Uragani, ora li racconta Google

Succede negli Stati Uniti: per gli utenti sarà più facile capire se la propria casa è destinata ad essere investita

Roma - Sono milioni gli statunitensi che vivono in aree a rischio uragani e a loro si rivolge una nuova applicazione sviluppata da Google in collaborazione con i servizi di previsione dei fenomeni atmosferici di Miami, il National Hurricane Center.

Bill Read, a capo del Center, ha spiegato che la nuova applicazione consentirà di esaminare in modo nuovo i dati raccolti negli anni dai meteorologi per comprendere la minaccia degli uragani.

"I cittadini potranno inserire i propri indirizzi e vedere qual è il livello di rischio della propria abitazione", ha spiegato Read alla Reuters riferendosi ai nuovi servizi Internet in arrivo.
Gli Stati Uniti si preparano alla nuova stagione degli uragani, tradizionalmente presenti tra giugno e novembre, mesi nei quali si sono più volte verificate autentiche tragedie in termini di morti, danni infrastrutturali e danni economici. Dopo il disastro dell'uragano Katrina sono state potenziate tutte le misure di prevenzione e allerta, in cui rientra il nuovo progetto del Center.