Motorola invade Barcellona con i suoi telefonini

L'azienda americana Ŕ sbarcata in Catalogna con tutte le sue ultime novitÓ, non ha lasciato a casa niente, ma proprio niente

Roma - Anche Motorola è presente all'importante appuntamento del Mobile World Congress di Barcellona. Per mostrare i suoi nuovi prodotti, tra cui telefoni cellulari, tv mobili e accessori, ma anche illustrare soluzioni di networking ad ampio raggio d'azione, WiMax incluso. Una passerella che sembra rappresentare una sorta di conferma della storica mission aziendale, focalizzata su un business - quello della telefonia mobile - che l'azienda non vuole certo abbandonare (come invece si ipotizzava solo un paio di settimane fa).

Il carrello che l'azienda ha portato a Barcellona è discretamente assortito. Alla voce "dispositivi mobili" si trovano:
Lo Z6w- MOTO Z6w WiFi: slide-phone sottile che offre supporto GSM e WLAN per servizi di telefonia convergenti fisso-mobili (foto qui a destra);

- ROKR E8: un music-phone dotato della tecnologia ModeShift "che a seconda delle esigenze - spiega il produttore - consente agli utenti di vedere solamente i pulsanti necessari per il lettore musicale, il telefono cellulare o il dispositivo di acquisizione e gestione di immagini". Alla pressione di uno dei tasti virtuali del ROKR E8, il dispositivo promette all'utente una risposta sensoriale simile a quella di una tastiera tradizionale grazie alla tecnologia Haptics. Altre chicche, l'opzione di navigazione FastScroll, per trovare rapidamente i brani musicali preferiti e la compatibilità con Windows Media Player 11.
L'181- W161 e W181 (quest'ultimo qui a sinistra): due terminali con form factor a barretta, per i quali Motorola evidenzia la presenza della tecnologia brevettata CrystalTalk per una buona qualità audio nelle conversazioni telefoniche, oltre alla Radio FM (auricolari obbligatori), un ampio display e la promessa di una buona autonomia;

- MOTO Z10: slide-phone che consente di registrare video, modificare clip, creare transizioni tra una sequenza e l'altra e aggiungere titoli e colonne sonore. "Uno studio cinematografico mobile e tascabile sempre pronto per registrare video a 30 fotogrammi al secondo" commenta Motorola, sottolineando la vocazione dell'apparecchio per il social networking.

Ai telefoni cellulari, Motorola affianca EQ7 ed EQ5, gli altoparlanti wireless stereo che consentono agli utenti di riprodurre musica e ricevere chiamate in modalità vivavoce da lettori MP3, PC o telefoni cellulari tramite la tecnologia Bluetooth (incluso il profilo Bluetooth A2DP), ma anche attraverso un comunissimo jack da 3,5 mm.

il dispositivoMotorola non s'è fatta mancare neppure la TV: a Barcellona si è infatti portata TV mobile DH01n, un dispositivo che consente di guardare programmi TV in diretta, video on-demand e contenuti multimediali personali mentre si è in viaggio e di utilizzare il GPS per orientarsi. La TV mobile DH01n di Motorola include funzionalità di navigazione, un ampio schermo LCD e funzioni di trasmissione video in tempo reale secondo lo standard DVB-H.

Il capoluogo catalano è stato scelto anche come teatro di vari eventi: dai due nuovi dispositivi WiMAX Wave 2, il CPEi750 desktop e la PC Card PCCw 200, alla dimostrazione dello standard LTE (Long Term Evolution), fino al sistema di gestione dei dispositivi NBBS (Netopia Broadband Server), la piattaforma software per la gestione dei dispositivi in grado di soddisfare le esigenze degli operatori, quali attivazione della CPE, femtocell e gestione dei dispositivi mobili.

Al Mobile World congress non manca lo spazio dedicato alle soluzioni CPE femtocell 3G di Motorola con la serie 8000, un punto di accesso femtocell autonomo con bridge Ethernet adatto per la connessione a un modem standard domestico a banda larga o a un gateway Wi-Fi esistente. La serie 8100 è un punto di accesso femtocell integrato, con un gateway Ethernet a 4 porte, porta VOIP, connessioni USB e router Wi-Fi 802-11 b/g per consentire agli utenti di connettersi a Internet tramite la rete WiFi e la rete cellulare 3G utilizzando un telefono standard 3G dallo stesso gateway domestico integrato.

E attraverso Motorola Ventures, il ramo strategico dell'azienda americana che si occupa di investimenti, ha annunciato di aver fatto un investimento azionario in DesignArt Networks, fornitore emergente di soluzioni SoC (System-on-Chip) per l'infrastruttura della rete di accesso radio WiMAX. "DesignArt Networks - spiega Motorola - ha sviluppato una piattaforma SoC avanzata e a costi contenuti per l'infrastruttura WiMAX al fine di ridurre drasticamente i costi di implementazione e operativi delle reti WiMAX. La piattaforma SoC a singolo chip offre una delle più compatte architetture BTS in grado di garantire elevata capacità integrata nelle funzionalità avanzate di backhaul in banda e di rete ed è utilizzata per realizzare un portafoglio di prodotti di stazione di base e relay potenti e compatti, adatti per implementazioni in ambienti interni ed esterni".
TAG: motorola