Apple/ Le novitÓ di Office 2008 per Mac

di D. Galimberti - Una panoramica sulle principali novitÓ della nuova suite per l'ufficio per Mac di Microsoft, lanciata in Italia pochi giorni addietro

Lo scorso venerdì è arrivata sugli scaffali dei negozi la versione italiana di Office 2008 per Mac OS X. Come di consueto, ogni versione della suite per Mac arriva l'anno seguente rispetto all'uscita della nuova release per Windows. Questo non significa che il pacchetto sia "derivato" dalla versione per il sistema Microsoft, anzi, le differenze sono molte (anche se non mancano alcuni punti in comune), ma viene assicurata la piena compatibilità dei documenti tra i diversi ambienti, argomento che spesso preoccupa chi è intenzionato a passare da PC a Mac.

Come abbiamo già avuto modo di dire, il pacchetto è disponibile in tre diverse versioni: una licenza "Home & Student", che al prezzo di 139,90 euro consente di installare il pacchetto su tre macchine nello stesso ambito familiare; la licenza standard, che ad un prezzo sensibilmente superiore, pari a 549,90 euro per una sola installazione, consente di utilizzare il pacchetto anche in ambiti professionali/commerciali (e rispetto alla versione Home aggiunge le azioni per automatizzare i flussi di lavoro tramite Automator); e la versione più costosa, la "Special Media Edition", che al prezzo di 684,90 euro aggiunge al pacchetto standard un'ulteriore applicazione chiamata "Expression Media", della quale parleremo più avanti.

La versione 2008 di Office per Mac è particolarmente importante in quanto è la prima ad abbracciare il formato Universal Binary, che le permette di girare nativamente sui Mac-Intel senza ricorrere a Rosetta. L'impressione ricevuta durante la presentazione ufficiale è quella di un pacchetto molto rinnovato, e alla prova sul campo la sensazione viene consolidata. Nonostante qualche problema inatteso (non so se è un problema diffuso, ma sul mio iMac G5 Word va regolarmente in crash se eseguito da un utente che non ha i privilegi di amministratore), il pacchetto ha una buona reattività, anche se è leggermente più lento della versione precedente.
La prima cosa che si nota è l'ottimo lavoro eseguito sull'interfaccia, perfettamente in linea con l'attuale stile dei prodotti Apple. Rispetto alla versione 2004, la toolbar è molto più ordinata, con le poche funzioni principali sempre visibili, e quelle secondarie richiamabili su una barra dedicata (chiamata "Barra Multifunzione"). Una palette contestuale, adegua automaticamente le funzioni di formattazione in base agli elementi selezionati, in modo simile a quello che abbiamo già visto in iWork. La stessa palette consente anche di visualizzare la "Tavolozza degli oggetti" (dove sono raccolte forme grafiche, clip-art, immagini della libreria di iPhoto, ecc...), i dizionari, e altro ancora.

Clicca per ingrandireTra le altre novità comuni a tutto il pacchetto, non possiamo non citare il rinnovamento di WordArt e del comparto grafico (con nuovi effetti 2D e 3D), e le funzioni SmartArt, che consentono di inserire diagrammi e grafici per rappresentare visivamente elenchi, gerarchie e altre relazioni professionali. Parlando di compatibilità, oltre ai formati specifici e caratteristici di ogni applicazione, è possibile salvare documenti in formato XML o PDF (quest'ultima opzione ovviamente non aggiunge niente di nuovo rispetto alla classica "Stampa su PDF" da sempre disponibile sotto Mac OS X).

Clicca per ingrandireQuello di cui abbiamo parlato finora caratterizza tutti i software del nuovo pacchetto, mentre entrando nello specifico delle singole applicazioni, quella visivamente più rinnovata è Word, dove è stata aggiunta una nuova modalità di visualizzazione, chiamata "Layout di pubblicazione". Con questa nuova modalità di lavoro è possibile creare brochure e cataloghi interagendo con immagini e box di testo in modo simile ai software di impaginazione, avendo a disposizione temi, modelli, e strumenti, per riuscire a dare al proprio documento il migliore aspetto possibile. Sostanzialmente Word ha fatto il percorso inverso rispetto a Pages, il programma di videoscrittura contenuto in iWork di Apple, nato inizialmente con maggiori propensioni all'impaginazione, ed evolutosi in seguito verso la creazione di documenti più semplici.

