i-Italy: il citizen journalism unisce Italia e USA

Una piattaforma aperta per dare voce ai blogger. E per comunicare a filo diretto tra vecchio e nuovo continente. Ci ha pensato l'UniversitÓ La Sapienza

Roma - Sarà presentata ufficialmente il prossimo 29 febbraio la community i-Italy, realizzata con la piattaforma open source EUSIC sviluppata dalla Università La Sapienza e pensata per la realizzazione di un portale che riunisca in un ambiente multimediale il contributo fornito dai blog degli utenti.

"Applicando la filosofia del citizen journalism, ed integrando scrittura, audio, video e foto in sinergia con i più noti social spaces esistenti", EUSIC mira a promuovere "il confronto tra i diversi sistemi giornalistici, italiano e americano, con l'obiettivo di diffondere negli USA una conoscenza più approfondita del nostro paese". You-Tube, Flickr, Amazon, MySpace, Facebook, saranno tutti parte integrante di una "comunità virtuale bilingue, di carattere giornalistico, dedicato alla collettività italiana in America, nonchè agli americani interessati all'Italia".

Durante il seminario introduttivo, che si terrà alle 15 presso l'Aula Wolf dell'ateneo romano, ci sarà l'occasione per "presentare il portale, il software di gestione (che a fine progetto sarà liberamente disponibile su internet), e riflettere sulle profonde modifiche che il sistema dei media italiani, in patria e all'estero, sta vivendo a seguito dell'integrazione tra news giornalistiche tradizionali e autoproduzione degli utenti".
All'evento parteciperanno esperti accademici, imprenditori e giornalisti. Il programma completo è disponibile a questo indirizzo.