Take-Two respinge l'offerta di EA

Un comunicato dell'azienda non lascia adito a dubbi: per ora EA non offre abbastanza

Roma - L'offerta da 2 miliardi di dollari presentata da Electronic Arts per assicurarsi Take-Two Interactive è destinata a cadere nel vuoto. Lo ha fatto sapere il Consiglio di Amministrazione di Take-Two con una nota appena pubblicata in cui si spiegano le ragioni del rifiuto.

Il Board dichiara di aver esaminato in profondità l'offerta e di aver stabilito che non riconosce il valore di Take-Two, né il suo ruolo di mercato, la sua creatività e la fidelizzazione dei propri clienti. Anzi, definisce quella di EA una "mossa opportunistica che tenta di avvantaggiarsi dall'imminente rilascio di Grand Theft Auto IV, uno dei titoli di maggiore rilievo e longevità del settore".

Secondo i dirigenti dell'azienda l'offerta di EA arriva "nel momento più sbagliato". Ritengono che per fornire valore agli azionisti la cosa migliore sia procedere come stanno facendo e "continuare con la nostra missione nel realizzare l'intrattenimento videoludico di maggiore qualità".
Uno spiffero rimane aperto: Take-Two ha intenzione di dialogare con EA per verificare terreni di collaborazione ma solo una volta che il nuovo titolo della serie GTA sarà sul mercato. Ma è un'offerta che EA parrebbe poco interessata a percorrere.
2 Commenti alla Notizia Take-Two respinge l'offerta di EA
Ordina