Luca Annunziata

Apple FTW, Microsoft da buttare?

Uno studio sull'appeal dei brand mostra un marchio della mela in grande spolvero. Mentre altri come BigM e Ford arrancano. In chi ripongono la loro fiducia in consumatori?

Roma - Apple cambierà il mondo, se non l'ha già fatto. Anche Google e Coca-Cola vanno forte. Ci sono marchi che invece non riscuotono molto successo, e anzi forse meriterebbero una rinfrescatina. Ce ne sono anche altri che appartengono al passato e che ai consumatori non dispiacerebbe rivedere in giro. Ma soprattutto, forse la presa di un marchio sul pubblico non è così profonda come ci si sarebbe potuto aspettare. Tutto questo racconta il sondaggio condotto tra febbraio e marzo da brandchannel.com.

Apple FTW, Microsoft da buttare?Lo studio Brandjunkie 2008 Survey ha raccolto le opinioni di 2mila navigatori, provenienti da 107 paesi. L'azienda di Cupertino è riuscita a raggiungere il primo posto in ben sei categorie: Apple è l'azienda accanto alla quale si vorrebbe stare seduti ad una festa (14,3 per cento), il marchio che ha avuto il maggiore impatto nella storia dell'industria (15,5), ha l'appeal che tutti sognano di avere (9,8) ed è fonte di ispirazione (22,1). Ma soprattutto, la Mela è riuscita a rendersi indispensabile per i suoi fedeli appassionati (15,2 per cento), ed è destinata a cambiare se stessa e il mercato anche nel prossimo futuro (22,0).

Certo non va proprio tutto bene: al secondo posto (4,3 per cento) della poco meritoria classifica dei marchi a cui i consumatori vorrebbero cantarne quattro c'è proprio Apple. Il primo posto però è appannaggio della rivale storica di Cupertino: Microsoft si impone di misura (6,1 per cento) in questa sezione, e finisce in testa (4,5) anche alla lista dei marchi che hanno bisogno di una rinfrescata assieme a Stati Uniti, Ford, Coca-Cola e Pepsi.
Sono pochi gli altri marchi dell'IT che compaiono in classifica. Anche Google non va male quando si tratta di appeal e di impatto nella storia, così come pure Nokia e Sony riescono ad infilarsi un paio di volte in una top ten a tinte rosa. La classifica che vede il maggior numero di player tecnologici è invece proprio quella delle lamentele: oltre a Microsoft e Apple compaiono pure Sony, Google, Dell, AT&T e Yahoo!.

Niente IT o quasi anche nella classifica delle aziende più impegnate nel campo dell'ecologia. I consumatori si dimostrano scettici su questa materia, e il 19,4 per cento arriva ad affermare che non ci sia un brand davvero impegnato in questo senso. Curiosamente, però, nelle prime cinque posizioni ci finiscono due produttori di automobili (Toyota e Honda) e un'azienda petrolifera (BP): a sostenere il vessillo dell'hi-tech digitale solo Apple (11esima), nonostante le polemiche dello scorso anno con Greenpeace.

Altro giro, altra classifica. Questa volta si tratta del CoreBrand Power 100 2007 dell'omonimo studio di statistica, che ha chiesto a 12mila decision maker statunitensi la loro opinione su 100 dei marchi più noti negli USA. Anche qui si registra un declino sensibile di Microsoft, che precipita al 59simo posto dalla 38sima piazza occupata lo scorso anno e in netto calo rispetto al 2004, quando era ad un passo dalla top ten (11esima).

Il più importante marchio IT degli USA resta IBM, 18esimo e in linea coi risultati dello scorso anno (16), sebbene anche il Big Blue abbia fatto registrare un calo di cinque posizioni dal 2004. Chi cresce è invece Toshiba, che secondo gli analisti potrebbe presto addirittura superare Microsoft: "Quando c'è un calo così rapido di consensi, l'azienda dovrebbe preoccuparsi" spiega James Gregory, CEO di CoreBrand.

