Luca Annunziata

Pubblicità, Google piglia tutto

L'azienda di Mountain View mette a segno un 2007 da record. Ormai cresce più di tutti i competitor offline messi assieme

Roma - La pubblicità online negli USA cresce, e Google cresce più di tutti. Nel corso del 2007 ha messo a segno un fantastico più 44 per cento, staccando tutti i concorrenti online e offline e balzando al secondo posto della classifica generale di tutti i soggetti coinvolti nel mercato del advertising. Lo dice uno studio di Silicon Alley Insider.

Pubblicità, Google piglia tutto


Google cresce più di tutto il mercato offline messo assieme: da sola fa registrare un miglioramento di 2,6 miliardi di dollari (1,7 miliardi di euro), contro una più modesta crescita complessiva di poco più di un miliardo fatta segnare dai più grossi nomi dell'advertising su TV, giornali, magazine e radio.
Un dato che proietta Google anche oltre i suoi diretti concorrenti online. Yahoo, AOL e Microsoft, che pur hanno fatto segnare una buona crescita negli ultimi 12 mesi, non riescono a totalizzare nel complesso più di 1,3 miliardi di dollari: la metà della crescita della sola BigG. Il loro progresso medio si assesta su un "modesto" 15 per cento, molto distante dalle cifre stellari di Google.

Cifre che dimostrano la vitalità dell'advertising online proprio mentre la crescita del mercato pubblicitario offline è quasi inesistente: con un risicato 3 per cento in più rispetto al 2006 forse non si può parlare di stagnazione, ma poco ci manca. Ci sono nomi importanti come CBS, Gannett e New York Times (versione cartacea) che devono registrare pesanti flessioni nelle vendite, in calo di centinaia di milioni di dollari rispetto all'anno precedente.

La classifica della raccolta pubblicitariaDati interessanti arrivano anche dalla classifica delle quote di mercato di tutti i soggetti coinvolti nello studio. Al primo posto si piazza News Corp, che con il 16,5 per cento del mercato assicura a Rupert Murdoch di poter dormire sonni tranquilli. Al secondo posto la già citata Google, che si ferma al 14,9 per cento e scavalca Gannett (8,5 per cento), in calo di quasi un punto e mezzo rispetto al 2006. Seguono Yahoo!, Viacom e Time Warner. Undicesima AOL, dodicesima Microsoft. Da notare come le due market share di Yahoo! e Microsoft, rispettivamente all'8,1 e 3,6 per cento, garantirebbero alla potenziale fusione delle due il terzo posto di questa classifica.

Le fette di mercato pubblicitario


Nel complesso, il mercato pubblicitario USA del 2007 ha toccato la nuova vetta di 58,341 miliardi dollari di introiti (37,2 miliardi di euro), con una crescita del 9 per cento rispetto ai 12 mesi precedenti. I tre quinti di quanto pagato dagli inserzionisti è finito alle aziende che si occupano di advertising tradizionale, mentre le attività online hanno raccolto solo poco meno di 14 miliardi di dollari.

Luca Annunziata
28 Commenti alla Notizia Pubblicità, Google piglia tutto
Ordina
  • Com'è che un monopolio è bene se è in mano Google mentre è male se è in mano Microsoft?
    non+autenticato
  • Ave.

    Ecco svelato il segreto di goggle: non fornire servizi definitivamente funzionanti ed efficaci così da avere fidelizzazione di utenti per poter incamerare maggiori proventi pubblicitari.

    That's it!

    A presto.
    Nilok
    Nilok
    1925
  • - Scritto da: Nilok
    > Ave.
    >
    > Ecco svelato il segreto di goggle: non fornire
    > servizi definitivamente funzionanti ed efficaci
    > così da avere fidelizzazione di utenti per poter
    > incamerare maggiori proventi
    > pubblicitari.
    >
    > That's it!
    >
    > A presto.
    > Nilok

    Non e' peggio di quelli che promettono che un giorno arrivera' un DB9 spaziale a salvarli Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere.
    krane
    22544
  • Se vuoi conosco molti bravi psichiatri che forse potrebbero provare su di te qualche nuova terapia per curarti da queste fissazioni di mettere posts che non hanno nulla a che fare con l'argomento e non contribuiscono certo alla discussione oltre a tentare (inutilmente) di essere offensivi.

