Samsung e Nvidia si sfidano sui chip mobili

I due produttori hanno presentato due nuovi processori applicativi per smartphone e PDA capaci di fornire funzionalità di accelerazione grafica e video. Il chip di Nvidia introduce anche il supporto al video HD

Barcellona - Al Mobile World Congress 2008 sia Samsung che Nvidia hanno presentato due nuovi processori mobili destinati a smartphone e altri piccoli dispositivi multimediali da taschino. Mentre Samsung opera in questo mercato da svariati anni, Nvidia è al suo debutto nel settore degli application processor per handheld.

La CPU embedded lanciata dal produttore coreano, denominata S3C6410, è composta ad un core ARM che gira alla frequenza di 667 MHz e da un decoder/encoder capace di accelerare la riproduzione e la registrazione di video in formato MPEG4, H.264 e VC-1 fino alla risoluzione di 640 x 480 punti. L'azienda afferma che il suo Multi Format Codec è in grado di fornire video full-motion (30 frame per secondo) anche quando si sta riproducendo e registrando nello stesso tempo.

L'S3C6410 è inoltre capace di accelerare la grafica 3D e occuparsi di compiti quali lo scaling delle immagini e l'applicazione dell'antialiasing. Queste accelerazioni, insieme a quelle video, hanno il beneficio di sgravare la CPU da compiti che necessitano di grandi risorse di calcolo.
Prodotto con un processo a 65 nanometri, il chip supporta una grande varietà di sistemi operativi, tra i quali Symbian, Windows Mobile e Linux, e vari tipi di memoria, tra cui DRAM e memorie flash.

Samsung non ha specificato quali performance sia in grado di fornire l'S3C6410 con la grafica 3D, ma ha affermato che queste potrebbero soddisfare le esigenze dei produttori di console da gioco portatili.

Prototipo di dispositivo basato su APX 2500Ma la grafica 3D, si sa, è il terreno di casa di Nvidia. Il suo nuovo application processor per dispositivi mobili, chiamato APX 2500, affianca infatti ad un core ARM11 una GPU GeForce ULP(Ultra Low Power) capace di supportare le specifiche grafiche OpenGL ES 2.0 e Direct3D Mobile.

Nonostante il chip sia senza dubbio in grado di fornire buone performance nel comparto della grafica poligonale, Nvidia preferisce metterne in risalto le capacità video. In particolare, il chipmaker di Sunnyvale afferma che l'APX 2500 è il primo processore della sua categoria capace di codificare e decodificare video HD con definizione 720p nei formati H.264, MPEG4 e VC-1/WMV9 (supportato solo in decodifica).

"Questa è l'alba della seconda rivoluzione dei Personal Computer", ha proclamato Jen-Hsun Huang, presidente e CEO di NVIDIA. "Le tecnologie stanno convergendo in sorprendenti dispositivi mobili che hanno tutta la ricchezza, le capacità video di un moderno PC: da vedere film e fare video chiamate a navigare in rete e utilizzare giochi 3D. APX 2005, unito a Microsoft Windows Mobile, trasformerà la prossima generazione di smartphone in veri e propri personal computer".

Il chipset è in grado di gestire sensori fotografici con risoluzione fino a 12 megapixel, porta HDMI e S-Video, monitor fino a 1280 x 1024 pixel di risoluzione, e memorie flash. Una sintesi delle specifiche tecniche si trova qui.

Al contrario del processore di Samsung, quello realizzato da Nvidia sembra legato a doppio filo a Windows Mobile: per lo sviluppo di APX 2005 il produttore californiano afferma di aver lavorato a stretto contatto con Microsoft.

Per quanto riguarda i consumi, Nvidia dichiara che siano estremamente contenuti: si parla di oltre 10 ore di registrazioni video ad alta definizione e fino a 100 ore di audio. "Più di quattro volte la capacità degli ultimi telefoni touch-screen", dice l'azienda.

Attualmente l'APX 2005 è in fase di test presso alcuni dei principali partner di Nvidia ed entrerà in piena fase produttiva per la fine del secondo trimestre 2008.