Microsoft: sulle licenze abbiamo sbagliato

Il CEO di Microsoft ammette che il nuovo sistema di licenze del software ha infastidito i clienti dell'azienda. E promette: semplificheremo

Roma - Steve Ballmer, CEO di Microsoft, ha ammesso nelle scorse ore che il sistema di licenze del software della sua azienda introdotto in due fasi nei mesi scorsi ha disturbato molti clienti, al punto da indurre il colosso del software a cambiare rotta.

"Ci sono ancora clienti oggi - ha affermato Ballmer - che ci dicono di non capire i nostri accordi di licenza. Perché sono lunghi e complicati. Quindi intendiamo semplificarli".

Come si ricorderà, le novità riguardano soprattutto la messa in campo di opzioni, per i clienti che lo desiderano, di acquisire in qualsiasi momento una licenza completa oppure ottenere un prezzo bloccato per i successivi aggiornamenti del software, opzioni evidentemente un po' troppo complesse e che hanno forse contribuito anche al calo di vendite di prodotti di punta, come la suite da ufficio Office.
Ballmer ha ammesso che la rivoluzione delle licenze è finita per pesare economicamente sui clienti e ha sottolineato come questo sia un problema. "Quello che ora sappiamo - ha spiegato - è che non semplificheremo nulla se questo finisce per causare un qualsiasi problema come quello che abbiamo visto sul piano finanziario per alcuni nostri clienti".
TAG: mercato
13 Commenti alla Notizia Microsoft: sulle licenze abbiamo sbagliato
Ordina
  • Ho recentemente (ma non troppo) acquistato 3 copie con relativa licenza di Winzoz Xp Pro, seriamente intenzionato a installare il service pack 1 e sorpresa delle sorprese...non sono riuscito nell'intento kon nessuna, perche' mi dice che il mio codice non e' ritenuto valido e du rivolgermi a Mircozoz x ottenerne un'altro

    andiamo bene
    non+autenticato
  • che ca22o aspetta Biggi' a LICENZiare quel cojonazzo di Ballmer?
    non+autenticato
  • Moltissime persone non capiscono un comma, figuriamoci se capiscono un accordo di licenza. Ci vorrebbe un tramite o intermediario come il notaio per i contratti.
    non+autenticato
  • Io sono un rivenditore ... e trovo allucinante ed incomprensibile il nuovo sistema di licenze. Microsoft ad un certo punto ha predisposto sul suo sito un wizard che guida l'utente per fargli capire quale soluzione gli è più adatta.
    Il problema è che l'utente non capisce e si deve semplicemente "fidare" di Micorsoft... figurarsi!
    Un paio di mesi fa' mi sono messo a ridere quando ho ricevuto un lussuosissimo depliant Microsoft nel quale mi si invitava a partecipare ad un concorso: se avessi risposto questionario telefonico sul loro sistema di licenze, avrei vinto una cena nel ristorante più costoso della mia città Perplesso ... evidentemente non era poi così facile vincere Occhiolino .... Mi domando: ma questi manager che devono arrivare ad invetarsi queste robe, non si rendono conto che il problema non è la gente che non capisce ma il loro sistema che è sbagliato? E' semplicemente segno di arroganza....
    non+autenticato
  • > problema non è la gente che non capisce ma
    > il loro sistema che è sbagliato? E'
    > semplicemente segno di arroganza....

    a quanto apre se ne sono accorti...
    un detto dice che solo gli stupidi non cambiano idea
    non+autenticato


  • - Scritto da: maks
    > > problema non è la gente che non capisce ma
    > > il loro sistema che è sbagliato? E'
    > > semplicemente segno di arroganza....
    >
    > a quanto apre se ne sono accorti...
    > un detto dice che solo gli stupidi non
    > cambiano idea

    . . . vero e solo gli stupidi perseverano negli erroriSorride
    non+autenticato
  • ma quali errori quelli ci fanno i megli tornesi...

    purtroppo
    non+autenticato
  • - Scritto da: wolfPD
    > Io sono un rivenditore ... e trovo
    > ....
    > Mi domando: ma questi
    > manager che devono arrivare ad invetarsi
    > queste robe, non si rendono conto che il
    > problema non è la gente che non capisce ma
    > il loro sistema che è sbagliato? E'
    > semplicemente segno di arroganza....
    E si' che dovrebbero saperlo che prima delle
    grosse riunioni aziendali la coca non aiuta!!!! (Ficoso)
    non+autenticato
  • ... diventa pericoloso nel momento in cui gli utenti hanno delle alternative.

    Prima di Linux e OpenOffice non le avevano, adesso si'.

    Saluti

    Giorgio
    non+autenticato


  • - Scritto da: Giorgio
    > ... diventa pericoloso nel momento in cui
    > gli utenti hanno delle alternative.
    >
    > Prima di Linux e OpenOffice non le avevano,
    > adesso si'.
    >
    > Saluti
    >
    > Giorgio

    veramente l'avevano pure prima...
    non+autenticato


  • - Scritto da: memory
    >
    >
    > - Scritto da: Giorgio
    > > ... diventa pericoloso nel momento in cui
    > > gli utenti hanno delle alternative.
    > >
    > > Prima di Linux e OpenOffice non le
    > avevano,
    > > adesso si'.
    ..
    >
    > veramente l'avevano pure prima...


    ... ma questa alternativa (LINUX, perché OpenOffice.org è storia recente) era valutata non sufficientemente adatta ad un utente inesperto.
    Per quanto a mio personale parere questa valutazione fosse errata, il mercato viene costruito da coloro che investono e propondono soluzioni.
    Adesso le cose sono cambiate; ora PC con LINUX cominciano a essere venduti da vari distributori (come Wall-Mart).

    Ora, inoltre, microsoft deve stare attenta alle proprie azioni sugli OEM "ribelli": ora microsodt è un monopolio che ha già subito una condanna e attende la pena. Se fa qualche altra "sgarberìa" verrà spolpata dai concorrenti danneggiati.




    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)