Bill Miller: Yahoo fatti comprare

Uno dei maggiori investitori della net company statunitense invita Microsoft ad alzare la posta e la Board di Yahoo a non farsi sfuggire l'occasione

Roma - Nei giorni dell'OPA Microsoft su Yahoo poi rifiutata da quest'ultima gli azionisti di entrambe le aziende sono in fibrillazione. In una lettera agli investitori, Bill Miller, noto broker della Legg Mason Inc. che possiede il 6 per cento di Yahoo, ha spiegato che se Microsoft alzasse il prezzo per azione di Yahoo da 31 dollari a 40 dollari non ci sarebbero più scuse per non accettare l'offerta di acquisto.

Miller parrebbe consapevole che per Microsoft potrebbe giocare il fattore tempo: molti degli ultimi trimestri hanno visto calare lo share di mercato di Yahoo, e in questi giorni c'è chi ha malignato sul fatto che BigM potrebbe non dover far altro che attendere prima di inglobare la rivale. Ma quello di Miller è più un appello a Microsoft, affinché ascolti la voce degli azionisti di Yahoo e alzi la posta.

A suo dire, "sarà difficile per Yahoo tirar fuori delle alternative di maggior valore rispetto a quello che Microsoft sarà alla fine disposta a pagare. Riteniamo che questo accordo sia un imperativo strategico per Microsoft e che Yahoo si troverebbe in una posizione assai scomoda se scegliesse di rimanere indipendente".
Come noto nei giorni scorsi Microsoft ha definito "unfortunate" il rifiuto di Yahoo, e il suo CEO Steve Ballmer ha fatto capire che il gigante del software non mollerà facilmente la presa.
9 Commenti alla Notizia Bill Miller: Yahoo fatti comprare
Ordina
  • La domanda sorge spontanea. Se pur con la sua potenza MS non riesce a far crescere più di tanto i propri servizi internet, che miracoloso contributo potrebbe sperare di dare a Yahoo? La soluzione ai problemi di Yahoo non è un alleanza col più ricco, ma, se da soli non ce la fanno più, se la loro vena creativa e imprenditoriale è inaridita, con qualcuno che oltre ai soldi abbia idee buone e originali e certamente non con qualcuno che insegue le idee altrui.
    non+autenticato
  • come da titolo ho un paio di dubbi.. mettiamo che la fusione microsoft/yahoo vada in porto, cosa cambierà per l'utenza finale? cosa tirerà fuori dal cilindro la microsoft? un social network stile myspace o simili? un portale video? un motore di ricerca? personalmente non mi infastidisce l'idea di vedere un "yahoo live!" nei prossimi mesi. mettendosi al di sopra delle mere questioni di sistema operativo, un utente mac o *nix o windows avrà sempre le sue scelte in rete per quanto riguarda cosa visitare o no, non penso che con firefox 3 o ie8 la barra degli url sarà bloccata su yahoo o microsoft.com non credete?Sorride anzi, se verrà creato qualcosa come google labs (sperare non costa nulla) potremmo assistere a una "gara di innovazioni" e di servizi tra le due aziende per accaparrarsi un pubblico sempre maggiore no? voi cosa ne pensate di tutto cio?Sorride
    non+autenticato
  • io so solo che ho una mail su yahhoo.it ed è la mia mail principale... mi darebbe non poco fastidio sapere che la mia mail passi da yahoo(non microsoft) a yahoo o qualsiasi altra cosa microsoft... tra l'altro non c'è modo(a me conosciuto) di cambiare indirizzo e-mail senza perdere l'indirizzo stesso.. un pò come avviene con i numeri dei cellulari ed il cambio di operatore...
    non+autenticato
  • la microsoft per quanto io possa odiarla sta facendo la mossa giusta, comprare yahoo è l'unica soluzione possibile per contrastare google, in modo da poter partire da una base già sviluppata come yahoo. Purtroppo se la mossa gli riesce (come credo) saremo rovinati, perchè in un modo o nell'altro tutto quello che faremo su internet sarà comandato sempre da mamma microsoft...
    non+autenticato
  • Il pericolo è che tutti i servizi che sfornerà la neonata Microsoft-Yahoo siano compatibili e/o fruibili solo da prodotti per i sistemi operativi Microsoft.

    Già oggi i vari client IM alternativi hanno dovuto lavorare di reverse engineering per potere essere compatibili con gli account e il protocollo MSN messenger.
  • quanto era bello quando isavo icq... ora sono costretto ad usare i vari client sostitutivi ad msn messnger e non ne vedo il motivo... soprattutto non capisco come gli sia stato permesso di inserire windows messenger già da windows millennium... con questa mossa hanno tagliato fuori il 90% degli altri client di messaggistica istantanea...su icq non c'è + un cane.. ma era bellissimo
    non+autenticato
  • icq viene ancora usato ma in italia ha una percentuali infima rispetto al passato.
    Sgabbio
    26178
  • - Scritto da: tombino
    > quanto era bello quando isavo icq... ora sono
    > costretto ad usare i vari client sostitutivi ad
    > msn messnger e non ne vedo il motivo...
    > soprattutto non capisco come gli sia stato
    > permesso di inserire windows messenger già da
    > windows millennium... con questa mossa hanno
    > tagliato fuori il 90% degli altri client di
    > messaggistica istantanea...su icq non c'è + un
    > cane.. ma era
    > bellissimo

    Guarda che windows messenger non è la stessa cosa di msn messenger (o live messenger come si chiama adesso) e ICQ è (o meglio era perchè adesso non lo usa più nessuno) il male formato IM.
    non+autenticato
  • io guarda avevo un account tipo a 4-5 cifre, poi non l' ho usato per anni e anni e credo l' abbiano cancellato, ho provato con tutti gli indirizzi email che usavo al tempo senza successo (il numero proprio lo ho disperso).
    Adesso ne ho attivato un altro ma non fa lo stesso effetto avere un numero a 9 cifre...
    Per chiarezza specifico che il mio account di icq non è stato dimenticato per effetto di MS Messenger, è proprio che per anni non ho più usato alcuna forma di IM; adesso uso pidgin su linux e adium su mac os ed ho account sui protocolli più diffusi, inutile dire che in genere quello che funziona peggio è proprio MSN, il che non mi stupisce visto che è figlio del reverse engineering.