Difficile spiegare la flessione del marchio Microsoft, associato ad una azienda che nell'ultimo anno non ha mancato neppure uno degli obiettivi fissati, e ha anzi registrato profitti importanti e lanciato sul mercato novità succulente come Surface. Gregory spiega che una delle cause dell'insoddisfazione dei consumatori potrebbe essere stato Vista, e un'altra parte del calo potrebbe anche essere imputata alla campagna comparativa indetta da Apple.

C'è di che preoccuparsi? "Nonostante quello che le persone pensano di un marchio, non è detto che questi sentimenti si traducano in acquisti o fedeltà nel tempo" spiega Troy McQuillen, a capo di un'azienda impegnata nel marketing: "Naturalmente gli addetti ai lavori si ostineranno a dire che non è vero: è il loro mestiere. Ma una semplice occhiata alle persone, al pubblico in generale, dimostrerà come si acquista un prodotto anche solo per il gusto di sembrare differenti o di provare qualcosa di nuovo. Certo le campagne pubblicitarie spingono in questo senso, ma hanno lo stesso peso di amici e familari".



Luca Annunziata

(fonte immagine)
58 Commenti alla Notizia Apple FTW, Microsoft da buttare?
Ordina
  • - Scritto da: lamer8
    > ... negli USA
    >
    > http://apple20.blogs.fortune.cnn.com/2008/04/01/an
    >
    > tempi duri per Microsoft.
    >
    >Sorride

    no no... tempi duri per apple! vedrai come si divertono gli hacker tra poco!
    metre la qualità di MS cresce col tempo.. quella di osx fa vedere tutte le sue vulnerabilità e alla apple non sono pronti per affrontare "la massa"... non ci hanno mai neppure pensato.
    io se fossi in te, al posto di gioire, mi preoccuperei....
    non+autenticato
  • Figurati, come azionista, quanto mi preoccupa la crescita esponenziale dei Mac!Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: lamer8
    > Figurati, come azionista, quanto mi preoccupa la
    > crescita esponenziale dei Mac!
    >Sorride


    se sei azionista allora te lo auguro Occhiolino
    non+autenticato
  • yup.

    attualmente (e da un po' di tempo...) sono negli usa.

    non solo se ne vedono tanti in giro, ma la cosa impressionante è la velocità con cui ne compaiono di nuovi. non so quanto durerà, ma nonostante il clima di recessione, i mac hanno un trend decisamente in crescita.
  • Prima di esultare per l'esito del "sondaggio" ed esaltare la qualità del vostro portatile o fisso Mac controllate che sia munito del monitor per cui avete pagato fior di denari, perchè potrebbe essere uno sfigatissimo TN da 262144 colori a 6 bit colore incapace dei veri milioni di colori dichiarati dalla Apple. In passato ne erano stati muniti diversi modelli di MacBook e MacBook pro, oggi anche gli iMac da 20 pollici godono di questo "privilegio" riservato di solito ai chioschetti degli sportelli automatici. Di 5 anni fa.

    http://www.hwupgrade.it/news/apple/apple-ancora-un...

    Sembra che Apple giochi sulla scarsa competenza tecnica dei suoi clienti per appioppargli dei rospi, stavolta con i monitor da 20" ha punto il settore professionale e lì di competenza tecnica oltre che di ottima vista qualcuno ne ha...
    non+autenticato
  • straquoto
    a apple piace giocare con l'ignoranza dei propri clienti..
    gli anni d'oro di apple sono finiti. ormai pensano solo a fare più profitto possibile trendo beneficio solo dall'immagine che i propri clienti hanno dell'azienda e sapendo che comunque questi sono i primi a difenderla all'inverosimile negando anche l'evidenza.
    il reality distorsion field ormai è famoso e nettamente consolidato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Silicon Pirate
    > straquoto
    > a apple piace giocare con l'ignoranza dei propri
    > clienti..
    > gli anni d'oro di apple sono finiti. ormai
    > pensano solo a fare più profitto possibile trendo
    > beneficio solo dall'immagine che i propri clienti
    > hanno dell'azienda e sapendo che comunque questi
    > sono i primi a difenderla all'inverosimile
    > negando anche
    > l'evidenza.
    > il reality distorsion field ormai è famoso e
    > nettamente
    > consolidato.
    Giocano sul fatto che vendono moda, che vendono
    "un'esperienza di vita" invece che concretezza.
    Ovviamente chi cerca queste cose forse il computer
    sa a appena appena accenderlo.
    non+autenticato
  • > Giocano sul fatto che vendono moda, che vendono
    > "un'esperienza di vita" invece che concretezza.
    > Ovviamente chi cerca queste cose forse il computer
    > sa a appena appena accenderlo.

