Gaia Bottà

Se è la tv a guardare lo spettatore

Un intruso nel salotto riconoscerà i membri della famiglia, apprenderà i loro gusti televisivi, propinerà loro programmi e pubblicità personalizzata. Comcast spierà la sua audience

Roma - Il monitoraggio passa dai salotti, lo spionaggio si perpetra fra le mura di casa: voci dicono che Comcast si starebbe preparando a munire i dispositivi per la ricezione della tv via cavo di telecamere in grado di monitorare ciò che avviene sul divano, di ispezionare il rassicurante ambiente domestico, di individuare, tracciare e blandire l'audience familiare con programmi e comunicati pubblicitari personalizzati.

Se è la tv a guardare lo spettatore - ComcastA svelare qualche succosa anticipazione riguardo al dispositivo ancora in fase di sperimentazione è il dirigente Comcast Gerard Kunkel. Sarà una cam che guarda il pubblico mentre guarda la tv, sarà un sistema per ritagliare la tv su misura degli spettatori.

La telecamera, integrata nei dispositivi per ricevere la tv via cavo, si integrerà a pieno titolo con il nucleo familiare: dall'ara domestica dedicata al televisore controllerà tutto ciò che avviene nel campo visivo che le compete. Imparerà a riconoscere i membri della famiglia, ne studierà le abitudini di fruizione, immagazzinerà dati riguardo alle preferenze e alle reazioni di ciascuno a ciò che scorre sullo schermo.
Kunkel smorza i timori: il sistema non è basato su tecnologie di riconoscimento facciale, non registrerà immagini del volto e dati personali relativi al pubblico. Per individuare lo spettatore che gli si para davanti, sfrutterà degli algoritmi per l'identificazione della forma del corpo. Imparerà a conoscere le silhouette di tutti i membri della famiglia e le abbinerà alle abitudini di ciascuno: la chioma fluente del nonno si presenterà di fronte allo schermo quando la programmazione è dedicata a film d'annata, la sagoma tondeggiante della piccola di casa significherà cartoni animati a profusione.

Conoscendo e riconoscendo l'audience, il sistema Comcast sarà in grado di ritagliare su misura la programmazione, di innescare filtri ad hoc per proteggere i più piccoli dai contenuti inadatti. Ma il sistema non permetterà semplicemente di mandare in onda palinsesti personalizzati, di prevedere quali show il pubblico potrà gradire: Comcast, al pari di quanto aveva intuito Microsoft depositando un brevetto nel 2006, intravede nel sistema uno strumento efficiente per colpire i target pubblicitari, per instillare nella mente dello spettatore comunicati rivolti direttamente a lui, analogamente a quanto si propone di fare Google.

Sarà uno strumento fondamentale per migliorare la user experience del telespettatore, ha spiegato il dirigente Comcast. Lecito dubitare che il pubblico gradirà.

Gaia Bottà
31 Commenti alla Notizia Se è la tv a guardare lo spettatore
Ordina
  • Beh, voglio dire, un aggeggio che ti fa vedere quello che vuoi vedere non è che sia malvagio, però non mi piace il metodo col quale fanno questa "magia".
    Cacchio uno guarda la tv e i programmi più interessanti li fanno la sera tardi, quelli dove si parla dei nostri problemi delle cose interessanti, anche le pubblicità dei telefoni erotici sulle emittenti locali fanno, tutte cose interessanti ma fatte negli orari sbagliati.
    La sera uno cena e poi accende la tv e cosa vede?
    Una marea di baggianate, tra amici della defilippi, serie tv da cretini e altre amenità e poi per vedere i programmi interessanti deve star alzato fino a tardi.
    Ovvio anche che farebbe notare che alla gente la pubblicità non piace da solo nia, ma di certo quella non la possono mica togliere altrimenti come vivono?
    Di per se questo dispositivo non farebbe altro che far notare queste cose, che i cari signori a capo delle tv già sanno, ma ignorano.
    In conclusione questo aggeggio non serve a un piffero di niente.
    non+autenticato
  • Quando la tecnologia sara' abbastanza avanzata anche grazie a questi innocenti esperimenti basteranno un altro paio di attacchi terroristici grossi o una guerra con i cattivi cinesi (che sono diventati pericolosi grazie ai NOSTRI capitali) e "per la nostra sicurezza" 'ste webcam diventeranno obbligatorie per legge. Il mio portatile ce l'ha e il led che ne segnala l'accensione e' gestito via software. per fortuna, mi rompe doverlo cambiare tra pochi anniA bocca aperta

    Cosa diceva Goering? il popolo e' sempre soggetto alla volonta' dei capi etc etc...
    non+autenticato
  • Sono disposto a pagare profumatamente chi riuscisse a procurarmi un sistemino per cui io veda quello che riprende la telecamera, magari basta allacciarsi al cavo che esce dalla sfortunata abitazione ed ecco il Grande fratello in diretta cavo da casa del mio vicino!
    mitico!!
    la volta che lo fanno in italia...

    Inoltre non mi fido manco po’ caxxo che la COMCAST nn si venda dati che potrebbe ricavare da questo sistema al primo markettaro che capita di li.

    PS:
    qualcuno si ricorda di quel film asiatico con il protagonista che entra in casa della gente quando non ci sono per fare finta di essere parte della famiglia che stava "visitando"?
    non+autenticato
  • Cito dall'articolo:

    "...la chioma fluente del nonno SI PRESENTERA' di fronte allo schermo QUANDO la programmazione E' dedicata a film d'annata..."

    Che significa? Che il nonno improvvisamente si materializzerà davanti al televisore quando inizieranno i films d'annata, senza neppure sapere che stanno andando in onda? Sorpresa

    Questa frase non ha senso. Probabilmente l'autore voleva dire l'opposto, e cioè:

    "...QUANDO la chioma fluente del nonno SI PRESENTERA' di fronte allo schermo, la programmazione SARA' allora dedicata a films d'annata..."

    Scusate la precisazione OT. A parte questo, la domanda è:
    e se il nonno si taglia i capelli??? E se la chioma fluente è una parrucca, e questa cade a metà film, che succede?

    "...la sagoma tondeggiante della piccola di casa significherà cartoni animati a profusione..."

    E se la bimba dimagrisce?

    E se metto uno spaventapasseri davanti al televisore, mandano subito in onda "Il mago di OZ"? A bocca aperta

    Che razza di str....ta colossale!!! Ma com'è possibile concepire un'idea del genere e pensare poi di proporla a qualcuno? E' peggio del brevetto Philips, la TV che ti impedisce di cambiare canale quando c'è la pubblicità (letto quì su Punto Informatico), e già quello era una chicca...

    Mi domando che droghe usino questi cervelloni...
    non+autenticato
  • Sei un grande!!!! Sorride
    non+autenticato
  • > chioma fluente è una parrucca, e questa cade a
    > metà film, che succede?

    Viene terminato.
    non+autenticato
  • Oddio, ma chi è quel pazzo furioso che inventa queste cose? Ma stiamo scherzando? Una telecamera che mi inquadra fisso mentre guardo la televisione, senza sapere chi, dall'altra parte, sta a guardare?

    Ma questi sono completamente fusi... DelusoDelusoDeluso
    non+autenticato
  • Evabbè ... un pezzetto di nastro isolante nero davanti alla telecamerina e poi vediamo.
    O si presenterà il tizio di ComCast alla porta?
  • no, semplicemente verrai vaporizzato
    non+autenticato
  • GRANDEA bocca aperta
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)