    A presto.
    Nilok
    http://informati.blog.tiscali.it/
    http://it.youtube.com/Nilok1959
    Nilok
    1925
  • - Scritto da: Nilok
    > Se vuoi conosco molti bravi psichiatri che forse
    > potrebbero provare su di te qualche nuova terapia
    > per curarti da queste fissazioni di mettere posts
    > che non hanno nulla a che fare con l'argomento e
    > non contribuiscono certo alla discussione oltre a
    > tentare (inutilmente) di essere offensivi.


    Devi conoscerli bene perche' facendolo anche tu devi averli freguentati parecchi, ma con te non hanno funzionato, visto quanto spammi, non vedo perche' dovrebbero funzionare con me.

    La prossima volta scrivo da anonimo cosi' non mi rispondi Rotola dal ridere
    krane
    22544
  • sono già arrivati... in mandriva esiste il kernel-xenU package
    non+autenticato
  • Il successo di Google è stato ribadito migliaia di volte dagli analisti e sta nel fatto che prima che un venditore di spazi pubblicitari esso è un grande compratore.

    Google compra da tutti coloro che vogliono mettere la sua pubblicità.
    Poi con Adwords, privati e aziende mettono un discreto box con pubblicità mirate in base alle keyword del sito e quindi agli argomenti che tratta. Tutti ma proprio tutti aziende e privati se hanno un discreto traffico sul proprio sito o blog possono avere da Google pagamenti per i click agli Adwords.

    Gli approcci di Micro$oft e di altri sono sempre stati quelli di vendita di spazi banner in portali e siti famosi presso cui loro li acquistano per rivenderli o sui portali dei loro enormi network. Quindi la loro è la tecnica tradizionale della vendita di spazi pubblicitari come avviene nel mondo reale e dei media.
    non+autenticato
  • Sei pagato da GoGGle o lo fai solo perchè non conosci i fatti salienti?
    non+autenticato
  • - Scritto da: IPubbli
    > Sei pagato da GoGGle o lo fai solo perchè non
    > conosci i fatti
    > salienti?

    io ci pago due stipendi al mese con Google AdSence...

    mentre un nostro cliente con un budget di 600 dollari al mese ed adwords ne guadagna circa 3000 netti al mese tramite il suo e-commerce.

    W Google A bocca aperta

    Fan LinuxFan Apple
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Gli approcci di Micro$oft e di altri sono sempre
    > stati quelli di vendita di spazi banner in
    > portali e siti famosi presso cui loro li
    > acquistano per rivenderli o sui portali dei loro
    > enormi network.

    ...presso chi?...dove?...cioè li acquistano o li vendono?
    ...c'è qualcuno che ha capito qualcosa di questa frase??
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nilok
    > Ave.
    >
    > Ecco svelato il segreto di goggle: non fornire
    > servizi definitivamente funzionanti ed efficaci

    Per esempio?

    > così da avere fidelizzazione di utenti per poter
    > incamerare maggiori proventi
    > pubblicitari.

    E secondo fidelizzi i clienti in questo modo???A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolino
    > - Scritto da: Nilok
    > > Ave.
    > >
    > > Ecco svelato il segreto di goggle: non fornire
    > > servizi definitivamente funzionanti ed efficaci
    >
    > Per esempio?
    >
    > > così da avere fidelizzazione di utenti per poter
    > > incamerare maggiori proventi
    > > pubblicitari.
    >
    > E secondo fidelizzi i clienti in questo modo???A bocca aperta
    non posso altro fare che quotare paolino...

    prima di tutto perchè i servizi google anche se hanno la dicitura Beta sono all'avanguardia, basta guardare gmail, google docs, google finance, google sms, google maps, ecc... che tra l'altro, molti di questi non sono nemmeno beta.

    poi, se veramente non funzionassero questi servizi, perchè uno dovrebbe fidelizzare con google?

    google è stimato perchè offre servizi di alta qualita' gratuitamente e senza cercare di fregare l'utente...

    microsoft (in risposta ad un altro post sopra) non ha fatto sempre così... e anzi...
    non+autenticato
  • Come volevasi dimostrare, M$ ha poco da comprare Yahoo tanto è spacciata.
    Google grazie all'open-source ha INVENTATO e messo su un sistema che M$ si sogna... e rosika... rosika...pateticamente rosika...

