Ask.com rinuncia a competere con Google

Un altro search engine decide di rinunciare a competere con il colosso del search. Ask cambia tutto

Roma - Licenziamento di 40 dipendenti e ritorno alle origini, con un ridimensionamento del business e una ri-focalizzazione su un target molto specifico: questo, in sintesi, il cambio di rotta deciso da Ask.com, il quinto motore di ricerca su Internet.

Ask ha infatti deciso di abbandonare la caccia a Google, un competitor che nonostante i molti propri prodotti e le ottime tecnologie di search, non riesce ad avvicinare: sul mercato USA del search, a Google viene attribuita una quota del 58,8 per cento, contro il 4,5 di Ask.

L'idea, ora, è di spostare Ask da un target generalista a quello delle madri di famiglia, alle quali sottoporre prodotti e servizi di ricerca mirati, meglio se sponsorizzati e pensati per promuovere il commercio elettronico.
Così facendo Ask torna almeno in parte alle sue origini, quelle di un servizio pensato per offrire risposte utili alla quotidianità delle famiglie.
1 Commenti alla Notizia Ask.com rinuncia a competere con Google
Ordina