Un clic contro il commercio di armi

Lo propone una petizione online rivolta ai senatori, per bloccare una normativa considerata inaccettabile perché nasconde i dati sul commercio degli armamenti

Roma - "Basta un clic". Così potrebbe essere riassunto lo slogan che accompagna la diffusione dentro e fuori dalla rete della rinnovata iniziativa contro le nuove normative sul commercio di armamenti e per salvare la Legge 185 che impone la trasparenza al settore.

Basta infatti un clic sul sito della storica Rete Lilliput per associarsi, con una petizione indirizzata ai senatori italiani, a coloro che chiedono la bocciatura del disegno di legge 1547, un testo che secondo i promotori della petizione "impedisce la trasparenza bancaria e la pubblicazione dei dati sul valore delle esportazioni di armi e di conoscere il destinatario delle armi stesse. Nessuno più potrà disporre di dati e informazioni sul commercio d'armi".

Ad accrescere le fila degli oppositori sono un nugolo di reti, associazioni e riviste che hanno già raccolto il sostegno di più di 80mila cittadini italiani. Tra di loro, oltre a Rete Lilliput, anche Emergency, Amnesty International, Medici Senza Frontiere, Vita, Nigrizia e Pax Christi.
Domani i promotori della petizione - annunciata da PI lo scorso maggio - tireranno le somme. La sua forza è direttamente proporzionale alla capacità dei proponenti di interessare, anche in queste poche ore che restano, la "pubblica opinione" che sulla rete può informarsi e prendere posizione.

Tutte le informazioni sulla 185, la petizione e i perché della protesta sono disponibili qui.
TAG: italia
27 Commenti alla Notizia Un clic contro il commercio di armi
Ordina
  • come da titolo, dalle 15 non entro...
    non+autenticato
  • dovrebbe essre ok da un po'
    a presto
    non+autenticato
  • Le armi attirano... armi.
    La violenza attira... violenza.
    L'aggressività attira... aggressività.
    E la paura porta a compiere atti di violenza.
    No alle armi!
    non+autenticato
  • Ti è saltato in mente che uno può anche usare un arma per sparare al poligono di tiro contro un foglio di carta, per puro divertimento?
    non+autenticato
  • ahahahhahahhahahahahh
    sto morrendo dal ridere....
    chi vi difende dai malviventi? Lo Stato? ahahhahahahahahaha

    1-La libertà di possedere armi è in strettissima relazione con tutte le altre libertà fondamentali (non è un caso che nei paesi totalitari il monopolio delle armi da fuoco spetti allo Stato);

    2-l'arma di per se' è uno strumento come gli altri (quindi mi si risparmino le filippiche sulla pericolosità intrinseca di un'arma da fuoco);

    3-La sicurezza privata (in primis quella fatta "in proprio") è infinitamente più efficiente di quella statale;

    4-altre ma ho sonno...Sorride
    non+autenticato

  • > 1-La libertà di possedere armi è in
    > strettissima relazione con tutte le altre
    > libertà fondamentali (non è un caso che nei
    > paesi totalitari il monopolio delle armi da
    > fuoco spetti allo Stato);
    quindi la cina della rivoluzione culturale che apri gli arsenali al popolo era un esempio di democrazia..


    Mao

    non+autenticato
  • - Scritto da: RAMBO
    > 1-La libertà di possedere armi è in
    > strettissima relazione con tutte le altre
    > libertà fondamentali (non è un caso che nei
    > paesi totalitari il monopolio delle armi da
    > fuoco spetti allo Stato);

    Be', sinceramente non ce la vedo proprio come liberta' "fondamentale"...
    Nei paesi di cui parli il divieto di possedere armi serve solo per evitare rivolte popolari.

    > 2-l'arma di per se' è uno strumento come gli
    > altri (quindi mi si risparmino le filippiche
    > sulla pericolosità intrinseca di un'arma da
    > fuoco);

    Gia', come tutte le cose la sua pericolosita' e' in funzione di chi la usa, e in particolare della sua integrita' morale e psichica. Ma forse dimentichi quanto facilmente un'arma puo' finire nelle mani sbagliate (all'insaputa del legittimo proprietario).

    > 3-La sicurezza privata (in primis quella
    > fatta "in proprio") è infinitamente più
    > efficiente di quella statale;

    Se per efficiente intendi "veloce e con maggiori probabilita' di commettere errori" non c'e' dubbio. Usare un'arma, anche per legittima difesa, equivale ad accettare la pena di morte senza processo, e quindi senza dare all'imputato la minima possibilita' di difendersi (e non venirmi a dire che "basta mirare alle gambe" perche' voglio vederti a ragionare cosi' a sangue freddo in quei momenti... oltre naturalmente a possedere le necessarie capacita' balistiche!).
    Personalmente sono contrario.

