Microsoft estende i suoi servizi online

Redmond annuncia una suite di servizi dedicati alle piccole e medie imprese. I tempi non sono ancora maturi per una soluzione totalmente sul web

Redmond (USA) - Ieri Microsoft ha avviato il testing di nuovi servizi online dedicati agli utenti aziendali, servizi con cui sta tentando di adattare il proprio business al rapido mutamento del mercato, sempre più spostato verso i servizi e le applicazioni Web.

In realtà non si tratta di servizi realmente nuovi, ma dell'estensione di quelli contenuti nella suite Microsoft Online Services (MOS), lanciata lo scorso settembre, alle imprese di tutte le dimensioni: inizialmente Microsoft ne aveva infatti limitato il target alle aziende con più di 5mila dipendenti. La suite comprende strumenti per la messaggistica e la collaborazione e poggia su due piattaforme chiave come Exchange Server 2007 e Office SharePoint Server 2007.

MOS si aggiunge ad altre suite di servizi online come Office Live Workspace, dedicata a utenti consumer, professionisti e piccoli uffici, e Office Live Small Business, dedicata invece alle piccole aziende.
MOS sposa la filosofia "software più servizi" di Microsoft, secondo la quale il web fa da complemento, ma non sostituisce, il software tradizionale. Una filosofia contrapposta a quella della rivale Google, che vede il Web come una piattaforma potenzialmente capace di rimpiazzare completamente il software tradizionale. Ciò ha deluso chi si aspettava da Microsoft una mossa più coraggiosa, come ad esempio il lancio di una versione completamente web-based di Office che possa competere con suite online come Google Docs.

"La combinazione di software più servizi fornisce ai clienti una migliore scelta e flessibilità nel modo in cui accedono e gestiscono il software", ha affermato Bill Gates, chairman di Microsoft. "Con Microsoft Online Services le imprese possono utilizzare il software come un servizio su abbonamento, un servizio ospitato sui loro stessi server oppure una combinazione tra questi due modelli, in base alle specifiche esigenze. In futuro, clienti e partner possono aspettarsi di vedere questo tipo di flessibilità per tutti i software e i prodotti server di Microsoft".

MOS sarà effettivamente disponibile alle aziende di ogni dimensioni a partire dalla seconda metà dell'anno. Nel frattempo è possibile partecipare al programma di beta testing registrandosi presso il sito www.mosbeta.com.

Tra i clienti di MOS vi sono colossi del calibro di Autodesk, Blockbuster, Coca-Cola e Ingersoll-Rand.
41 Commenti alla Notizia Microsoft estende i suoi servizi online
Ordina
  • Bha!
    Per quel che può interessarti, ho più difficoltà a leggere certa documentazione in italiano che in lingua inglese.
    Non so se sono tutti co@@@@ni, ma il cliente presso cui lavoravo certamente si era fatto irretire dal marketing Microsoft, per ammissione dello stesso capoprogetto e del coordinatore (dipendenti del cliente).
    Per quanto riguarda blog e documentazione, ripeto, ho trovato in giro più domande che risposte a problemi concreti a noi prospettatici.
    E' certo, che se usi Sharepoint così, come mamma MS te lo propina e magari spendendo soldi per add-on certificati, tutto va a posto. Ma se il cliente vuole una alta personalizzazione del prodotto allora si è nei guai. Posso anche passare per uno molto ignorante in materia informatica, non starò qui a difendermi, ma che personale Microsoft non sappia rispondere a problemi e quesiti da noi rivolti è quello che ci è capitato. Questo è stato un fatto incontrovertibile.
    Inolter, la documentazione in quantità non implica qualità. Nel passato la documentazione Microsoft (ad es. SDK Win16, SDK Win32, MS SQLServer) era davvero preziosa e gli insight erano illuminanti. Quella che ho trovato su Sharepoint (ma anche su .Net) è sciatta e scialba: anche su questo, forse, sono io ad essere ormai invecchiato troppo.
    D'altronde mi fa piacere capire che per te è stata una esperienza diversa e molto più facile.
    Non credo però che lavorerei più con un prodotto del genere. Ripeto, forse sono io che non ne sono più capace. Chissà perché, però, riesco ancora a lavorare con altre tecnologie: e molto più efficacemente.Sorpresa
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 10 marzo 2008 09.30
    -----------------------------------------------------------
  • Caro effeuno,
    il mondo è cambiato un pò dai tempi dell'SDK di Win16 e Win32... la complessità delle applicazioni attuali, tutte le applicazioni attuali senza distinzioni, è aumentata esponenzialmente. Io ho avuto il "piacere" di lavorare 8 o 9 anni fà con i primi prodotti di collaboration, content management e così via, sviluppati da piccole realtà come grandi (all'epoca) produttori e onestamente quello era un delirio, altro che SharePoint!!
    Oggi le soluzioni sul mercato si stanno riducendo e consolidando, tanto che le alternative reali per aziende di una certa dimensione rimangono 2: IBM e MS.
    Nessuno dei due vendor è "perfetto", ma la situazione è cmq decisamente interessante per i clienti finali, perchè entrambe le piattaforme hanno preso una valida direzione e la competizione ne sta migliorando la qualità.
    Quali sarebbero per te le tecnologie ancora più efficaci? Svilupparsi un portale da zero in casa, magari in Java? Andare a pescare qualcosa nel mondo OSS?
    Non lo credo proprio, e non lo credono analisti, clienti e la maggior parte di chi lavora in questo ambiente.
    Saremo tutti dei coglioni?
    non+autenticato
  • Microsoft continua con la filosofia del copiare le idee
    altrui come faceva 20 anni fa senza rendersi conto che
    questo sistema non funziona più.