Clicca per ingrandirePer quanto riguarda Excel, le novità introdotte sono minori: a parte l'inserimento di modelli per i fogli di Gestione Contabile, e i nuovi tipi di grafici, è stata migliorata la semplicità d'uso grazie all'uso combinato del "Generatore di Formule" (che agevola l'inserimento delle funzioni grazie ad un processo guidato) e delle funzioni di "Completamento Automatico" delle formule stesse.

Clicca per ingrandireQualche aggiornamento in più possiamo ritrovarlo in Power Point, dove innanzitutto sono stati inseriti numerosi temi per creare presentazioni più "moderne" rispetto a quelle a cui eravamo abituati con le vecchie versioni, e ogni tema contiene al suo interno diversi layout per adattare le slide alle diverse situazioni, mantenendo uno stesso tema conduttore dal punto di vista grafico. In questa applicazione l'utilizzo della barra multifunzione è stato sfruttato nel migliore dei modi per presentare all'utente tutte le funzioni principali in maniera ordinata: temi, layout transizioni, e stili (oltre ai già citati grafici, SmartArt e WordArt) sono infatti raccolti in questa barra, mentre la palette flottante è utilizzata per formattazione ed effetti di animazione. PowerPoint supporta nativamente Apple Remote (il telecomando fornito insieme ad ogni Mac) e consente di salvare le presentazioni come filmato, sequenza di immagini, o di esportarla direttamente verso iPhoto, per un eventuale sincronizzazione con un iPod.

Clicca per ingrandirePer quanto riguarda Entourage, la novità principale è l'abbinamento ad un altro software chiamato "My Day", che consiste in una sorta di piccola agenda che può stare sempre in primo piano e consente di gestire gli appuntamenti e gli impegni della giornata, il tutto sincronizzato con lo stesso Entourage, ed eventualmente con iCal. Tutto il comparto della pianificazione è stato migliorato per rendere la gestione degli eventi più flessibile, e dal calendario possiamo contrassegnare ogni elemento in base a diverse categorie. Ovviamente attraverso Spotlight possiamo ritrovare qualsiasi informazione presente in Entourage, che si tratti di appuntamenti segnati sul calendario o allegati dei messaggi. Anche i messaggi di posta possono essere "colorati" in base alle categorie che gli vogliamo assegnare, mentre sono stati potenziati i filtri specifici per la rilevazione dei tentativi di phishing.
77 Commenti alla Notizia Apple/ Le novitÓ di Office 2008 per Mac
Ordina
  • cazzo te ne fai di office quando hai nano???????
    o al limite se senti il bisogno di gui hai textedit..bah...non capisco proprio
    non+autenticato
  • - Scritto da: golf-ball
    > cazzo te ne fai di office quando hai nano???????
    > o al limite se senti il bisogno di gui hai
    > textedit..bah...non capisco
    > proprio

    Ma LOL!
    E' uno scherzo vero?
    non+autenticato
  • - Scritto da: golf-ball
    > cazzo te ne fai di office quando hai nano???????


    LOL! Grande! Rotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    Mitico! Occhiolino

    A volte uso davvero Nano per fare alla svelta! Imbarazzato



    Fan Atari
  • Ragazzi, consigliatemi voi, dite che è il caso di passare da vi a vim?
    non+autenticato
  • Non voglio software microsoft sul mio MAC. Per quello che mi serve sto benissimo con NeoOffice.
    non+autenticato
  • non è al 100% compatibile, documenti di word con cazzate dentro fa fatica a capirli, è lento, ma ha il pro è che è gratis e non puoi pretendere nulla.
  • Documenti word con cazzate li rimando al mittente con la richiesta di "rimuovere le cazzate".