    > 4-altre ma ho sonno...Sorride

    'notte...

    bye, Andrea
    non+autenticato
  • > Be', sinceramente non ce la vedo proprio
    > come liberta' "fondamentale"...

       "Una ben organizzata Milizia, essendo necessaria
       alla Sicurezza di uno Stato libero, il diritto
       dei cittadini di possedere e portare Armi, non
       potrà essere violato."

         Costituzione USA, 2° emendamento della Carta dei Diritti. (1789)
    non+autenticato
  • - Scritto da: RAMBO
    > "Una ben organizzata Milizia, essendo necessaria
    > alla Sicurezza di uno Stato libero, il diritto
    > dei cittadini di possedere e portare Armi, non
    > potrà essere violato."
    >
    > Costituzione USA, 2° emendamento della
    > Carta dei Diritti. (1789)

    La mia era un'opinione personale. E poi non mi sembra il caso di tirare in ballo proprio gli Stati Uniti...

    Tra l'altro, io leggo 1789: e' triste pensare che dopo piu' di 200 anni "una ben organizzata Milizia" sia ancora "necessaria alla Sicurezza di uno Stato libero"...

    bye, Andrea
    non+autenticato
  • Frocioooo!
    se hai bisogno di un'arma per difenderti dimmi dove abiti che pensero' ben bene cosa fare a casa tua!

    a parte gli scherzi, mi disgusti con questi post!
    vattene negli u.s.a e non rompere qui in italia che non c'è proprio bisogno.
    cià
    non+autenticato
  • > ahahahhahahhahahahahh
    > sto morrendo dal ridere....
    > chi vi difende dai malviventi? Lo Stato?
    > ahahhahahahahahaha
    solo una notizia (da vedere da piu angoli): in usa c'e un coglione che spara alla gente con un fucile di precisione...
    (chiariamo anche che non sono contrario alle armi, pero non voglio vedere le camicie verdi andare in giro armate, combinano abbastanza guai anche senza)
    Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: RAMBO

    > ahahahhahahhahahahahh
    > sto morrendo dal ridere....
    > chi vi difende dai malviventi? Lo Stato?
    > ahahhahahahahahaha
    >
    > 1-La libertà di possedere armi (cut)

    La petizione non e' contro il possesso di armi ma per i controlli sul loro commercio.

    Torna a dormire, va'.

    saluti
    Andrea
    non+autenticato
  • O molti lettori hanno una giovane età e farebbero bene ad esercitarsi a leggere o la situazione è ancora piu' grave.
    Spesso molti lettori rispondono in modo tale da far capire che non hanno capito un fico secco di quel che hanno letto.
    L'oggetto dell'articolo non è se sia giusto possedere armi o meno.
    L'oggetto dell'articolo è se la vendita delle armi debba essere documentabile o nascosta al cittadino.
    Quante cose dovremmo sapere e ci vengono occultate perché sanno che l'opinione pubblica sarebbe contraria?
    Se avete visto Report ieri sera avreste scoperto che la pasta Italiana viene fatta al 50% solamente con grano Italiano.E sulle etichette non si ha l'obbligo di scrivercelo.
    Nulla in contrario ad usare il grano estero,ma permettete che saperlo mi lascia piu' libero di scegliere che non saperlo?
    E la provenienza della carne?
    L'occultamento di informazioni,dettagli ecc.ecc. serve solo a manipolare il cittadino,con la scusa che tanto non gli importa sapere.
    Non è vero...e chi ha qualcosa da nascondere lo sa meglio di tutti
    non+autenticato
  • Indipendentisti nordirlandesi: guerriglia armata;
    Indipendentisti baschi: guerriglia armata;
    Cina: regime dittatoriale, pena di morte;
    Cuba: regime dittatoriale, pena di morte;
    Chiapas: guerriglia armata;

    I comunisti dicono di non volere le armi eppure le usano, dicono di non volere la pena di morte eppure ammazzano. L'ignobile doppiezza del diavolo comunista.
    non+autenticato
  • Chi ama soltanto la vita e' SOLO comunista secondo te?
    Chi pensa che una parola vale piu' di mille pallottole e' comunista secondo te?
    Chi non la pensa come te e' comunista?
    Parla con le associazioni cattoliche, con i missionari, con gli scout e ti accorgerai che il fronte pacifista ha molte piu' sfaccettature di quanto immagini (leggi libri e riviste e non fermarti alle informazioni 'parziali' delle televisioni).
    A proposito, ti risulta che l'Italia abbia venduto armi all'ETA? all'IRA? agli Zapatisti?
    Guarda quante armi vendiamo all'India, al Pakistan, all'Africa.
    E poi non stupirti se queste persone scappano dai propri paesi (e chi non lo farebbe?) da guerre incivili e 'armate' da noi.