    M$.. HAI FALLITO.... RITIRATI FINCHE SEI IN TEMPO
    non+autenticato
  • La toolbar di google è praticamente in ogni software free o shareware, un qualsiasi utente con poca dimestichezza se la ritrova istallata da un giorno all'altro.
    Google conosce QUALSIASI pagina tu abbia cercato/visitato ...

    Però M$ è brutta e cattiva invece Google può avere il monolpoli che vuole e fare ciò che vuole.

    P.S.: che c'entra google con l'open lo sai solo tu!
    non+autenticato
  • - Scritto da: nonsenepuop iu
    > La toolbar di google è praticamente in ogni
    > software free o shareware, un qualsiasi utente
    > con poca dimestichezza se la ritrova istallata da
    > un giorno all'altro.
    > Google conosce QUALSIASI pagina tu abbia
    > cercato/visitato ...

    > Però M$ è brutta e cattiva invece Google può
    > avere il monolpoli che vuole e fare ciò che
    > vuole.

    Se ritieni che Google abbia il monopolio perche' non li deninci ?

    > P.S.: che c'entra google con l'open lo sai solo tu!
    krane
    22544
  • Perché quando usi Internet Explorer tu cosa ne sai di cosa memorizza il browser e a chi lo potrebbe mandare?

    E ti sei già dimenticato le polemiche dei dati raccolti da Windows Media Player ogni volta che inserisci CD/DVD e riproduci file vari?

    Pensa se usassi Windows Fax e completassi l'header per mandare informazioni corrette con ogni fax, daresti a Micro$oft pure informazioni corrette sul tuo nome o della tua azienda e recapiti fax e telefonici...
    Hai anche software piratati?

    Una volta quando installavi un modem analogico c'era in omaggio nel floppy/CD un software per spedire fax, che ti faceva fare l'intestazione ti faceva inserire il logo dell'azienda ecc.

    Con Windows 2000/XP questo software è sparito e Windows fornisce l'occorrente. Al di fuori della polemica su altro mercato distrutto dall'integrazione in Windows di programmi prodotti da altre piccole software house...
    Microsoft se volesse potrebbe raccogliere dati di utenti e aziende che completano l'header dei loro fax...
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • > evitate di rispondere tasto destro --> view
    > source,
    > pleez
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 17 marzo 2008 14.58
    > --------------------------------------------------

    ok, Menu view -> Page source sul mio buon flockCon la lingua fuori
    Parte scherzi, google contribuisce attivamente allo sviluppo dell'open source, da cui ha preso tanto. Sia con attività dirette (summer of code ne è un piccolo esempio), sia diffondendo librerie sviluppate internamente (python/java), assumendo sviluppatori leader del mondo opensource (il creatore di Python ad esempio) che ogni-singola-volta si ritrovano, da tale posizione, ad arricchire maggiormente la comunità... e poi stringendo accordi con realtà tipo mozilla......
    Ovvio, mi risponderai tu, Google mica lo fa per la gloria, - pensa al ritorno di immagine... pubblicità a basso costo. E poi le iniziative pro-opensource glie convengono, utilizzandolo essa stessa internamente...
    - assume il creatore di python perchè gli conviene se il linguaggio usato internamente migliora e diventa più performate, mica lo assume per amore della gggente.
    - l'accordo con mozilla lo fa per avere più click nei suoi banner, mica perchè gli piace sostenere una realtà così straordinaria.
    - vero che il modello pubblicitario proposto da google permette a moltissimi di ritornare delle spese di un blog e contribuisce molto all'ecosistema di internet, ma mica lo fa per loro eh, ci ha l'interesse.
    Eccetera
    Eccetera
    Eccetera

