Aperture 2.1 si apre ai plug-in

La versione aggiornata del giovane software di Apple dedicato alla fotografia digitale introduce un'architettura estensibile che consente ai fotografi di utilizzare tool di terze parti direttamente da Aperture

Cupertino (USA) - A breve distanza dal rilascio della seconda major release di Aperture, il software dedicato al ritocco e alla gestione delle fotografie digitali, Apple ha messo a disposizione dei propri utenti un aggiornamento gratuito che introduce una novità a lungo attesa: un'architettura modulare aperta che permette di estendere le funzionalità del software mediante plug-in sviluppati da terze parti.

Fino ad oggi Aperture supportava esclusivamente plug-in per l'esportazione, come quelli che consentono di pubblicare le immagini su una certa varietà di servizi di hosting o trasmetterle via FTP. Grazie alla nuova architettura, Aperture 2.1 consente ora agli sviluppatori di terze parti di creare estensioni per l'elaborazione delle immagini, e di importare alcuni dei più noti tool di fotoritocco stand alone e dei plug-in per Photoshop.

Tra i primi add-on sviluppati da Apple, e inclusi nell'update 2.1, c'è Dodge & Burn (Scherma & Brucia), che aggiunge strumenti basati sul pennello per schermare (schiarire) e bruciare (scurire) in modo localizzato le foto digitali: una tecnica nata nell'era della fotografia analogica che permette di simulare al computer quanto fanno i maestri della camera oscura. Attraverso i nuovi strumenti messi a disposizione da Aperture, è possibile utilizzare il pennello per modificare in modo selettivo attributi quali esposizione, contrasto, saturazione, nitidezza e messa a fuoco delle immagini.
Apple sostiene che già entro i prossimi mesi le terze parti renderanno disponibili molti altri plug-in per il fotoritocco, tra i quali filtri ed effetti, tool per l'analisi e la riduzione del rumore e lenti di correzione fisheye.

Aperture"La qualità d'immagine fornita da Aperture 2 ha conquistato i fotografi più esigenti", ha affermato Rob Schoeben, vice president Applications Product Marketing di Apple. "Ora, grazie alla nostra architettura plug-in aperta, gli utenti possono accedere a tutte le funzionalità di editing delle immagini presenti sul mercato senza mai lasciare Aperture".

Cliccando su una o più immagini all'interno di Aperture 2.1, gli utenti possono scegliere da un menù i plug-in installati e applicare operazioni di fotoritocco specifiche sia ad immagini TIFF che RAW. "Apple sta lavorando a stretto contatto con sviluppatori chiave per portare i plug-in più richiesti in Aperture", ha spiegato l'azienda, che ha anche fornito un primo elenco di add-on attualmente in lavorazione: tra questi si trovano Noise Ninja di PictureCode, che fornisce strumenti avanzati di analisi e riduzione del rumore ad elevati ISO, e HDRtoner, con il quale è possibile generare immagini ad elevata gamma dinamica (HDR, High Dynamic Range) partendo da più scatti con diversa esposizione.

Aperture 2.1 è immediatamente disponibile come download gratuito per gli attuali utenti di Aperture 2.0. Il sito della community di Aperture è www.aperturepluggedin.com.
7 Commenti alla Notizia Aperture 2.1 si apre ai plug-in
Ordina