    sai certamente di cosa parli.

    moda... quando apple produceva IL sistema operativo e I computer perfetti (quando gli ibm compatibili facevano bip e poco più) "voi" dicevate, i mac sono giocattoli. ora dite, senza basi, senza speranze, che vista è meglio di osx... insomma secondo il vostro ragionamento precedente, e' piu' giocattolo di osx, e per certi versi avete anche ragione! tutti quegli effetti inutili che consumano corrente(batteria) cicli di processore e scheda video... contenti voi...

    quindi cosa vende ms? con tutti quegli effetti glossy e dissolvenze se non un finto senso di vogue?!

    lifestyle... quando bastava tirar fuori dalla scatola e attaccare 2 cavi al pc per navigare in internet, gli utenti windows sferragliavano tra decine di cavi non etichettati che avrebbero messo a dura prova la pazienza di qualunque persona che nn fa del monta/smonta la sua ragione di vita. itunes+ipod hanno sdoganato il mercato della musica digitale, i programmi "amatoriali" di apple sono pietra di paragone, ms ha arrancato in quei mercati per anni poi ha tirato fuori zune+marketplace che idea originale! e i vari programmi tanto fichi a corredo di vista? o madre di tutte le fotocopie.

    quindi ms cosa vende? copie malfatte di oggetti/software che altri hanno definito e fatto diventare business... arranca dove nn puo' competere di forza, per la penetrazione del mercato (vedi office/windows) perchè non ne ha il potere le capacità... apple offre una lifestyle ms te la impone.

    qualunque persona sana di mente e a conoscenza del mercato si metterebbe a ridere senza darti tante spiegazioni... e' affascinate quanto poco capiate certi temi e quanta forza mettiate nel difendere le vostre idee, forza malimpiegata ovviamente...

    ps. apple secondo i vostri ragionamenti è un venditore di fumo... perdonatemi se considero queste vostre, complessivamente, scempiaggini meno che spassosi intrattenimenti... apple è e rimane nonostante le vostre salomoniche affermazioni, un leader del mercato, rispettato da chi voi rispettate (la copia è la più grande forma di rispetto) solo che loro fanno in modo che voi pensiate cio' che pensate... pero' vi dicono che vista "Bringing clarity to your world" come diceva ursula la strga dei mari "patetico"
    non+autenticato
  • tutto ciò mi ricorda un certo libro (Pattern Recognition) di un certo autore (William Gibson) che racconta la storia di una certa ragazza (Cayce Pollard) alle prese con i marchi delle aziende.

    Per un riferimento: http://en.wikipedia.org/wiki/Pattern_Recognition_%...
    non+autenticato
  • Altrochè quei fighetti della Apple, con i nuovi prodotti della Asus verranno tutti soppiantati.
    non+autenticato
  • il coso asus non è in concorrenza ai portatili apple, secondo me le due cose si possono integrare.
    per me che sono anche possessore di mac, posso dirti che chi ha un portatile mac e gli serve un sub notebook, se non è pieno di soldi, prende quello asus, soprattutto per il prezzo, di certo no prende quei portatilini piccoli che non so la marca (flybook?)da 1200euro e sicuramente non prende il macbook air...
  • A dir la verità io facevo riferimento a http://www.hothardware.com/News/Asus_Eee_PC_Deskto.../

    e chi si compra più un minimac a 700 euri?

