Luca Annunziata

Apple aggiorna AirPort Express

Trovano conferma le voci delle scorse ore. Ora il piccolo hub č in grado di collegarsi a pių utenti e ha una copertura maggiore. Niente di fatto per hard disk wireless e backup via Time Machine. Prezzo in calo

Roma - Apple ha aggiornato le caratteristiche tecniche dell'AirPort Express, il più piccolo modulo per la connettività wireless prodotto dall'azienda di Cupertino. La modifica più significativa, proprio come anticipato dai rumors delle scorse ore, riguarda l'adozione del protocollo 802.11n anche su questo dispositivo, ora in grado di garantire maggiore velocità e migliore copertura per le WiFi domestiche e non.

Apple aggiorna AirPort ExpressL'aggiornamento della AirPort Utility e qualche indiscrezione trapelata a causa di una piccola fuga di notizie sul sito svizzero Apple, aveva scatenato negli scorsi giorni una ridda di voci su questo possibile update. Se quelli della Mela avessero già previsto di lanciare il nuovo prodotto il 17 marzo, o se ci siano stati costretti dall'evolversi degli eventi, non è dato tuttavia saperlo. Il prezzo dell'AirPort Express, che sull'Apple Store italiano è ancora fissato a 99 euro, calerà a 89 euro iva compresa.

La nuova unità esteticamente è identica alla precedente. Le uniche differenze risiedono all'interno, con l'adozione del draft più recente del protocollo 802.11n: quest'ultimo è in grado di garantire velocità di collegamento fino a 248 Mbit/sec, e una copertura che all'aperto può raggiungere i 250 metri mentre al chiuso si ferma sui 70 metri circa.
Per il resto le caratteristiche dell'AirPort Express restano invariate: oltre alla funzione di amplificatore di segnale per una rete WiFi (estendendone la portata), è in grado di funzionare sia da router wireless, se alla porta LAN presente a bordo è collegato un modem, sia da printer server, collegando una stampante USB al dispositivo.

Inoltre, è possibile utilizzare AirPort Express per ascoltare la musica contenuta nel proprio PC o Mac senza la necessità di essere collegati via cavo agli stessi: tramite iTunes è possibile inviare via rete wireless uno streaming musicale (AirTunes), che verrà riprodotto ovunque in casa grazie a qualsiasi altoparlante collegato alla porta minijack da 3.5mm.

Restano confinate su Time Capsule le funzionalità di backup senza fili: chi desiderasse sfruttare questa funzionalità per utilizzare Time Machine (l'utility di backup incrementale introdotta con Leopard) dovrà rassegnarsi (almeno per il momento) ad acquistare quel dispositivo, con il conseguente maggiore esborso. Sebbene sia possibile collegare un hard disk anche all'AirPort Extreme, il fratello maggiore dell'AirPort Express, al momento il backup automatico via WiFi non è stato implementato - nonostante tale funzionalità fosse stata preannunciata prima del lancio di MacOS X 10.5.

Luca Annunziata
3 Commenti alla Notizia Apple aggiorna AirPort Express
Ordina