Docenti italiani affidati all'e-learning

Un aggiornamento sull'inserimento nella scuola dei portatori di handicap viene organizzato dal Ministero con una piattaforma di insegnamento online da 100 ore

Roma - C'è l'apprendimento a distanza secondo moduli personalizzati dietro il progetto varato dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) in collaborazione con il CNR, e destinato all'aggiornamento dei docenti italiani sul tema dell'integrazione dei portatori di handicap nel mondo della scuola.

Il progetto viene chiamato WISH (Web per Insegnanti per il Sostegno all'Handicap) e si articola in 100 ore veicolate online attraverso tre moduli di formazione, ciascuno composto da 27 "lezioni". In una nota si legge che questi moduli, fruibili online, sono pensati per aggiornare sulle tecniche e le metodologie di base.

Il corso verrà sperimentato già da ottobre in Lombardia su 200 docenti e successivamente verrà esteso all'intero paese.
"La vera novità di questa iniziativa - ha affermato Paolo Sartorelli, manager del progetto - è che siamo riusciti a tradurre in un corso concreto un modello teorico di formazione a distanza sino ad oggi raramente realizzato. Flessibile ed interattivo, WISH alterna la componente a distanza ad incontri in presenza, consente agli insegnanti di avere un tutoraggio continuo e di confrontare le proprie esperienze professionali con i colleghi in una classe virtuale. Inoltre permette ai docenti di ottenere, oltre alla normale certificazione, anche crediti riconosciuti a livello universitario".
TAG: italia