    Sui portatili credo che il futuro ci porterà verso i low cost, a meno di non avere esigenze di potenza per gli sviluppatori
    non+autenticato
  • il fatto che a molti interessa macosx, e di conseguenza ha poca scelta di hardware.
    non rispondermi che va meglio ecc, evidentemente chi compra mac ha dei motivi per prenderlo.
  • Linux ForEver...PUNTO!!

    Occhiolino
    non+autenticato
  • se ci devi lavorare?
    magari esistono programmi che su linux non ci sono, magari.
    quindi linux forever per alcune cose, e neanche tante.
  • Se solo alla Apple la piantassero di prendere per il culo la gente, e consentissero l'uso di MacOsx su tutte le cpu 80x86-80x86/64 legalmente allora forse ne varrebbe più la pena farsi un Mac. Mac è un sistema troppo chiuso, sei troppo vincolato dall'hardware, il software che ci gira è 1/1000 esimo di quello esistente su Windows. Alla fine non riuscirà a sopravvivere, man mano lo schifo verrà a galla.
    non+autenticato
  • "farsi un mac" è comperare un computer Apple, Mac non è solo l'OS , mac è un sistema HW+SW .
    E poi Apple vende computer non sistemi operativi.
    non+autenticato
  • illuminante il secondo posto in questa categoria. evidentemente oltre a chi non vede apple di buon occhio (il sentore più comune è che prenda letteralmente in giro i propri clineti o potenziali vendendo molto fumo) ci sono anche quelli che dopo aver comprato un prodotto apple, ne sono rimasti delusi.
    microsoft è naturale che sia al primo posto... tutti usano o hanno usato windows e quindi è naturale che un bel po' di gente abbia da ridire su un bel po' di cose. ma su apple... non era così scontato. eppure.
    e non credo che l'utente medio, colto da astio contro apple, abbia deciso di votare in tal senso.
    io stesso avrei votato microsoft in quel sondaggio... ma per il semplice motivo che lo uso e vorrei che sia sempre migliore, dato che lo pago.
    questo secondo posto la dice lunga quindi, su un marchio che deve la sua fama odierna a un lettore mp3.
    non+autenticato
  • probabilmente l'astio lo hai te e i tuoi amichetti, esiste pure l'idifferenza verso delle marche...
  • - Scritto da: lellykelly
    > probabilmente l'astio lo hai te e i tuoi
    > amichetti, esiste pure l'idifferenza verso delle
    > marche...

    io non ho astio contro apple... io ho astio contro i MacChickenFan ahahahah!
    non+autenticato
  • io contro quelli come te

    l'inquisizione è una forma di fanatismo alla stregua dei fanatici che disprezzi
    non+autenticato
  • looool. se questo è il tuo argomentare...
    perchè non vedi di rispondere piuttosto, sempre che tu abbia argomenti per controbattere.
    non+autenticato
  • Argomento con i tuoi stessi argomenti

    al nulla si risponde col nulla
    non+autenticato
  • forse perchè non capisci quello che ho scritto... e ciò spiegherebbe molte cose.
    non+autenticato
  • Silicon Pirate ha scritto:
    "io non ho astio contro apple... io ho astio contro i MacChickenFan ahahahah!"

    può essere che sia ignorante su molte cose ma quello che hai scritto penso di averlo capito.
    non+autenticato
  • io dicevo di rispondere a ciò che ho scritto prima....
    ma evidentemnte è vero... perchè chi tace acconsente.
    non+autenticato
  • magari dovresti guardare meglio l'indentatura del thread, se non la capisci il problema non è mio
    non+autenticato
  • ma chi vuoi prendere in giro?
    questo tuo messaggio è stato postato alle ore 17.16, l'altro che dici che non ho visto è stato postato alle 17.37.

    segno che non esisteva ancora quando ti ho chiesto di rispondere!

    ma credi davvero che la gente sia così stupida?
    sei patetico.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)