Acceleratore controllato via satellite

Ci vogliono provare in Francia per far rispettare i limiti di velocità sottraendo controllo al guidatore. Partono i test

Roma - Arriva da Parigi una notizia che ha dell'inquietante: il testing di un sistema che sfrutta anche il satellite per impedire al guidatore di un veicolo compatibile con questo apparato di superare i limiti di velocità...

Stando a quanto riportato da un giornale specializzato nel settore delle automobili, Auto Plus, a sostenere gli esperimenti sono le due case francesi Peugeot e Renault, pronte a quanto pare a far sì che il sistema di controllo automatico possa impedire ai propri clienti di gestire l'automobile a proprio piacimento.

Sebbene non siano del tutto chiari i dettagli tecnici di questo sistema si sa che nei prossimi giorni due automobili saranno collaudate presso l'INRETS, vale a dire l'Istituto nazionale della ricerca sul trasporto e la sicurezza. Se i collaudi daranno esito positivo allora per sei mesi altri 20 veicoli, 10 Renault e 10 Peugeot, saranno messe alla prova nei sobborghi parigini.
Auto Plus sostiene che "per il guidatore, questo significa che l'acceleratore non sarà operativo perché il flusso di carburante sarà regolato da un computer a bordo connesso a sua volta ad un sistema GPS", il sistema di localizzazione satellitare.

Il costo del progetto pare sia di circa 5,6 milioni di euro e potrebbe trasformarsi in un'offerta commerciale non prima del 2010.
TAG: ricerca
80 Commenti alla Notizia Acceleratore controllato via satellite
Ordina
  • ...e quanti soldi spesi....

    Si farebbe di tutto pur di guadagnare, anche speculare sulla vita umana SOPRATTUTTO sulla vita umana!

    Guidare è relativamente semplice, condividere la strada con gli imprevisti è difficile.

    Ho letto i commenti di altri e molti lapidariamente affermano che la velocità è un pericolo, che la lentezza è un pericolo, che la strada è un pericolo, ecc... .

    Molte cose sono pericolose ma a volte necessarie, fondamentalmente VIVERE E' PERICOLOSO!!!

    Vi faccio un'esempio... Un ambulanza con un ferito a bordo corre per portarlo in ospedale e forse per salvargli la vita ma cosi facendo incrocia sul suo cammino centinaia di persone, macchine, moto e quant'altro voi direte quello è un soccorso ma nella sua corsa per salvare una vita ne mette in pericolo molte altre!!! Allora cosa è giusto????

    Se un camion dei Vigili del Fuoco corre per un incendio sono tonnellate che si spostano con velocità ed è improbabile che riesca a fermarsi in tempo in caso che un pedone o un'auto gli attraversi la strada. La sirena e il lampeggiane non sono uno scudo contro gli incidenti e non permettono di "volare" in caso di necessità è triste ammetterlo ma è così. Ogniuno di noi pretente l'ambulanza "SUBITO" o la polizia in pochi secondi sul posto ma non si risparmiano i commenti negativi se poi capità l'incidente. Tutti criticano tutti e si è pronti a lapidare chiunque "ammetta" di superare i limiti, siamo tutti puristi finche non si ha fretta perche siamo in ritardo al lavoro o perche la moglie scalpita perchè si fredda la cena e pianta una discussione infinita, siamo esseri umani con infinite necessità e nessun computer potra mai capirci.

    Certo è ovvio gli incidenti vanno evitati ma è impensabile credere che non succedano più e se il satellite sbaglia? chi paga? Ricordate che la responsabilità comunque vada è di chi guida, quindi satelliti computer ecc... sono soldi buttati.

    Riparassero le strade, la segnaletica, valutate la pericolosità dei ponti, illuminazione delle gallerie e delle strade e in contemporanea formiamo la coscienza delle persone sin da bimbi inoltre promuoviamo corsi di guida sicura in pista facendo provare gli effetti di una sbandata o di una frenata dul bagnato in modo da preparade le persone anche agli imprevisti e non come capita a determinate persone che solo per un piccolo ostacolo facilmente evitabile frenano in modo inconsulto creando il caos e mettendo a rischio tutti o peggio creando un tamponamento a catena per poi asserire con aria allibita che "gli altri" andavano come pazzi.

    I discorsi sono tanti e lunghi stà di fatto che tutti questi "giocattoli satellitari" servono solo ad alimentare le grosse Company che creano illusioni di sicurezza.

    Spendere quei soldi per la ricerca sul cancro salverebbe molte più vite sia ora che negli anni a venire.
    non+autenticato
  • Per ridurre questo problema la soluzione che ritengo migliore:

    Obbligare tutte le auto ad andare al massimo a 100km/h

    La ferrari vuole vendere una macchina che va piu' di 100 km/h: non puo' per legge.

    Hai fretta? parti prima.

    Siete piloti esperti? mi dite cosa fate a 200 km/h in austostrada se si rompe uno dei seguenti pezzi

    - freni
    - braccetti
    - scoppia una ruota

    E' pericoloso anche a 100, ma volete mettere la differenza tra andare a 100 e andare a 200 e sbattere contro qualcosa.

    Il problema è che gli italiani hanno fretta e non possono perdere tempo, ma quando poi succede l'incidente e ci scappa il morto sono tutti a piangere.

    Se non la nebbia tutti andassero a 50 km/h quanti morti succederebbero ogni anno?

