Enrico Giancipoli

Zebuntu ora è Beta 3

Si avvicina il rilascio della versione stabile di Zebuntu: il sistema operativo open source basato su Ubuntu su cui far girare le applicazioni BeOS

Roma - Ubuntu ha un nuovo derivato. Come gli appassionati del settore già sapranno, Ubuntu - che di per sé è già una derivata - ha un gran numero di distribuzioni derivate. Ufficiali (Kubuntu, Xubuntu, Edubuntu, Gobuntu etc.), non ufficiali (ebuntu, gOS, DevUbuntu, nUbuntu, Fluxuntu, Geubuntu, Goobuntu etc.) e persino qualche avventuroso progetto italiano come Ufficio Zero. Nel caso di Zebuntu si tratta di un sistema operativo free ed open source che monta Xfce ma con larghe influenze Zeta.

"Il nostro obiettivo è realizzare una nuova piattaforma per i clienti Zeta. Il software Zeta e BeOS, così come le applicazioni Haiku, funzioneranno nativamente su Zebuntu. Questo offre un grande vantaggio per gli sviluppatori Zeta - BeOS - Haiku: possono usare Zebuntu per sviluppare il loro software, usufruendo delle performance e della versatilità di Linux" - si legge nel manifesto-. In pratica Zebuntu è un Linux su cui è possibile far girare applicazioni BeOS.

Gli sviluppatori di Zebuntu sono teutonici ed il loro sito web ufficiale è allo stato attuale completamente in tedesco. Ad ogni modo Leszek Lesner, curatore del progetto, ha assicurato che il sito inglese è in dirittura d'arrivo. Non mancherà neanche il supporto a BeFS, il file system di BeOS.
BeOS è un sistema operativo closed source sviluppato dalla compagnia "Be Inc" fondata nel 1990 da Jean-Louis Gassée, già dirigente Apple. BeOS fu sviluppato per trarre il massimo dall'hardware dei computer negli anni in cui venne distribuito. Pur possedendo una shell dei comandi e compatibilità POSIX, BeOS non è da confondere come un derivato di UNIX.

L'ultima versione di BeOS è la R5.1 e risale al novembre 2001, dopo di che Be Inc è stata incorporata ad Palm Inc e BeOS ha cessato di essere sviluppato. Ma BeOS ha sempre goduto di una community di affezionati e ciò ha permesso la nascita di sistemi operativi BeOS-like, in grado di far funzionare software scritto per BeOS. Uno di questi è stato ZETA, il cui sviluppo ufficiale è però cessato il 5 Aprile del 2007. Diverso destino per Haiku, conosciuto anche come OpenBeOS, una riproduzione di BeOS con il canone dell'open source e completamente gratuito. Haiku è tutt'oggi in sviluppo.

Segue una galleria di immagini della versione Beta 3 di Zebuntu.

schermata


schermata


schermata


schermata


schermata


schermata

153 Commenti alla Notizia Zebuntu ora è Beta 3
Ordina
  • Dunque dopo 2 giorni di download da un torrent ultra lento (il download dal server http cade a neanche 500 bytes...) ho testato questa distro che promette di unire i mondi linux e beos.

    Cominciamo col dire che si tratta di un port pessimo di xubuntu (un esempio stupido ma lampante è la documentazione che marca ancora il percorso di quella di xubuntu: hanno solo modificato il nome nelle pagine)
    Lenta come poche, (xubuntu la originale almeno fila) ci accoglie in un desktop di XFCE temizzato in maniera discutibile per assomigliare a beos.
    Discutibile almeno per chi ha usato un vero sistema beos e quindi sa come e perchè certe cose sono disposte in un certo modo.
    Qua l'impressione generale è che se si colora di grigio il bordo, di giallo la barra del titolo e la si rende "autodimensionante", infine si mette il puntatore del mouse a "ditino" si è ottenuto beos...
    Il sistema dichiara di ispirarsi a zeta ma niente all'interno di questa zebuntu ricorda un sistema beos (se si esclude il "tema" molto libertino già descritto in precedenza).
    L'organizzazione del file system è la stessa identica di un qualunque sistema linux, xfce non ha niente a che vedere con OpenTracker (almeno dare una sistemata ai menu.... ) e poi... che dire... quello che pretende di rendere uguale a zeta sta roba l'ho già detto non c'è altro nel vero senso della parola.

    Rimane solo da dare un commento sulla cosidetta compatibilità con i programmi beos.
    Sono andato su bebits ho scaricato diversi programmi e quelli pacchettizzati nel formato pkg originale non vengono riconosciuti (quindi installati) ma lo stesso vale per quei programmi che vengono distribuiti dentro file zip. Gli eseguibili non sortiscono alcun effetto sul sistema. Semplicemente non succede niente come quando si vuol far partire un eseguibile win senza wine (anzi gli eseguibili dos vengono ancora identificati senza wine, qua neanche questo).

    Ah dimenticavo: non ho mai visto una distribuzione riuscire a spararsi un filotto di crash come questa zebuntu. Ho perso il conto delle finestre di errore che ho dovuto chiudere per pacchetti che il sistema credeva di avere ed invece nisba.

    Giudizio finale: porcheria. Bocciato su tutta la linea. Già sono poco tenero con le distro che nascono solo perchè è stato cambiato loro un tema (quanto ci vuole a cambiare tema su una distro qualunque ed a spacciarla per qualcos'altro ? sicuramente meno di quanto c'ho messo a scaricare il Giga e passa di sta roba) ma qui veramente è una totale presa per il culo.

    Un cesso, la peggiore distribuzione linux mai creata.
    Gli autori dovrebbero nascondersi.
    non+autenticato
  • Habemum definitivam ditributionem! AngiolettoAngiolettoAngiolettoAngiolettoAngioletto

    BEBUNTU!!! Idea!Idea!Idea!A bocca apertaA bocca apertaA bocca apertaAngiolettoCon la lingua fuori Geek Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • ...ma se smettono di usare Paint per fare la grafica forse viene meglio!
    non+autenticato
  • - Scritto da: molto bello
    > ...ma se smettono di usare Paint per fare la
    > grafica forse viene
    > meglio!


    si infatti l'aspetto grafico è veramente utile ed indispensabile!dai perfavore torna a giocare col flip 3d di vista...
    non+autenticato
  • Sbaglio o questi Ubuntu si moltiplicano di giorno in giorno?
    Pochi anni e avremo tutte le varianti
    da Abuntu
    a Zbuntu

    Ma cambia davvero qualcosa o sono tutte uguali queste versioni????
    non+autenticato
  • Per favore, non confondete, Zebuntu è rivolto ai BeOSsiani non ai linari, a prescindere dal fatto che Haiku è il futuro.

    Haiku-OS Rulez.
    non+autenticato
  • Zebuntu è rivolto ai
    > BeOSsiani

    Ai finti beossiani...
    Uno vero capisce al volo che tra zebuntu e beos/zeta/haiku è come confrontare la notte col giorno
    non+autenticato
  • Scusate, ma Geubuntu (OpenGEU ora) è italiana, che io sappia... Da correggere...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)