    -Il numero di utenti che passa da windows ad un altro sistema operativo
    cresce inesorabilmente.(mac,linux,bsd...)

    -Il famosissimo browser perde sempre più clienti a scapito di altri
    prodotti decisamente megliori(firefox opera safari) e microsoft
    se n'è accorta cercando di arginare queste perdite distribuendo
    IE liberamente(mossa inutile)

    -La guerra al web 2.0 contro google è persa in partenza
    (vedi la mossa di microsoft di acquisire yahoo)
    così come il lancio di questi servizi online già offerti da
    google già da tempo.


    -Il fatto che alcune soluzioni opensource(database,server giusto per citarni alcuni) siano migliori dei prodotti closed di microsoft
    la dice lunga.

    Conclusioni:
    La politica di marketing di billgay andava bene 20 anni fa
    e stranamente non si è accorto che oggi non può piu funzionare.

    La Sun tutto questo l'ho ha capito(vedi le recenti acquisizioni)
    non+autenticato
  • dimenticavo:

    la M$ è ancora leader nel settore office
    ma quanto durerà?
    non+autenticato
  • Quoto.
  • Cosa centra un serv offerto via web con un sistema operativo LolA bocca aperta, credo che uno deivantaggi del primo sia proprio l'indipendenza dal secondoSorride
    Quindi perche prendersela con winzozCon la lingua fuori o linux ??
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ma che microsoft della malora
    > Cosa centra un serv offerto via web con un
    > sistema operativo LolA bocca aperta, credo che uno
    > deivantaggi del primo sia proprio l'indipendenza
    > dal secondo
    >Sorride
    > Quindi perche prendersela con winzozCon la lingua fuori o linux ??

    Per i 5$ che MS paga a chi scrive cazzate sul forum di PI ovvio...
    Entra anche tu nel nostro gruppo e potrai essere ricco in poco tempo!
    non+autenticato
  • Ho usato per 6 mesi Office SharePoint Server 2007 e non posso che pensarne molto male.
    Il supporto Microsoft per il cliente (una gropssa impresa italiana) che aveva acquistato il prodotto fu davvero da piangere. Le promesse del prodotto erano del tutto infondate e la sensazione finale che si aveva era quella di un prodotto in beta venduto come release funzionante.
    Inoltre, ad una presentazione Microsoft della loro futura puiattaforma di Indexing e, fra le altre cose, presentarono Sharepoint come fulcro centrale della nuova piattaforma per i servizi enterprise.
    Questa notizia
    "...poggia su due piattaforme chiave come Exchange Server 2007 e Office SharePoint Server 2007."
    mi fa fare fosche previsioni per il futuro Microsoft.
    Però come sanno vendere il fumo quelli del marketing Microsoft, non ce n'è altri! Occhiolino
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 04 marzo 2008 12.26
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: effeuno
    > Ho usato per 6 mesi Office SharePoint Server 2007
    > e non posso che pensarne molto male.

    Quoto, io sto iniziando a utilizzarlo da ieri perché sono in una delle fortunate vincitrici (non menzionata nell'articolo)...
    La documentazione fa a dir poco ridere, il supporto è invece assolutamente da piangere...
    Io sono entrato in un gruppo che da più di un anno sta integrando tutti i servizi MS in azienda e devo dire che è veramente un bagno si sangue... è un anno che ci devono installare vista e per grossi problemi siamo ancora a carissimo amicoTriste
    Sharepoint è veramente la tomba della civiltà...
    Exchange perlomeno è una piattaforma consolidata negli anni
    Sigh che tristezza
    non+autenticato
  • Sarebbe bello se invece di lamentarvi genericamente poteste descrivere quali sono i problemi che avete con SharePoint, ad esempio.
    Chi e come sono stati portati avanti i progetti di pianificazione e installazione dei prodotti? Dimensionamenti adeguati? E prima ancora qualcuno ha valutato se quella era la tecnologia giusta per risolvere i vostri problemi?
    Chi conosce bene il mondo degli strumenti di collaborazione, dai portali in giù, sa che il mondo è pieno di progetti fatti con i piedi con qualsiasi tecnologia utilizzata, dalla share di rete in su.
    SharePoint non è perfetto, ma è sicuramente tra i prodotti più interessanti su quel mercato.
    Alternative?
    non+autenticato
  • Brevemente, su Sharepoint:

    Documentazione API davvero carente in qualità e quantità, del tipo:
    funzione <ImpostaQuesto>(<par1>)

    Input: un valore di tipo <par1>
    Descizione la funzione <ImpostaQuesto> imposta questo con il valore di par1.

