luigi76

Email Microsoft per il Comune di Milano

Il municipio lancia l'email per residenti. Microsoft ha vinto la gara battendo anche le piattaforme open, ed ora si assume i costi del servizio dando ulteriore fiato a Windows Live. I particolari

Milano - Una casella di posta elettronica identificherà i cittadini milanesi che vogliono comunicare con l'amministrazione comunale e che desiderano ricorrere a questo strumento. Il comune meneghino ha infatti siglato un accordo con Microsoft per offrire a tutti i cittadini residenti con almeno 15 anni di età un'identità digitale. Ieri, alla presentazione, è stato spiegato che l'indirizzo sarà "PEC-enabled", consentirà duunque di utilizzare anche la posta elettronica certificata e sopratutto di "ottenere risposte ai quesiti" posti all'amministrazione "in tempi più brevi rispetto ad oggi".

Email Microsoft per il Comune di MilanoA partire dal primo aprile, Palazzo Marino metterà a disposizione un milione di indirizzi attivabili gratuitamente sulla piattaforma Windows Live. La registrazione sarà effettuata inserendo nome, cognome, codice fiscale e carta d'identità del richiedente.

Al termine della procedura verrà attivato un account composto da nome e cognome, seguiti dal dominio milanosemplice.it (nome.cognome@milanosemplice.it). Il portale fornisce l'ID e una password temporanea, mentre il servizio entra a regime dopo 24 ore, dopo l'inserimento di una nuova password. I residenti con poca dimestichezza informatica, potranno attivare lo stesso servizio per telefono, chiamando il numero: 02-0202.
La casella di posta elettronica, oltre a garantire un profilo identificativo certo, consentirà di inviare comunicazioni burocratiche e di ottenere informazioni tramite un risponditore automatico in chat. "L'obiettivo è ridurre i tempi di accesso ai servizi della Pubblica Amministrazione e innalzarne la qualità", ha spiegato nel corso della presentazione l'assessore alla Qualità, servizi al cittadino, semplificazione e servizi civici del Comune di Milano Stefano Pillitteri. Il quale ha poi rivendicato: "Siamo la prima città europea che adotta questa piattaforma".

La scelta del fornitore, ricorda l'assessore, "è arrivata alla fine di una gara pubblica, in cui sono state valutare anche offerte basate su piattaforma Linux". Quanto ai dati sensibili, Pillitteri ha assicurato: "Resteranno ad uso del Comune e Microsoft non potrà utilizzarli per scopi commerciali". Probabile che a far pendere la bilancia a favore dell'azienda di Redmond sia stata la proposta economica: "Si tratta di un servizio completamente gratuito per il Comune", ha spiegato l'amministratore delegato di Microsoft Italia, Mario Derba. Per Microsoft si tratta di un investimento strategico, sia per il posizionamento rispetto alla Pubblica Amministrazione, che in Italia evidenzia grandi ritardi sulla strada dell'innovazione, sia per il risalto alla piattaforma Windows Live.

Luigi dell'Olio
423 Commenti alla Notizia Email Microsoft per il Comune di Milano
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | Successiva
(pagina 1/10 - 50 discussioni)