè la rete è abbastanza trasparente, la mancanza di coordinazione delle polizie a livello internazionale e la paura degli host che cancellano subito ogni traccia di reato appena se ne accorgono per non essere coinvolti dà un margine di sicurezza ai pedofili, ma è una sicurezza di cui non mi fiderei. In ogni caso dubito che ci sia qualcuno che sfrutti i bambini appositamente per metterli su internet, nessun bambino viene violentato in rete, al massimo si può sfruttare internet per avere qualche guadagno extra vendendo foto e video, ma se vai in Russia o in Malesia i bambini li trovi in carne ed ossa, ed è il commercio nella realtà che interessa maggiormente i pedofili, la virtualità rimane abbastanza ai margini. Se invece di fare come Di Noto si facessero maggiori pressioni alle autorità dei paesi più coinvolti nel commercio pedofilo e si aiutassero maggiormente le polizie di questi paesi allora si otterrebbe qualche risultato, sebbene in un paese come la Malesia il problema principale sia la povertà, molti bambini non possono sopravvivere se non vendendo se stessi perchè lo stato non è in grado di creare un'assistenza minimamente sufficiente. Per i pedofili locali invece c'è poco da fare, bisognerebbe cercare di diffondere maggiormente una cultura di denuncia, ma non è semplice squarciare il muro di vergogna e di paura, e poi c'è sempre il rischio di alimentare false accuse che in un certo clima potrebbero trovare facilmente credito anche senza troppe prove. Il problema è complesso e irrisolvibile nella sua interezza, certo non sarà Di Noto a migliorare la situazione
    non+autenticato
  • Ho sentito di gente che con la scusa di cercare ed eventualmente denunciare persone o siti che permettono lo scambio di materiale altamente immorale si fanno un giro enorme di schifezze sul pc.

    E se li beccano?
    E bhe ma loro lo fanno a fin di bene... sono "collaboratori volontari della forza pubblica" Sorride

    Questo senza nulla togliere a chi si impegna vermanente per tenere la Rete il piu' pulita possibile.
    non+autenticato
  • dal sito del telefono arcobaleno, (che DiNoto ha avviato in passato):

    A chi denunciate i siti?

    Dipende da numerosi fattori. I siti vengono nella maggior parte dei casi segnalati agli hostmaster, ovvero a quei soggetti che inconsapevolmente ospitano all?interno del proprio network siti pedo pornografici. Le segnalazioni vengono inviate in copia all?Interpol ed alle Autorità locali, per i Paesi con cui abbiamo un protocollo diretto di collaborazione (per esempio Spagna, Francia, etc.).

    Le denunce vengono poi portate a conoscenza dell?Autorità Giudiziaria Italiana nelle opportune maniere.

    Nel corso del 2001 TA ha effettuato 8.146 denunce per un totale di 12.114 siti pedofili segnalti (ed è un numero che deve far riflettere)

    Le denuncie hanno qualche effetto?

    L'accreditamento che TA si è costruito in anni di costante, quotidiana attività di monitoraggio e segnalazione consente oggi che il sito segnalato venga chiuso direttamente dall?hostmaster nel giro di poche ore e in parecchi casi anche in pochi minuti dall'inoltro della segnalazione. Una piccola parte dei siti segnalati restano "aperti", ma sono posti sotto diretto controllo dell?Autorità Giudiziaria competente.

    Dal punto di vista meramente quantitativo, gli oltre 70.000 siti segnalati e chiusi nei primi sette anni di attività danno misura dell?impegno di TA e dei risultati conseguiti con il monitoraggio e dell'efficacia in termini di pulizia immediata ("istant cleanig") anche in Paesi ?difficili? (come Russia, ex repubbliche sovietiche, Corea, Cina, Cile, Malesia, etc.).

    Nella tabella che segue i dati relativi al monitoraggio negli anni passati:

                                 Totale siti denunciati                                 Totale siti italiani            

    Dal 1996 al 2001    74.016                                                            778    

    di cui nel 2001                   12.114                                                         139    

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)