Number Portability? Un diritto fondamentale

Così l'ha definita ieri il presidente dell'Autorità TLC, secondo cui occorre verificare se la sospensione richiesta da Wind sia giustificata da ragioni tecniche. Si rischia un diritto? Presto un altro operatore GSM?

Number Portability? Un diritto fondamentaleRoma - "La number portability è uno dei diritti fondamentali stabilito da direttive comunitarie e norme nazionali". Ieri con queste parole il presidente dell'Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni Enzo Cheli ha descritto la possibilità per un utente di telefonia mobile di cambiare operatore di servizio senza perdere il proprio numero di telefono. Una possibilità di certo importante per mercato e utenti e che ora assurge addirittura allo status di "diritto fondamentale"...

Le parole di Cheli non sono state pronunciate a caso in quanto rappresentano una prima risposta alla richiesta di Wind di sospendere la portabilità del numero a causa di una quantità di problemi tecnici in cui gli operatori stanno incorrendo e che Wind ha voluto mettere in evidenza.

Cheli, che parlava a Napoli a margine del seminario "L'evoluzione della regolamentazione comunitaria nel settore delle comunicazioni", ha spiegato che "se ci sono difficoltà tecniche insuperabili, date dalla non compatibilità delle reti e dei database per cui, nel momento della trasmigrazione degli utenti è importante garantire, di fatto, l'esercizio di questi diritti allora la sospensione nasce per forza di cose oggettive".
Si va dunque alla sospensione di un... diritto fondamentale? Questo è tutt'altro che sicuro. Cheli ha infatti sostenuto che prima occorre "verificare se il dato tecnico è reale. E questo lo stiamo accertando per delimitare al massimo la durata di queste possibilità. Non si tratta di una sospensione dei diritti".

A movimentare la giornata di ieri sul fronte della telefonia mobile ci ha pensato anche il parere dell'Antitrust che da un lato ha dato il suo via libera alla seconda parte dell'operazione "Blu", cioè alla cessione dei rami d'azienda dell'ex operatore a TIM e Vodafone Omnitel, e dall'altro non ha escluso la possibilità che quanto accaduto con Blu non abbia di fatto aperto gli spazi per il rilascio di una quarta licenza GSM.
7 Commenti alla Notizia Number Portability? Un diritto fondamentale
Ordina
  • Sarà.... certo definire diritto fondamentale la portabilità del numero dà proprio l'idea di come ci siamo ridotti...

    OK se è tecnologicamente fattibile e non eccessivamente costoso si fa... ma da qui a definirla un diritto fondamentale ce ne passa...

    Ciao
    non+autenticato
  • Non solo...
    Trovo che questa idea di tenere il numero e' una delle cose che non ha mai chiesto nessuno, non e' una esigenza, ed e' anche controproducente. Se io ho omnitel e chiamo un numero omnitel, so di pagare un tot al minuto. da domani credero' di chiamare un omnitel e invece verro' bastonato da una tariffa tim. Coi fissi nessuno si sogna di mantenere il numero: se cambio citta', cambio numero di telefono e prefisso, tutto regolare. Se davvero e' importante tenere lo stesso numero, come mai salta fuori solo oggi , coi cellulari? sara' una scusa per spendere i nostri soldi, per chiedercene ancora di piu', oppure per giustificare quelli che hanno gia' speso, magari per altre cose? bhoooooo
    non+autenticato
  • Ma... un dubbio.
    Io sto usando Omnitel e so quanto spendo prima di chiamare conoscendo il prefisso del telefono destinazione (347/335/328/...).
    Poi come farò a sapere che operatore sto chiamando e di conseguenza il costo?
    In questa maniera la trasparenza va a farsi benedire...Triste

    O forse mi è sfuggito un passaggio...
    non+autenticato
  • No, non ti è sfuggito niente.
    Sinceramente non la capisco tutta 'sta foia per tenersi il numero. E' importante ma 10 anni fa se si cambiava ufficio occorreva (e occorre) cambiare numero, certo è un casino ma è sempre meglio che telefonare senza sapere assolutamente che cavolo di spesa ci aspetta.

    E poi non sarebbe stato più semplice obbligare i gestori a mettere una segreteria telefonica per 12 mesi con "l'utente ha cambiato numero, il numero è...." e basta ?

    - Scritto da: M@T
    > Ma... un dubbio.
    >   Io sto usando Omnitel e so quanto spendo
    > prima di chiamare conoscendo il prefisso del
    > telefono destinazione (347/335/328/...).
    > Poi come farò a sapere che operatore sto
    > chiamando e di conseguenza il costo?
    > In questa maniera la trasparenza va a farsi
    > benedire...Triste
    >
    > O forse mi è sfuggito un passaggio...
    non+autenticato
  • Ti e' sfuggito che esiste un numero ( ogni operatore ne ha uno) che ti dice a che operatore e' associato il numero .
    Non molto comodo ma assolutamente necessario.
    non+autenticato
  • L'utente che chiama un numero di radiomobile, spende sempre la stessa tariffa (associata al prefisso chiamato), anche se l'utente chiamato è "migrato" ad un altro operatore.
    non+autenticato
  • Se non ricordo male, il cambio numero comporta un messaggio all'inizio della chiamata che avvisa l'utente dell'operatore mobile a cui sta chiamando.
    non+autenticato