    Qualche tempo fa stavo andando nel paese vicino, ero in strada extraurbana, andavo a circa 70 km/h, in fondo ad una discesa in curva uno mi sorpassa ad alta velocità, subito dopo la curva si è trovato la coda del semaforo, per evitarla si è dovuto mettere sull'altra corsia (contromano) ma anche di li venivano macchine, ha evitato un incidente per mircaolo, 300 metri dopo ha ripreso andare come un pistola.

    ciao

    p.s. ma i limiti in quanti li rispettano?
    non+autenticato

  • in linea di principio sono d'accordo:
    si stabilisca una velocità oltre la quale E' FOLLE PER CHIUNQUE viaggiare e limitiamo per legge la velocità max permesse dalle centraline.

    Propendo per un salomonico 190Km/h. Non possono circolare per legge auto che possono superare questa velocità.
    Se vengono beccate auto modificate vengono immediatamente confiscate. Punto.

    Rimarranno ancora molti problemi di sicurezza, certo, ma intando togliamo di mezzo una volta per tutte quei pazzi in Porsche e Mercedes che sfrecciano ai 200 orari sentendosi padroni del destino del mondo.

    Tamerlano

    non+autenticato
  • - Scritto da: Tamerlano
    >
    > in linea di principio sono d'accordo:
    > si stabilisca una velocità oltre la quale E'
    > FOLLE PER CHIUNQUE viaggiare e limitiamo per
    > legge la velocità max permesse dalle
    > centraline.
    >
    > Propendo per un salomonico 190Km/h. Non
    > possono circolare per legge auto che possono
    > superare questa velocità.

    Ehm, non è un po' altino come limite? Sorride

    Lo so, lo so, il problema è che bisogna trovare un limite che vada bene sia alla Mercedes nuova in ottime condizioni che alla Ford Escort di 20 anni fa...

    ciao
    Agostino


    non+autenticato
  • Qualcuno ha idea a che serva il GPS, quando un'auto conosce perfettamente la propria velocità ??? (Basta vedere che il tachimetro misura una tensione proporzionale alla velocità ...)
    Vogliono forse archiviare in un sistema tutti i nostri spostamenti ???
    non+autenticato


  • - Scritto da: mmx
    > Qualcuno ha idea a che serva il GPS, quando
    > un'auto conosce perfettamente la propria
    > velocità ??? (Basta vedere che il tachimetro
    > misura una tensione proporzionale alla
    > velocità ...)

    Già. Ma non la propria posizione.

    Ma puoi sempre limitare la velocità in autostrada a 50 km/h.

    Oppure permettere i 130 km/h in città...

    > Vogliono forse archiviare in un sistema
    > tutti i nostri spostamenti ???

    Il gps riceve, non trasmette...


    non+autenticato
  • > Già. Ma non la propria posizione.
    >
    > Ma puoi sempre limitare la velocità in
    > autostrada a 50 km/h.
    ... non è una cattiva idea ...
    >
    > Oppure permettere i 130 km/h in città...
    ...neanche questa è una cattiva idea ...
    >
    > Il gps riceve, non trasmette...
    Ho proprio detto una ca...ta ...
    scusatemi ...
    devo avere qualche complesso di persecuzione ultimamente .... Sorride)
    non+autenticato
  • Ancora una volta, invece di risolvere il problema alla radice, si cerca di fare dei truschini costosi, inefficienti, pericolosi.
    Ci sono incidenti sulle strade?
    in Italia gran parte degli incidenti viene archiviato come "errore del guidatore", ma non vengono cercate le cause dell'errore.
    Per esempio, ci sono curve che cominciano ampie, cosa che porta a prenderle a velocita' piuttosto elevata, e che si "stringono" subito dopo. risultato? gente che esce di strada, testacoda, frontali. Mai nessuno che dica "Controlliamo tutte le strade, per vedere i punti pericolosi ed eliminarli". C'è un buco sulla strada? macche' tapparlo, meglio mettere un cartello di limite dei 30 all'ora, cosi' se la macchina ti piomba in un buco di 20 cm di profondita', la colpa e' sempre tua.
    Tanta gente supera il limite di velocita'? autovelox, spesso nascosti. In questo modo gli automobilisti rallentano subito prima del velox, e accelerano a velocita' folle subito dopo, "tanto vorrai mica che ci siano due autovelox a poca distanza uno dall'altro".
    non+autenticato

  • > in Italia gran parte degli incidenti viene
    > archiviato come "errore del guidatore", ma
    > non vengono cercate le cause dell'errore.
    > Per esempio, ci sono curve che cominciano
    > ampie, cosa che porta a prenderle a
    > velocita' piuttosto elevata, e che si
    > "stringono" subito dopo. risultato? gente
    > che esce di strada, testacoda, frontali.

    Hai fatto un esempio a dir poco calzante. La scorsa settimana ero lungo una strada che ad un certo punto terminava con un muro, e bisognava girare a sinistra. Arrivo alla fine della strada, un lungo rettilineo, e solo allora mi accorgo che un'altra strada la interseca perpendicolarmente (classico incrocio a T , insomma): nascosta dalla vegetazione, alla mia sinistra ed alla mia destra un'altra strada proseguiva quasi invisibile.
    L'incrocio, manco a dirlo, NON era segnalato da nessuno dei due lati. Secondo me uno che arriva lì anche solo a 50/60 all'ora si trova decisamente a rischio, ma dopo 300 metri di rettilineo larghi e ben asfaltati non si può pretendere che la gente arrivi lì in seconda a passo d'uomo...

    Condivido tutto quello che hai scritto.

    ciao
    Agostino


    P.S. Ehi, mica sarai il Vertigo di Fidonet?Sorride
    non+autenticato
  • > P.S. Ehi, mica sarai il Vertigo di Fidonet?
    > Sorride

    no, sono vertigo solo su p.i. e su codice aperto.
    ciao
    non+autenticato
  • che gran vacade!
    dateli a me tutti quei soldi!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)