Caso eBayAbuse, Altervista precisa

Come già Aruba, anche il celebre fornitore di servizi AlterVista spiega le misure adottate nelle scorse settimane con il sito eBayAbuse

Roma - Il sito eBayAbuse è oggi disponibile online ma non è sempre stato così: nelle scorse settimane, come si ricorderà, il fornitore di hosting Aruba aveva chiarito le ragioni dietro la sospensione temporanea dei servizi al sito, oggi sulla stessa scia anche AlterVista, celebre punto di riferimento per la rete italiana, spiega la propria posizione e le miusure adottate.

"Mi preme precisare - spiega a Punto Informatico Gianluca Danesin di AlterVista - a far luce su alcune zone d'ombra e rettificare alcune informazioni inesatte recentemente circolate in rete, che AlterVista ha agito nel puro e semplice rispetto delle normative italiane, che prevedono determinate responsabilità e compiti per l'hosting provider, premurandosi inoltre di cagionare il minor disagio possibile al webmaster".

"Il sito - sottolinea Danesin - non è stato bloccato, né è stato impedito al webmaster di accedere ai propri dati o mettere online altri contenuti, nessun contenuto è stato inoltre eliminato, ma sono soltanto state messe offline, chiedendo inizialmente al webmaster stesso di farlo, quelle parti oggetto di un esposto alle Autorità Competenti del quale siamo stati portati a conoscenza".
Come si ricorderà Aruba aveva spiegato come nel proprio contratto sia previsto che "a tutela sia del diffamante sia del diffamato, che in caso di contenzioso sia possibile interrompere l'erogazione del servizio bloccando la visibilità sul web, il tutto a protezione dei nostri clienti".
8 Commenti alla Notizia Caso eBayAbuse, Altervista precisa
Ordina