ADSL, e ora problemi coi modem

La fornitura di device di connessione è in clamoroso ritardo. E si fa strada la questione dei tempi di attivazione

ADSL, e ora problemi coi modemRoma - ADSL, 136esima puntata. Un nuovo ostacolo si frappone tra l'utente bramoso di nuova banda e i servizi ADSL: il modem. Pare proprio, infatti, che le forniture dei costosi modem necessari per attivare la connessione ADSL nel domicilio dell'utente procedano col contagocce tanto che, al momento, ostacolano la diffusione del servizio.

Mentre TIN.it, Galactica e gli altri operatori mettono a punto le proprie strategie commerciali convogliando numerosissimi utenti internet verso i propri contratti, Alcatel, principale fornitore di modem ADSL, pare proprio non riuscire a stare dietro alle richieste. Alcatel, partner Telecom anche per quanto riguarda l'adeguamento delle infrastrutture di connettività alle necessità dell'ADSL, sarebbe in ritardo persino nelle forniture a Telecom nonostante lo "status privilegiato" di cui gode l'ex monopolista visti gli stretti rapporti tra le due società.

Questa situazione, che sta inducendo in questi giorni alcuni operatori a cercare modem ADSL presso altri produttori, induce una serie di effetti. Il primo dei quali sta nel gettare qualche ombra sulla politica commerciale di alcuni fornitori ADSL, di quelli che propongono contratti a clienti ai quali non sanno dire quando effettivamente il servizio potrà partire.
Telecom Italia ha spiegato ieri a Punto Informatico che i "tempi tecnici" che devono intercorrere dalla richiesta del cliente all'installazione della connessione sono di almeno 20 giorni. Poiché dai tempi Telecom dipendono anche le attivazioni degli altri operatori si potrebbe supporre che questi siano i tempi probabili.

In realtà Galactica ha spiegato a Punto Informatico che da circa una settimana le procedure di installazione da parte di Telecom sembrano aver subìto una accelerazione e di conseguenza il provider conta di poter realizzare attivazioni entro una settimana circa dalla richiesta del cliente.

Tra il firmare e l'attivare, però, c'è di mezzo proprio la questione modem che sembra sia decisamente grave. Un operatore ci ha confermato che a tre mesi dagli ordini arriva ora circa il 5 per cento dei "pezzi" richiesti. C'è da chiedersi, dunque, quale sia l'installazione di cui parlano altri fornitori.

Tra l'altro proprio nelle scorse ore si è saputo che sette dei principali tecnici di Alcatel addetti al settore ADSL sono stati assunti da Element14, azienda americana che ha intenzione di lanciarsi nel settore delle tecnologie xDSL. La società ha parlato delle assunzioni come "dell'arrivo degli ingegneri DSL di maggiore rilievo mondiale". Dire quale effetto potrà avere questo sulle strategie ADSL di Alcatel è ancora prematuro.

Il seguito alla prossima puntata.
TAG: adsl