    Tutto vero. Mi limito a sottolineare quanto sia diverso l'impatto di realtà alternative alla big G. Quanto sia importante un modello che riesca a coniugare _profitto_ e interesse pubblico. Qualche esempio (magari correlati a quelli precedentemente esposti)?
    - quando Microsoft assume sviluppatori open-source (soprattutto linux), il progetto in questione ha uno stop. "Li assumiamo per studiare progetti di integrazione tra SO" afferma M. Il risultato però è che essi 'svaniscono' nei meandri di Redmond, dando una mazzata al progetto opensource di riferimento. (Business is business, dirai tu, normalissimo assumere elementi della concorrenza per impedirgli di far concorrenza. Ok, ma non è meglio per tutti la soluzione proposta da big G?)
    - Conseguentemente all'accordo 'ripartizione utili su link pubblicitari cliccati dall'utente' Big G è il principale 'finanziatore' di Mozilla, consentendogli lo sviluppo di un'infinità di progetti a disposizione di tutti. Ah, lo fa per interese e non per la gloria? Ok, ma qual'è la conseguenza per l'ecosistema-utente/internet. Ci siamo dimenticati le conseguenza dell'interessamento di Microsoft per Netscape? "Business is business, uccidere la concorrenza è una pratica legittima, ma dove vivi" dirai tu. Ok, ma tra due modelli 'vincenti' sul fronte business io preferisco quello proposto da Google.

    Il modello proposto da G è semplicemente straordinario: faccio un sacco di soldi offrendoti un servizio, più ti do' (a te utente) e più (indirettamente) ci guadagno.
    E' la visione che dovrebbe contagiare altri settori: il sistema imprenditoriale che _guadagna_ (tanti soldi) all'aumentare del benessere dei dipendenti (il buon vecchio Ford), l'occidente che _guadagna_ (tanti bei soldi) dall'arricchimento delle aree povere del pianeta... e la salute pubblica come valore (anche economicamente quantificabile), eccetera.
    Uscendo dallo specifico (l'informatica) e spostando il fuoco in un'ottica più grande (e generale) questa è la morale: lo sviluppo sostenibile si ha quando l'arricchimento dell'ecosistema (qualunque esso sia) è conveniente per chi ha le risorse, tutto il resto è utopia e dolce pensare.
    non+autenticato
  • Il modello di Google è il modello della tv commerciale aggiornato a internet...:
    ti offro servizi televisivi gratuiti in cambio ti vedi pubblicità, tutti i progetti collaterali gratuiti cercano semplicemente di rafforzare il brand, creare fan, traffico;
    non credo che la tv commerciale sia più etica della tv a pagamento, è semplicemente diverso il modello, ed in rete, ciò che è gratis è vincente...
    Microsoft si è rovinata l'immagine in tanti modi...
    il più eclatante: aver "incentivato" dei pirati perchè diffondessero il suo software...

    Giuseppe
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • c'è la non trascurabile differenza che google non mi interrompe il servizio per darmi la pubblicità. Come sarebbe meglio la tv commerciale se tutta la pubblicità fosse (esclusivamente) in bannerini laterali...Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • contenuto non disponibile
  • Sembra una battuta, ma la pubblicità di Google è così semplice, mirata, poco invasiva che non me ne ero accorto.
    Certo è omnipresente, ogni sito ha il suo adwords, ma a me così non dispiace.

    Quella di M$, Yahoo e molte altre realtà è invasiva, esagerata, mi disturba e mi infastidisce perché anche particolarmente appariscente.
    non+autenticato
  • mi spiegate come funziona il guadagno? solo sui click vero? perché se contano anche le visualizzazioni è un regalare soldi
    non+autenticato
  • - Scritto da: vista pvo gaming
    > mi spiegate come funziona il guadagno? solo sui
    > click vero? perché se contano anche le
    > visualizzazioni è un regalare
    > soldi

    Penso continuo anche le visualizzazioni, ma a costi veramente irrisori. Tipo 0.1 cent per migliaia di visualizzazioni o simile...
    non+autenticato