    Totalmente tautologico e quindi priva di informazione. Inoltre, alcune info sono solo in pagine in giapponese (sic!). Prova a cercare in giro per forum, blog e anche tra i forum Microsoft dedicati a Sharepoint. Ci sono più domande fatte che risposte date!

    Riguardo alla situazione del cliente, questo voleva sostituire uno dei suoi portali aziendali (ed eventualmente in seguito qualche altro) scritto in Java con un altro utilizzando Sharepoint.
    1) Al cliente è stato fatto credere da consulenti Microsoft<dot>it che avrebbero avuto un portale simile al precedente ma con tutti gli annessi e connessi promessi da Sharepoint (ad es. i workflow), utilizzando però il solo Designer e senza *mai* scrivere codice C#. Salvo dire all'ultimo momento che non era possibile fare ciò che sin dal primo momento il cliente voleva (utilizzo massiccio dei workflow) *senza* scrivere i workflow in C#.
    2)Nessuno dei consulenti Microsoft<dot>it ha mai detto che personalizzare l'interfaccia utente, _come_il_cliente_la_voleva_fin_dall'inizio_, era altamente sconsigliato nella stessa documentazione Microsoft. L'amara verità haportato a creare degli accrocchi obbrobriosi per poter supportare l'interfaccia utente e la struttura gerarchica di portali/sottoportali richiesta.
    Anche l'uso delle liste di sharepoint, per contenere gli articoli da pubblicare sui portali erano insufficienti per quello che l'utente voleva fare. Meglio sarebbe stato, per il progetto in questione l'utilizzo di una piattaforma di puro Content Management personalizzabile *fin dall'inizio* con un minimo di programmazione (cosa che il cliente escludeva fin dall'inizio --"Ma alla demo mi anno assicurato che non è necessario programmmare per ottenere QUESTO!"-- e che però ha poi dovoto *per forza* fare). Ovviamente i consulenti Microsot<dot>it si sono guardati dal suggerire altro, mentre noi consulenti _altri_ purtroppo ci scontravamo contro un muro di gomma quando suggerivamo altre possibilità.

    Ora mi devo fermare, perché il tempo è tiranno, ma potrei ancora argomentare.
  • Caro effeuno,
    credo che l'ignoranza sia una brutta bestia, in qualsiasi contesto la si trovi.
    Il fatto che uno non abbia competenze per lavorare con un determinato tipo di strumenti darà risultati pessimi con qualsiasi tipo di tecnologia, da Java a SharePoint.
    Dire che le tecnologie Microsoft non sono documentate adeguatamente è una grandissima palla, tant'è che nessuno dei concorrenti, IBM compresa, ha tanta e tale ampiezza nella documentazione.
    Se tu avessi la capacità almeno di cercare in rete, troveresti una quantità di risorse sulle tecnologie SharePoint, dalla pianificazione e dimensionamento dei sistemi (tipicamente sottodimensionati e configurati male) alle varie componenti per lo sviluppo di soluzioni su quella piattaforma.
    Un esempio:

    http://msdn2.microsoft.com/en-us/office/aa905503.a...
    http://technet.microsoft.com/en-us/office/sharepoi...
    http://msdn2.microsoft.com/en-us/office/aa905503.a...

    Vogliamo poi parlare di communities e blog vari?
    http://sharepoint.microsoft.com/sharepoint/default...
    http://www.officesharepointpro.com/

    Giusto per citarne alcuni che si trovano in 5 minuti.
    Che c'è? Non sarai uno di quelli che se non c'è la documentazione in Italiano allora io riesco a leggere?

    SharePoint quest'anno supererà la soglia di 1B$ di fatturato, enormemente di più di tutta la miriade di prodottini vari per l'implementazione di soluzioni di collaboration... ma sono proprio tutti così coglioni secondo te i clienti in giro per il mondo?

    Mah...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ray
    > ...dopo!
    >
    > http://yep.it/gap
    >
    > Sorride

    Avevi qualche dubbio? Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • Ma chi la conosce sta roba!

    Ma cos'è la gara a chi scova il software più sfigato della rete?
    non+autenticato
  • - Scritto da: BLah
    > Ma chi la conosce sta roba!
    >
    > Ma cos'è la gara a chi scova il software più
    > sfigato della
    > rete?

    Ah, quindi mighty MS arriva alle cose dopo gli sfigati?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)