Dell infila Linux nei suoi notebook

Anche Dell, dopo Compaq ed IBM, offre i primi modelli di notebook equipaggiati con Red Hat Linux. Pare ormai irresistibile l'appeal del sistema open source

Round Rock (USA) - Dopo che i più recenti kernel di Linux hanno apportato anche in questo sistema operativo tutte le modalità più avanzate di risparmio energetico, l'OS del pinguino è divenuto ottimo anche per i PC portatili.

Dopo firme come Compaq e IBM, anche Dell si è dunque decisa ad offrire i primi modelli di notebook equipaggiati con Linux, in particolare con la distribuzione di Red Hat nella versione 6.1.

Dell, che già offre l'alternativa a Windows su alcune sue workstation e PC desktop, afferma che il prezzo dei suoi due modelli di notebook equipaggiati con Linux, l'Inspiron 7500 ed il Latitude CPX, si mantiene uguale a quello delle versioni con Windows. Sebbene di primo acchito si possa pensare che un da un PC equipaggiato con Linux si debba stornare il costo di Windows, in realtà va aggiunto il costo che il produttore deve sostenere per verificare attentamente la compatibilità dell'hardware con un sistema operativo, come Linux, in debito ancora di molti driver di periferica, un costo che va a bilanciare la gratuità dell'OS.