    Ciao amico

    - Scritto da: Di
    > Indipendentisti nordirlandesi: guerriglia
    > armata;
    > Indipendentisti baschi: guerriglia armata;
    > Cina: regime dittatoriale, pena di morte;
    > Cuba: regime dittatoriale, pena di morte;
    > Chiapas: guerriglia armata;
    >
    > I comunisti dicono di non volere le armi
    > eppure le usano, dicono di non volere la
    > pena di morte eppure ammazzano. L'ignobile
    > doppiezza del diavolo comunista.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Di
    > Indipendentisti nordirlandesi: guerriglia
    > armata;

    si, combattono per l'autodeterminazione dei popoli
    e saltando alla fine del tuo post non mi risulta sian comunisti anche se io come molti compagni sostengo il diritto del popolo d'irlanda all'autodeterminazione ,processo di pace in corso
    esiste anche una guerriglia lealista, e si tra i lealisti che nell'IRA esiste chi e' contrario al processo di pace ma comunque non c'entra colla notizia

    > Indipendentisti baschi: guerriglia armata;
    si, combattono per l'autodeterminazione dei popoli
    e saltando alla fine del tuo post non mi risulta sian comunisti anche se io come molti compagni sostengo il diritto del popolo euskal all'autodeterminazione ma comunque non c'entra colla notizia

    > Cina: regime dittatoriale, pena di morte;
    concordo bisogna abbatere il regime capitalista,
    imperialista e nazionalista cinese anche se travestito da socialismo -- e' stato ammesso nel WTO ma comunque non c'entra colla notizia
    > Cuba: regime dittatoriale, pena di morte;
    il regime cubano e' cambiato negli ultimi anni infatti per risolvere i suoi problemi economici dovuti all'embargo sta tradendo(almeno in parte) i principi della rivoluzione e schiaccia il dissenso (da sinistra, fatto da comunisti antiamericani e fedeli alla rivoluzione) col pugno di ferro ma comunque non c'entra colla notizia
    > Chiapas: guerriglia armata;
    si guerriglia armata in tregua da anni oramai
    d'altronde cosa potevan fare? farsi sparare addosso dai paramilitari ? dai campieri?

    >
    > I comunisti dicono di non volere le armi
    > eppure le usano,
    vedi se so che vendiamo armi a un terrorista o a
    un dittatore io mi incazzo ma l'occidente non l'ha mai fatto...ah no aspetta forse qualche volta

    Iraq , saddam hussein x contrastare l'iran

    Pinochet,Condor Plan contrastare l'avanzata progressista in america latina

    Al Qaeda , antisovietici in afganistan

    Pol Pot contrastare l'influeza sovietico-vietnamita in indocina

    ne dimentico qualcuno?

    >dicono di non volere la
    > pena di morte eppure ammazzano.
    son contrario alla pena di morte indipendentemente dal colore del partito che governa ..be a dir la verita la introdurrei
    per il riciclaggio del denaro sporco


    L'ignobile
    > doppiezza del diavolo comunista.

    dicon di esser liberali e criminalizzan l'avversario
    dicon di esser per il diritto alla vita contro l'aborto ma son per la pena di morte
    vogliono il libero mercato ma costruiscono monopoli e limitano il mercato in favore del grande capitale

    l'ipocrisia del diavolo liberal capitalista conservatore

    OpenChavez(versione bolivariana di OpenCurcio=
    non+autenticato
  • Aio!
    Tra tutti i due mi sembra siate un po' troppo radicati su posizioni ancronistiche ...

    E lavorare insieme per un mondo più consapevole no eh?

    Cla
    non+autenticato
  • con rispetto, mi associo all'invito a lavorare sul presente e non sui testi di storia e/o emotività che hanno reciporcamente ragione di essere.

    a presto
    niuno
    non+autenticato
  • Guarda che nella Germania Nazista e nella Cina Comunista hanno bruciato i libri di storia per non far ragionare la gente....medita....e pensa a quello che la storia potrebbe insegnarti (non solo la storia scritta dai vincitori).

    Ciao amico
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)