Nuovo cucciolo di Celeron per l'embedded

Nuova versione a bassissimo consumo del chip Celeron di Intel progettato per le appliance, le applicazioni industriali e i dispositivi elettronici di consumo. Non richiede ventole

San Jose (USA) - Intel ha lanciato una nuova versione di Mobile Celeron Ultra Low Voltage specificamente progettato i dispositivi embedded, fra cui net appliance, controlli industriali e set-top box.

Rispetto ai preesistenti modelli ultra low voltage, il nuovo Celeron ha una frequenza sensibilmente inferiore, pari a 400 MHz, e funziona ad una tensione di soli 0,95 volt.

Il chip ha 256 KB di cache L2, supporta un front-side bus a 100 MHz e dissipa un massimo di 4,2 watt: una caratteristica, quest'ultima, che lo rende particolarmente adatto per operare in piccoli spazi e senza l'ausilio di un dissipatore attivo (con ventola).
Il nuovo processore di Intel va a competere direttamente con i C3 di Via, CPU compatibili con le istruzioni x86 progettate per le applicazioni embedded e per i thin client: questi ultimi sono spesso costituiti da computer ai minimi termini il cui requisito più importante non è la potenza elaborativa ma il basso consumo e la silenziosità.

Due produttori di schede madri taiwanesi, Portwell e Axiom Technology, hanno già annunciato prodotti basati sul nuovo Celeron Ultra Low Voltage a 400 MHz dedicati ai terminali point-of-sale e ad applicazioni industriali.

Il nuovo Celeron costa 38$ per ordini di 1.000 unità.

Durante la seconda metà di settembre Intel ha rilasciato alcuni nuovi modelli di Mobile Celeron Ultra Low Voltage che raggiungono la massima frequenza di 733 MHz e funzionano con una tensione di 1,1 volt.
TAG: hw