markvp

Earthlink, WiFi municipale for sale

Non ce la fa. Perdite eccessive e un modello di business non allineato alla realtÓ decretano la fine delle speranze per un municipale WiFi. Le DSL cittadine gongolano

Roma - Dopo un paio di mesi di "silenzioso trambusto", la decisione è presa: Earthlink, uno dei protagonisti del WiFi cittadino a stelle e strisce, stacca la spina dei router wireless.

Il sogno ha cominciato a sfumare quando l'azienda nei mesi scorsi ha iniziato un processo di ristrutturazione dovuto anche al fatto che Earthlink ha perso 9,5 milioni di dollari (8 centesimi per azione) su 22,6 milioni di fatturato negli ultimi trimestri. L'estate scorsa aveva tagliato 900 posti di lavoro nel tentativo di ridurre i costi. Il colpo di grazia è venuto dalle perdite subite proprio nel business del WiFi municipale: 32,1 milioni di dollari nei soli ultimi tre mesi del 2007.

Sulla decisione intervengono in tanti, come Phil Belanger, uno dei fondatori della Wi-Fi Alliance, la cui azienda (Novarum) ha effettuato molti test sul campo per le reti WiFi di Earthlink: a suo dire non è la tecnologia ad aver fallito, quanto invece il modello di business
"Penso che tutti abbiano capito che il modello Earthlink di costruire network WiFi metropolitani principalmente per offrire accesso pubblico a Internet e banda larga residenziale non sia una strada percorribile, in particolare nelle grandi città dove abbondano le alternative", dice Belanger, riaprendo un tema che, in tutto il mondo - Italia compresa - è bollente: doppino contro antenna.

Marco Valerio Principato
8 Commenti alla Notizia Earthlink, WiFi municipale for sale
Ordina
  • io non sono proprio daccordo con ciò ke viene dettto nella parte finaler dell'articolo da Belanger, perchè qui in Italia queste fastatiche soluzioni alternative sono visibile solo nella grandi città!
    Paesi e paesina da 30 mila abitanti ancora non hanno la banda larga e si accontentano della linea tradizionale.
    Inoltre sono del parere che la banda larga può essere instalalta nell'intera città affinche qualsiasi cittadino con problemi economici tali da non permettergli di acquistare un abbonamento adsl posso sfruttare il grande canale di comunicazione che è Internet.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 11 febbraio 2008 13.54
    -----------------------------------------------------------
  • Brescia:

    Da Cortefranca a Pontedilegno vi son 103 km e paesini anche di poche centinaia di abitati (lungo la vallecamonica).
    Lì vi è una copertura capillare tramite wifi (tralasciando commenti sulla qualità del servizio).

    Poi se dove abiti tu non c'è, quella è mancanza di imprenditorialità
    non+autenticato
  • Installa access point cisco,symbol,ecc e ogni volta mi viene mal di testa per le onde emanate, quindi francamente se il wifi andasse a remengo sarei quasi contento anche se mi dispiace per che nn ha adsl disponibile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: msport
    > Installa access point cisco,symbol,ecc e ogni
    > volta mi viene mal di testa per le onde emanate,
    > quindi francamente se il wifi andasse a remengo
    > sarei quasi contento anche se mi dispiace per che
    > nn ha adsl
    > disponibile.

    Non finirò mai di stupirmi della potenza della autosuggestione.
    non+autenticato
  • anche a me capita.....ho tolto l'access point in studio e l'ho messo esterno avevo sempre mal di testa, avevo proprio paura....
    non+autenticato
  • - Scritto da: msport
    > Installa access point cisco,symbol,ecc e ogni
    > volta mi viene mal di testa per le onde emanate,
    > quindi francamente se il wifi andasse a remengo
    > sarei quasi contento anche se mi dispiace per che
    > nn ha adsl
    > disponibile.

    Non sapevo che le microonde provocassero dolori ossei.
    non+autenticato
  • "in particolare nelle grandi città dove abbondano le alternative", dice Belanger, riaprendo un tema che, in tutto il mondo - Italia compresa - è bollente: doppino contro antenna."

    Voleva senz'altro dire Italia ESCLUSA, inquanto qui noi dobbiamo pagare la TANGENTE a Telecom con l'avallo del nostro connivente governo, quindi decisamente piu' conveniente "l'antenna".
    Senza contare poi le zone scoperte perche' la nostra cara Telecozz ha troppi debiti per stendere nuove linee.
    non+autenticato
  • Quoto in toto

    infatti quà da me sta arrivando la provincia con l'hiperlan, non vedo l'ora di salutare telecoz
    non+autenticato