Luca Annunziata

Jimbo Wales, la tempesta continua

Non si placa la mareggiata che investe il fondatore di Wikipedia. Che ora deve difendersi anche da accuse di estorsione che sanno di troll

Roma - Ce l'hanno tutti con lui, povero Jimbo! Adesso alla lista dei suoi guai si è aggiunta pure l'accusa di aver chiesto una cospicua donazione di 5mila dollari a Jeff V. Merkey, un ex-dirigente Novell al centro di una serie di vicende giudiziarie con la sua vecchia azienda, per rivedere in meglio la pagina che lo riguardava su Wikipedia. Accuse rispedite al mittente, ma attorno alle quali continua il gossip in rete.

Jimbo Wales, la tempesta continuaSecondo le accuse, mosse dallo stesso Merkey, Wales sarebbe intervenuto per editare e addirittura cancellare e riavviare da zero la stesura del suo profilo sull'enciclopedia libera.

Per evitare, poi, che in futuro la pagina potesse di nuovo popolarsi di contenuti non appropriati, Wales avrebbe posto la pagina sotto la sua protezione, rendendola inaccessibile per le modifiche a tutti tranne che agli administrator di Wikipedia. Il tutto dopo aver chiesto in cambio una sostanziosa offerta all'organizzazione, e a condizione di riceverla.
In seguito, Jeff V. Merkey sarebbe anche stato "bannato" dalla enciclopedia libera, a causa di una discussione in merito all'utilizzo delle donazioni ricevute dalla fondazione e al successivo rifiuto di rinnovare la propria offerta annuale per Wikipedia.

Ai commentatori, comunque, non va proprio giù l'immagine che il fondatore di Wikipedia sta dando di sé: tra carte di credito aziendali e biglietti aerei costosi, per non parlare di relazioni sentimentali con conflitto di interessi compreso nel prezzo, Jimmy Wales esce con le ossa rotte dai pettegolezzi che si diffondono online.

A sostenerlo, tuttavia, nella sua battaglia nel dichiararsi estraneo alle accuse è giunta anche Sue Gardner, a capo da qualche mese di Wikimedia (l'organizzazione che gestisce le donazioni fatte a Wikipedia), spiegando che tutte queste voci provengono dal blog di "un ex-dipendente arrabbiato", che si limita a mettere in giro notizie prive di fondamento e non verificabili amplificate dai media e che non rendono giustizia al vero Jimbo: "╚ un bravo ragazzo (Wales, ndr), è davvero un bravo ragazzo, modesto e oculato" ha spiegato a CNET.

Ma se non bastassero le chiacchiere su biglietti aerei per la Corea, non bastassero i presunti depistaggi della stampa per coprire il grande capo, ecco la tegola dell'estorsione che Wales non ha esitato a bollare come "totalmente priva di significato", liquidandola in quattro e quattr'otto.

Che queste accuse siano vere o false, forse prima o poi sarà chiamato un tribunale a deciderlo. Quello che interessa a molti wikipediani, tuttavia, è la trasparenza: una condizione irrinunciabile per garantire credibilità e autorevolezza all'enciclopedia libera.

Luca Annunziata
8 Commenti alla Notizia Jimbo Wales, la tempesta continua
Ordina
  • Ave.

    E siamo ancora quì a discutere "del sesso degli angeli".

    E' sotto gli occhi di chiunque consulti wikkiwikki:
    VA BENE fintantochè fornisce DATI OGGETTIVI
    NON VA BENE quando fornisce OPINIONI SOGGETTIVE

    Se si togliessero le opinioni e si continuassero a correggere gli errori sui dati, mantenendo l'attuale struttura e contribuzione......wikkiwikki diventerebbe FINALMENTE "WIKIPEDIA" l'unica vera enciclopedia online dispobibile per TUTTI!

    Ma siamo "costretti" da qualcuno a perdere il nostro tempo a discutere del sesso degli angeli.

    A presto.
    Nilok
    Nilok
    1925
  • Wales sarebbe intervenuto
    Wales avrebbe posto la pagina
    Merkey sarebbe anche stato "bannato"

    gente... questa la chiamate una notizia?
    una serie di condizionali basati su accuse non verificabili?
    ma è uno scherzo o cosa?
  • Devo quotare. This is not good informationDeluso
    non+autenticato
  • anche in questo caso le soluzioni centralizzate si sono dimostrate controproducenti e fallimantari.
    Accentrare una simili mole di informazioni nelle mani di pochi, puo' essere una mossa molto rischiosa. A nulla importa se dietro wikipedia ci sono milioni di cittadini liberi che contribuiscono a far crescere la piu' immensa opera letteraria che sia mai stata concepita.
    Quello che non va' e' il controllo centralizzato. E' come se linux appartenesse a una sola persona, anche se frutto del contributo di tutti.
    Questo e' assurdo.
    La licenza di wikipedia e' open source, ma i server su cui sono registrate le pagine non sono gestiti in modo libero.
    Bisogna ritornare al passato, al vecchio sistema usenet. Tanti snodi indipendenti che pubblicano ciclicamente i contenuti agigornandosi a vicensa.

    Inoltre in questo modo ogni nodo potrebbe applicare diverse regole di moderazione così da evitare o filtrare preventivamente le modifiche-vandalizzazioni che spesso toccano temi politici e-o storici.

    Ecco come dovrebbe essere wikipedia, non centralizzata, ma finalmente gestita dal basso.

