Luca Annunziata

Servono più lavoratori IT

Manca personale docente preparato. Gli studenti occidentali si iscrivono a facoltà universitarie prive di reali sbocchi nel mondo dell'industria. Lo dice uno dei protagonisti del boom asiatico

Roma - L'economia dei paesi occidentali andrà presto incontro ad una drammatica carenza di personale tecnico. A preconizzare la tragedia è Azim Premji, presidente dell'indiana Wipro e tra i personaggi più influenti dell'IT asiatica. "Regno Unito e Stati Uniti stanno seriamente sottostimando il problema": ma l'India, e l'Asia in generale, non faranno lo stesso errore.

Servono più lavoratori ITIl numero di studenti che ogni anno consegue la laurea in ingegneria sul suolo indiano si aggira sul mezzo milione. Va ancora meglio in Cina, dove gli ingegneri sfornati ogni anno dalle università sono più di 750mila: numeri importanti, che soprattutto per i laureati indiani significano personale in grado di parlare fluentemente inglese e molto ben preparato sotto l'aspetto teorico.

Non accade lo stesso in occidente: negli USA sono appena 75mila l'anno i nuovi ingegneri, troppo pochi per tenere testa all'aumento della domanda. La causa di questa flessione dell'interesse verso le discipline scientifiche, secondo Premji, è l'incapacità della scuola di far appassionare i suoi studenti alla matematica e alle scienze. In India, dove i genitori sono ancora gli artefici delle scelte dei figli in fatto di istruzione, le materie scientifiche sono invece sempre più spesso la base del curriculum dei giovani.
Ma anche in India le cose non vanno bene: "Gli studenti non si interessano e non eccellono in matematica perché non trovano insegnanti all'altezza: questi ultimi non sono capaci di catturare l'attenzione degli alunni, che finiscono per appassionarsi all'idea di carriere improbabili". Il contributo dello stato, secondo Premji, non è sufficiente a sopperire a queste mancanze: per questo, con la sua azienda ha lanciato un programma parallelo per formare e aggiornare 10mila professori, così da rimetterli al passo coi tempi e migliorare le loro tecniche di insegnamento.

Questa iniziativa, assieme ad altre intraprese dal Governo, dovrebbe garantire all'India di mantenere il suo attuale vantaggio competitivo: salari bassi, grande quantità di manodopera altamente specializzata, perdipiù in grado di parlare inglese. Se poi si dovessero innescare circoli virtuosi, se il numero di lavoratori IT dovesse diventare davvero troppo anche per l'India, si potrebbe sempre esportarlo: ad ovest c'è chi non vede l'ora.

Luca Annunziata

(fonte immagine)
61 Commenti alla Notizia Servono più lavoratori IT
Ordina
  • Vi ricordate la frase di Gandalf mentre bloccava il Balrog?
    Fuggite Sciocchi!

    Ecco fate come ha detto gandalf
    Fuggite sciocchi, non lo vedete che e' un paese alla rovina?
    non+autenticato
  • Ho dovuto cambiare lavoro.

    Sottolineo "dovuto".
    non+autenticato
  • Magari sei una capra... e non lo sai.
    Se sai fare qualcosa decentemente anche poco, trovi tutto il lavoro che vuoi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: slave
    > Magari sei una capra... e non lo sai.
    > Se sai fare qualcosa decentemente anche poco,
    > trovi tutto il lavoro che
    > vuoi.

    come operaio al tornio o come operatore ecologico (ma solo se sei laureato).
    Per il resto o sei ampiamente raccomandato o ti "fai dare una spinta da dietro".
    Siamo in italia.
  • grazie di fomentare qualunquismo e rassegnazione gratuitaTriste
    non+autenticato
  • si chiama realtà.
    Cosa vuoi fomentare?
  • > si chiama realtà.
    > Cosa vuoi fomentare?

    Ma quanti anni hai?
    Ma hai mai lavorato?
    non+autenticato
  • Questa è una benemerita cazzata.
    Anche se siamo in Italia, anche se i contratti fanno cagare, anche se l'economia non è proprio al massimo, di lavoro nel campo informatico, anche di bassa complessità(come fare siti web) lo trovi SEMPRE(almeno, a Torino si trova).
    Che poi si trovino un sacco di contratti delle palle sono d'accordo, ma di lavoro ce n'è: chiaro che non tutto può essere bellissimo e altamente retribuito.
    Il problema è che è pieno di gente incapace e scansafatiche, che oltre a pesare sulla società contribuisce a rinvigorire questo senso di impotenza e decadimento che è veramente fastidioso, oltre che dannoso.
    E' ORA DI SVEGLIARSI GENTE, DOBBIAMO CERCARE DI IMPEGNARCI UN POCHINO OGNI GIORNO PER FAR CAMBIARE QUESTO PAESE! CERCHIAMO DI TIRARE FUORI UN PO' DI ORGOGLIO E DI STRINGERE I DENTI, IMPEGNAMOCI NEL NOSTRO PICCOLO PER MIGLIORARE LE COSE, PENSIAMO CHE FORSE SE NON PENSIAMO SOLO A BUTTARLA IN CULO AL NOSTRO PROSSIMO E DIRE CHE TUTTO VA A ROTOLI MAGARI LE COSE POSSONO LENTAMENTE CAMBIARE! SE VOGLIAMO PER UNA VOLTA SENTIRCI OROGLIOSI DI ESSERE NATI IN ITALIA DOBBIAMO IMPEGNARCI TUTTI, ANCHE SE PUO' SEMBRARE INUTILE. LAVORATE, INFORMATEVI, ANDATE A VOTARE, MANIFESTATE SE QUALCOSA NON VI PIACE E SOPRATTUTTO NON PENSATE CHE LE COSE NON POSSANO CAMBIARE! BASTA CON QUESTO NICHILISMO DEL CAZZO! AVANTI!
    non+autenticato
  • > Magari sei una capra... e non lo sai.

