Thunderbird 3? No, Spicebird

Anticipando i progetti di Mozilla, una start-up indiana ha sviluppato una versione pepata di Thunderbird, comprensiva di agenda, instant messaging e feed reader

Roma - Mentre la neonata Mozilla Messaging sta lavorando su Thunderbird 3, la piccola software house indiana Synovel ha deciso di non attendere oltre e rilasciare una propria evoluzione del famoso client email open source.

Spicebird, questo il nome del software, anticipa alcune delle caratteristiche che si troveranno nelle future versioni ufficiali di Thunderbird: la più importante è l'integrazione, in un'unica applicazione e in un'unica interfaccia, di alcuni dei più importanti strumenti per la collaborazione.

Attualmente Spicebird sposa le funzionalità di posta elettronica con quelle di agenda, gestione delle attività individuali, instant messaging e feed reader: nulla che già non si possa aggiungere a Thunderbird attraverso le estensioni oggi disponibili, ma il vantaggio fornito da Spicebird è una più stretta integrazione tra le parti e un'interfaccia più omogenea. In futuro Synovel conta di inglobare nel proprio software anche funzionalità VoIP e video.
L'interfaccia di Spicebird riesce ad accomodare i suoi vari moduli - Home (feed RSS e orologio), Mail&News, Contacts (rubrica e IM), Calendar (agenda) e Tasks (gestione attività) - grazie all'utilizzo dei tab: una soluzione che consente di spostarsi da una sezione all'altra del programma con un semplice clic del mouse.

Spicebird 0.4


Le funzionalità di agenda integrate in Spicebird sono fornite da Lightning, lo stesso componente open source che si troverà integrato in Thunderbird 3 (e che può essere aggiunto anche a Thunderbird 2 scaricando l'omonima estensione).

Il client di instant messaging incluso in Spicebird, accessibile dal tab Contacts, si basa invece sul protocollo XMPP di Jabber (lo stesso usato da Google Talk) e, in particolare, sull'implementazione Mozilla-based xmpp4moz. A partire dalla versione 0.7, questa parte del software beneficerà di numerosi miglioramenti, sia estetici che funzionali, quali il supporto a più reti IM (grazie ad un gateway), alla cronologia e ai profili.

A partire dalla versione 0.7 sarà introdotto anche il pieno supporto alle estensioni di Thunderbird e verrà aggiunta una funzione per la pubblicazione, via email, di post sui blog.

Spicebird 0.4


Va detto che le modifiche apportate da Synovel a Thunderbird sono quasi tutte relative al front-end, e dunque all'interfaccia utente: la società afferma che le poche migliorie apportare al nucleo del programma sono state immediatamente condivise con la comunità di Thunderbird, e potranno dunque essere utilizzate dagli sviluppatori per migliorare il client ufficiale.

L'azienda indiana assicura che Spicebird resterà sempre gratis e open source: il suo obiettivo è quello di guadagnare attraverso la commercializzazione di una piattaforma client-server per la collaborazione che utilizzerà Spicebird come componente client.

Spicebird 0.4 può essere scaricato nella versione Windows e Linux da qui, ma per il momento nella sola lingua inglese e solo per piattaforme a 32 bit. Il programma può convivere pacificamente con Thunderbird grazie al fatto che utilizza una differente cartella di archiviazione dei file.
103 Commenti alla Notizia Thunderbird 3? No, Spicebird
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)