    Se non li ritengo importanti li cestino.
    non+autenticato
  • Se non ci lavori è normale!
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • Anche il tuo post noto che porta un contributo fondamentasle al thread. Complimenti e grazie ancora per la considerazione.
    non+autenticato
  • non per elogiare nessuno, ma senza quei puzzoni di m$, ora i mac sarebbero fermi ai PowerMac 4400...
    mai sputare sugli altri...
  • Io non sputo su nessuno. Ne faccio semplicemente una questione di principio. Sul mio MAC non gira software Microsoft. Fine del discorso. Ognuno e' libero di usare il software che preferisce.
    non+autenticato
  • ovviamente, neppure sul mio mac c'è roba di m$...
  • Perchè non usare neoOffice http://www.neooffice.org/neojava/it/index.php
    dal sito: "NeoOffice è un insieme completo di applicazioni per l'ufficio (inclusi word processor, foglio elettronico, programma per presentazioni, per il disegno e per database) per Mac OS X. Basato sulla suite di programmi per l'ufficio OpenOffice.org, NeoOffice ha integrate dozzine di caratteristiche native per Mac e può importare, modificare, e scambiare file con altri programmi per l'ufficio popolari come Microsoft Office.

    Rilasciato come software libero ed open source sotto la GNU General Public License (GPL), NeoOffice è completamente funzionante e sufficientemente stabile per l'uso di tutti i giorni. Il software viene sviluppato attivamente, per cui miglioramenti e piccoli aggiornamenti sono resi disponibili con cadenza regolare."

    Provato e va benissimo.

    Saluti Piero

    PS usata officemac 2004 non era una scheggia.
  • Ammetto di averlo utilizzato pochissimo.
    Come si comporta con i documenti creati con office di microsoft, in particolare excel e word?
    non+autenticato
  • dipende dalla complessità dei documenti.

    Ciao Piero
    non+autenticato
  • - Scritto da: pierob
    > Perchè non usare neoOffice

    perché è ancora più lento?
    non ho provato Office 2008, e non ho Mac-Intel, ma su tutti i miei Mac-PPC, NeoOffice gire più lento di Office 2004
    non+autenticato
  • - Scritto da: ricorsivo

    > > Perchè non usare neoOffice
    >
    > perché è ancora più lento?
    > non ho provato Office 2008, e non ho Mac-Intel,
    > ma su tutti i miei Mac-PPC, NeoOffice gire più
    > lento di Office 2004

    [ed aggiungo]

    ...senza contare la pessima interfaccia
    Masismo rispetto epr l'opensource e per il lavoro fatto da chi lo sviluppa, ma purtroppo siamo su due pianeti completamente diversi... NeoOffice va benissimo per chi non ha risorse da spendere per MS-Office o per iWork, o per chi utilizza poco questo genere di pacchetti, ma allo stato dell'arte non costituisce un rimpiazzo effettivo
    non+autenticato
  • - Scritto da: ricorsivo

    > ...senza contare la pessima interfaccia
    > Masismo rispetto epr l'opensource e per il lavoro
    > fatto da chi lo sviluppa, ma purtroppo siamo su
    > due pianeti completamente diversi... NeoOffice va
    > benissimo per chi non ha risorse da spendere per
    > MS-Office o per iWork, o per chi utilizza poco
    > questo genere di pacchetti, ma allo stato
    > dell'arte non costituisce un rimpiazzo
    > effettivo

    Boh, 78 euro per iwork non mi pare proprio una rapina, anzi.
    Pages non sarà ai livelli di word ma per l'uso che non fa normalmente la gente è perfetto.
    Poi se ci aggiungiamo pure numbers e keynote direi che può essere un alternativa valida.
    non+autenticato
  • - Scritto da: next

    > > NeoOffice va
    > > benissimo per chi non ha risorse da spendere per
    > > MS-Office o per iWork, o per chi utilizza poco
    > > questo genere di pacchetti, ma allo stato
    > > dell'arte non costituisce un rimpiazzo
    > > effettivo
    >
    > Boh, 78 euro per iwork non mi pare proprio una
    > rapina, anzi.

    nessuno ha detto questo, ma se non fai presentazioni e non usi fogli di calcolo (situazione abbastanza comune per un utente medio "casalingo") cosa te ne fai? Te lo prendi per Pages? Ci sono anche altri editor se hai poche pretese, e se lo usi comunque poco, puoi "sopportare" NeoOffice

    > Pages non sarà ai livelli di word ma per l'uso
    > che non fa normalmente la gente è perfetto.
    > Poi se ci aggiungiamo pure numbers e keynote
    > direi che può essere un alternativa valida.

    nessuno dice il contrario, ma se non li usi, per quanto poco costino, sono soldi buttati
    non+autenticato
  • - Scritto da: ricorsivo

    > nessuno dice il contrario, ma se non li usi, per
    > quanto poco costino, sono soldi
    > buttati

    Beh ma che ragionamento.
    Allora perchè scaricare neooffice quando puoi usare texteditor o vi!
    non+autenticato
  • - Scritto da: next

    > > nessuno dice il contrario, ma se non li usi, per
    > > quanto poco costino, sono soldi buttati
    >
    > Beh ma che ragionamento.

    il mercato funziona in questo modo...

