Dario Bonacina

WiMax, gara a quota 123 milioni

L'asta registra valori record. Domani nuova giornata di rilanci, che sono giÓ terminati per Sardegna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Marche

Roma - Continueranno domani, martedì 26 febbraio, i "rilanci competitivi" nella gara per l'assegnazione dei diritti d'uso delle frequenze WiMax. La scorsa settimana si è svolta all'insegna della vivacità, con alcuni importanti ritiri, ed è stata raggiunta la cifra complessiva di circa 123 milioni di euro, con un incremento del 150% rispetto agli iniziali valori della base d'asta.

Cifre di assoluto rilievo, nonostante strada facendo si siano registrate alcune defezioni importanti, tra cui spiccano i nomi di Wind, Fastweb (che hanno lasciato a Telecom Italia il ruolo di unica compagnia telefonica a partecipare), Toto Costruzioni Generali S.p.A. (che è co-gestore delle autostrade A24 ed A25 e controlla AirOne), Trentino Network, Mercurio FVG ed Elettronica Industriale (gruppo Mediaset). L'uscita di scena di quest'ultima, peraltro, è coincisa con la diffusione di alcuni rumors riguardo ad una possibile fusione tra Telecom Italia e Mediaset.

Nella gara sono già definite le attribuzioni per alcune licenze: le prime aggiudicate sono state le tre che riguardano la Sardegna, a beneficio dei tre contendenti Telecom, AFT (Linkem) e AriaDSL. Quest'ultima azienda, finora, si è mostrata particolarmente attiva nel tenere testa ai grandi competitor: l'operatore, oggi attivo in centro Italia con una copertura estesa in 75 comuni nelle province di Perugia, Siena, Terni, Viterbo e Rieti, ha alle spalle un'altra copertura, quella del fondo Gilo Ventures, che gli ha finora consentito di essere combattivo.
La Gara è terminata anche per quanto riguarda "la Macroregione 3", che comprende Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Marche. Anche qui si è distinta AriaADSL, insieme ad E-VIA, e al Consorzio Assomax che si è aggiudicata il Friuli Venezia Giulia, mentre gli altri diritti regionali sono andati ad AFT (Veneto), Infracom (Emilia Romagna) e City Carrier (Marche).

L'elenco con i risultati della settima tornata è disponibile a questo indirizzo, presso il sito del Ministero delle Comunicazioni.

Dario Bonacina