    Niente soldi, niente fondazioni succhiadenaro che custodiscono nei loro forzieri milioni di dollari.
    Ogni snodo verra' autogestito da volontari, un po' come capita con phon. Con un sistema simile al bittorrent inoltre si potrebbero persino ovviare ai problemi di banda.
    Un sistema decentralizzato metterebbe inoltre al riparo da vandalismi e azioni ricattarorie.

    La conoscenza e' di tutti, come la liberta'.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 12 marzo 2008 00.19
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: mes.id

    > Bisogna ritornare al passato, al vecchio sistema
    > usenet. Tanti snodi indipendenti che pubblicano
    > ciclicamente i contenuti agigornandosi a
    > vicensa.

    [...]

    > Ogni snodo verra' autogestito da volontari, un
    > po' come capita con phon. Con un sistema simile
    > al bittorrent inoltre si potrebbero persino
    > ovviare ai problemi di
    > banda.
    > Un sistema decentralizzato metterebbe inoltre al
    > riparo da vandalismi e azioni
    > ricattarorie.

    Il paragone non calza: l'NNTP e' un protocollo server-client, non p2p.
    Inoltre i protocolli p2p hanno comunque dei problemi di scalabilita': all'aumentare delle dimensioni della rete impieghi sempre piu' tempo per rintracciare i contenuti e impieghi sempre piu banda per trasmetterli. Guarda caso, per bittorrent esistono i tracker, server esterni alla rete, come indici dei contenuti ...

    Quanto alla gratuita', non metterei la mano sul fuoco: i server NNTP in Italia sono gestiti dai provider, da alcuni privati che rivendono il servizio usano un sottoprodotto (banda aziendale in eccedenza), da alcune organizzazioni senza scopo di lucro e da alcuni per uso personale / privato. Gira sotto it.news.moderazione e it.news.gcn per conoscere alcuni di essi.
    Agggiungi il fatto che ogni gestore del server sceglie le gerarchie da scaricare per evitare di consumare banda e risorse, solo Google Groups e pochi altri le mantengono: questo sarebbe un arbitrio inacettabile per una Wiki distribuita.

    e.l.f.
  • quoto

    - Scritto da: mes.id
    > anche in questo caso le soluzioni centralizzate
    > si sono dimostrate controproducenti e
    > fallimantari.
    > Accentrare una simili mole di informazioni nelle
    > mani di pochi, puo' essere una mossa molto
    > rischiosa. A nulla importa se dietro wikipedia ci
    > sono milioni di cittadini liberi che
    > contribuiscono a far crescere la piu' immensa
    > opera letteraria che sia mai stata concepita.
    >
    > Quello che non va' e' il controllo centralizzato.
    > E' come se linux appartenesse a una sola persona,
    > anche se frutto del contributo di
    > tutti.
    > Questo e' assurdo.
    > La licenza di wikipedia e' open source, ma i
    > server su cui sono registrate le pagine non sono
    > gestiti in modo
    > libero.
    > Bisogna ritornare al passato, al vecchio sistema
    > usenet. Tanti snodi indipendenti che pubblicano
    > ciclicamente i contenuti agigornandosi a
    > vicensa.
    >
    > Inoltre in questo modo ogni nodo potrebbe
    > applicare diverse regole di moderazione così da
    > evitare o filtrare preventivamente le
    > modifiche-vandalizzazioni che spesso toccano temi
    > politici e-o
    > storici.
    >
    > Ecco come dovrebbe essere wikipedia, non
    > centralizzata, ma finalmente gestita dal
    > basso.
    >
    > Niente soldi, niente fondazioni succhiadenaro che
    > custodiscono nei loro forzieri milioni di
    > dollari.
    >
    > Ogni snodo verra' autogestito da volontari, un
    > po' come capita con phon. Con un sistema simile
    > al bittorrent inoltre si potrebbero persino
    > ovviare ai problemi di
    > banda.
    > Un sistema decentralizzato metterebbe inoltre al
    > riparo da vandalismi e azioni
    > ricattarorie.
    >
    > La conoscenza e' di tutti, come la liberta'.
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 12 marzo 2008 00.19
    > --------------------------------------------------
    non+autenticato
  • - Scritto da: mes.id

    > La conoscenza e' di tutti, come la liberta'.

    Sbagli tutto.
    ╚ giusto che il sistema sia controllato da pochi. Che poi sono quei pochi che ti controllano la vita. Controllano le informazioni che ti arrivano e ti fanno pensare da "uomo libero" sulla base di informazioni non libere.

    Se tu pensassi da uomo libero con informazioni libere, saresti pericoloso, non controllabile, un potenziale pericolo per le organizzazioni che controllano tutto, controllano il controllabile ed anche quello che tu pensi che non lo sia.

    I giudizi, i gusti, la vita della gente.

    Ormai è tutto così. Ti fanno pensare di avere scelta di informazione, ma in realtà ti fanno scegliere tra informazioni già controllate. Le opzioni che ti vengono date sono sempre quelle, limitate. Ma l'importante è che tu sappia, che tu pensi che puoi fare tutto, puoi sapere tutto, puoi scegliere quello che vuoi tu.

    Usenet è scomoda, usenet è comunista. Perchè ognuno può dire quello che vuole, ognuno può dire quello che pensa. Usenet era (ed è) il modo migliore per fare informazione, per condividere, discutere, parlare, migliorare la propria cultura su ogni argomento. Ma è scomoda per chi sta li in alto, perchè non puoi controllarla, non c'è un sistema centrale che possa filtrare i messaggi.

    Comuqnue, se mi cercate, sono su Usenet... Occhiolino