    > Allora perchè scaricare neooffice quando puoi
    > usare texteditor o vi!

    texeditor non ha la stessa compatibilità di neooffice con i .doc e texeditor non può certo aprire .xls o .pps... e neooffice è comunque gratis

    Guarda che nessuno sta dicendo che sia meglio un pacchetto dell'altro, o che un pacchetto sia inutile o faccia schifo. Si sta solo dicendo che ognuno dei tre oggetti della discussione ha i suoi pro e contro:

    -MS-Office è costoso ma assicura compatibilità totale verso il mondo Win è è sicuramente più completo
    -iWork è un ottimo compromesso: costa poco e assicura una certa compatibilità, anche se ha indubbiament emeno funzioni
    -neooffice è gratis, assicura la compatibilità (forse più di iWork) ma è lento.

    ognuno decida quale usare in base a quello di cui ha bisogno, ma non venitemi a dire né che neooffice può sostituire in tutto e per tutto ms-office in ogni occasione, né che iWork è indispensabile e bisogna averlo perché tanto costa poco.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ricorsivo

    Ricorsivo calmati! Era solo una battuta!
    non+autenticato
  • - Scritto da: next

    > Ricorsivo calmati! Era solo una battuta!

    sono permaloso di natura e cmq non era per niente chiaro che fosse una battuta
    non+autenticato
  • apple fa office? non lo sapevo...
    non+autenticato
  • - Scritto da: roberto
    > apple fa office? non lo sapevo...

    Microsoft fa Office per Mac
    Apple fa iWork
    non+autenticato
  • - Scritto da: marotfl
    > - Scritto da: roberto
    > > apple fa office? non lo sapevo...
    >
    > Microsoft fa Office per Mac
    > Apple fa iWork

    Grazie agente ms. Che succede se vai in un marcopolo e trovi Openoffice.org sullo scaffale ? Costringi l'intera catena a un sovrapprezzo ?
    A me queste cose le ha raccontate uno che ci lavoro ed è l'unico caso al mondo: di solito succede il contrario, e cioè che sono le catene a "comandare" in casa loro su certe questioni, ma se un negozio vuole windows non può che prenderlo da microsoft... e se una ditta si azzarda a fare un sistema operativo che faccia girare nativamente gli eseguibili di windows... sono cause legali a vita.
    Ci vorrebbe proprio una bella legge a riguardo da parte della commissione europea.
    non+autenticato
  • e quindi? ma leggi quello che scrivono gli altri prima di rispondere o scrivi cose a caso?

    - Scritto da: asdfasuaw3
    > - Scritto da: marotfl
    > > - Scritto da: roberto
    > > > apple fa office? non lo sapevo...
    > >
    > > Microsoft fa Office per Mac
    > > Apple fa iWork
    >
    > Grazie agente ms. Che succede se vai in un
    > marcopolo e trovi Openoffice.org sullo scaffale ?
    > Costringi l'intera catena a un sovrapprezzo
    > ?
    > A me queste cose le ha raccontate uno che ci
    > lavoro ed è l'unico caso al mondo: di solito
    > succede il contrario, e cioè che sono le catene a
    > "comandare" in casa loro su certe questioni, ma
    > se un negozio vuole windows non può che prenderlo
    > da microsoft... e se una ditta si azzarda a fare
    > un sistema operativo che faccia girare
    > nativamente gli eseguibili di windows... sono
    > cause legali a
    > vita.
    > Ci vorrebbe proprio una bella legge a riguardo da
    > parte della commissione
    > europea.
    non+autenticato
  • "il pacchetto ha una buona reattività, anche se è leggermente più lento della versione precedente"

    Già la versione precedente era una lumaca... Se questa è ancora più lenta...
    non+autenticato
  • Non è che è più lenta secondo me, è più pesante di quella precedente.
    Quindi alla fine sembra non cambiare molto anche se questa è UB.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)