La NASA piange Clarke

In una nota l'Agenzia Spaziale consegna al mondo il suo tributo per il grande scrittore scomparso ieri

Roma - L'emozione suscitata dentro e fuori dalla rete dalla scomparsa a Colombo, Sri Lanka di Arthur C. Clarke non esenta la NASA: l'Agenzia spaziale statunitense ha voluto omaggiare in una nota il celeberrimo scrittore.

"Arthur Clarke - si legge in una nota - era uno scrittore talentuoso di scienza e di fantascienza, e un anticipatore, un visionario senza pari, che ha ispirato un numero incalcolabile di giovani nel corso del 20esimo secolo, con la sua visione di speranza, su come il volo spaziale possa trasformare le società, le economie e la stessa Umanità".

Nella pagina dedicata al grande scrittore, NASA ricorda come nel 2000 abbia omaggiato l'opera di Clarke denominando il Mars orbiter "2001 Mars Odissey".
Uno dei dirigenti NASA, Alan Stern, ha dichiarato che "sebbene la sua odissea personale qui sulla Terra sia giunta al termine, la sua visione vivrà per sempre grazie ai suoi libri".
1 Commenti alla Notizia La NASA piange Clarke
Ordina