    Sono stato accompagnato alla porta dall'azienda di body rental dove ero impiegato 3 anni fa.

    Oggi sono un piccolo (piccolissimo, per carità) imprenditore e guadagno 4000 euro al mese.

    Certo, non ho la 13esima. Probabilmente è per il fatto che sono una capra...
    non+autenticato
  • ugo se scrivi 4000 la gente si impressiona.

    Prova a fare due conti.

    Togli le spese di trasferta e delle tasse.
    Dopo di che moltiplica per 12 mensilità e dividi per 13 per comparare con gli stipendi dei dipendenti e vedrai che non hai un gran stipendio.
    non+autenticato
  • > Togli le spese di trasferta e delle tasse.
    > Dopo di che moltiplica per 12 mensilità e dividi
    > per 13 per comparare con gli stipendi dei
    > dipendenti e vedrai che non hai un gran
    > stipendio.

    Veramente i 4000 sono già al netto di spese, irpef, irap e inps.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ugo ugo
    > > Togli le spese di trasferta e delle tasse.
    > > Dopo di che moltiplica per 12 mensilità e dividi
    > > per 13 per comparare con gli stipendi dei
    > > dipendenti e vedrai che non hai un gran
    > > stipendio.
    >
    > Veramente i 4000 sono già al netto di spese,
    > irpef, irap e
    > inps.

    E ti lamenti pure che ti hanno "obbligato" a cambiare lavoro? Sorride Io prendo 1200 al mese da otto anni...certo, con la tredicesima però! Sorride Facci sapere come fai a guadagnare così, che se ti serve una mano io mi rendo disponibile.
    non+autenticato
  • Ok, bella serie di articoli di PI sull'IT all'estero ma ora torniamo a parlare dei problemi quotidiani dell'IT di casa nostra...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Qualcuno
    > Ok, bella serie di articoli di PI sull'IT
    > all'estero ma ora torniamo a parlare dei problemi
    > quotidiani dell'IT di casa
    > nostra...

    no bisogna spiegare ai giovani ingegneri che e' tempo di andarsene.
    E' un inutile spreco di tempo e risorse parlare di problemi che tanto nessuno dico nessuno ha intenzione di risolvere
    Una parola SOLA FUGGITEEEEEEEEEEEEE CORRETE VIA DA QUESTA NAZIONE FATTA DI FURBI E DI RACCOMANDATI.
    DATEVI AL FUGONE
    non+autenticato
  • Buongiorno,
    l'articolo semplicemente diceva :
    "Giovani europei, fate come gli indiani , un minimo di preparazione che serve a noi, un minimo di inglese e 800 euri al mese.
    Noi continuiamo a farvi bere le idiozie del mercato e facciamo fallire le banche , ma che ci frega, le conseguenze le pagate voi."

    NDR : 800 euri/mese, in europa sono una miseria;
    l'Italia è differenta, ma non è Europa.

    Perchè commentate con "Ah, ma in Italia qui e li....";
    ancora non l'avete capito che noi non c'entriamo niente con l'Europa ?

    Qui, funziona benissimo in altra maniera : l'informatica non serve a niente, i soldi li fa un'azienda di cui sappiamo tutto; al lavoro si entra per raccomandazione e amen ( amen non è messo a caso ).
    Ci si laurea in tre anni e tutti contenti ( a quando le lauree bisettimanali ? Mi raccomando non lo dite ai neolaureati che si offendono.....)

    E nonostante questo, funziona benissimo tutto.

    Siamo la sesta potenza mondiale , le straniere fanno la coda per noi (specie per i meridionali, vanto dell'italico maschio ), al calcio non ci batte nessuno, mangiamo benissimo, 'o mare è 'o cchiù bell'assaje .

    Che si vuole di più ?
    O no...........?

    Oppsss, scusate :
    ho ristretto l'occidente all'Europa.
    Colpa della mia visione eurocentrica !!!
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 19 marzo 2008 09.50
    -----------------------------------------------------------
  • consiglio la lettura di questo articolo, non nuovissimo, ma interessante:

    http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=17...
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)