Luca Annunziata

USA, class action sui colori di iMac

Una causa per lo schermo del modello da 20 pollici. A pochi giorni dalla chiusura di una vertenza sui MacBook. Questione di marketing e di pubblicità. Questione da avvocati?

Roma - Lo schermo di iMac da 20 pollici introdotto la scorsa estate non è in grado di mostrare milioni di colori, come sostenuto da Apple nella descrizione del prodotto, ma solo migliaia. Nessun problema per il modello da 24, ma secondo lo studio legale Kabateck Brown Kellner "Apple sta lucrando sulla vendita dei suoi prodotti adottando schermi economici".

USA, class action sui colori del iMacApple, dunque, starebbe ingannando i suoi clienti, "facendo loro credere che stanno acquistando un nuovo e migliorato modello, mentre in realtà si ritrovano un modello nuovo e inferiore". Almeno secondo Brian Kabateck, portavoce e associato dello studio legale che ha preparato l'azione legale. Per questo gli avvocati di Los Angeles hanno lanciato una class action federale che, se approvata dalla corte, potrebbe coinvolgere tutti i consumatori statunitensi che hanno acquistato l'ultimo modello di computer all-in-one di Apple.

Il problema sarebbe costituito dalle caratteristiche tecniche dello schermo LCD montato. Nel modello da 24 pollici (MA878LL) viene impiegato uno schermo IPS (In Plane Switching), in grado di gestire su 8 bit per canale la bellezza di 16.777.216 colori, caratteristica analoga al precedente modello da 20 pollici (MA589LL). Il nuovo iMac da 20, contrassegnato dal codice di produzione MA876LL/MA877LL, monterebbe invece un più economico pannello TN (Twisted Nematic), in grado di gestire soltanto 6 bit per canale per un totale di 262.144 differenti tonalità: calcolatrice alla mano, circa il 98 per cento in meno dell'altra tecnologia.
"Dietro la facciata da bravo ragazzo (di Apple, ndr), c'è una corporation che sfrutta i suoi clienti - ha aggiunto Kabateck - Il nostro obiettivo è aiutare queste persone che sono state ingannate e essere sicuri che in futuro Apple dica la verità". Il modello da 20 pollici avrebbe caratteristiche meno avanzate rispetto al fratello maggiore, visto che l'angolo di visione ottimale, la profondità di colore raggiungibile e l'accuratezza con cui le variazioni cromatiche vengono rappresentate, sarebbero di gran lunga inferiori al modello da 24.

Manco a farlo apposta, la nuova causa arriva a pochi giorni di distanza dalla chiusura di una vicenda analoga che riguardava invece l'intera linea dei laptop MacBook. In questo caso erano stati due fotografi californiani a denunciare una limitazione degli schermi dei notebook, che a loro giudizio rendeva l'intera offerta di Cupertino inadeguata alle esigenze dei professionisti e non in linea con quanto pubblicizzato.

La parola fine a questa vicenda è giunta grazie ad un accordo extra-giudiziale, i cui estremi non sono stati resi pubblici. Secondo quanto riferito, l'avvocato dei due attori avrebbe spiegato la scelta di abbandonare la causa per la difficoltà di individuare altri consumatori tratti in inganno dalla definizione "milioni di colori".

Luca Annunziata
39 Commenti alla Notizia USA, class action sui colori di iMac
Ordina
  • un esempio di quello che si spende per avere un monitor di alta gamma

    http://www.twenga.it/prezzi-SpectraView-Reference-...

    (non sto giustificando apple)
  • E perche' mai? Apple e' una societa'...come tutte cerca il profitto e come tutte deve rendere conto SOLO ai propri azionisti.
    Quindi NOI ce lo prendiamo...nel...piede (un piede strano a dire il vero...)
    Ultimamente mela avariata inciampa un po troppo spesso in vaccate...e devo dire che ne sono dispiaciuto proprio perche' so' quanto belli e, tutto sommato, validi siano i suoi prodotti.
    Ho un macbookpro...e la visualizzazione dei colori non pare proprio fedele alla dicitura "MILIONI DI COLORI" proprio come sostenuto dai fotografi.
    MA non saprei proprio come fare per avere la certezza di quanti colori io stia visualizzando effettivamente...
    Se potessi testerei...e se mi accorgessi che lo "stupendo monitor tecnicamente evoluto" risulta di fatto una schifezza a basso costo inizierei a contattare un amico avvocato,peraltro anche piuttosto in gamba, per capire come PUNIRE sti lepegosi lumaconi fregaioli.
    Certo che l'immagine della mela incancrenita non ne giova affatto...
    non+autenticato
  • > MA non saprei proprio come fare per avere la
    > certezza di quanti colori io stia visualizzando
    > effettivamente...

    I CRT non hanno limitazioni.
    Solitamente arrivano a 500.000.000 di colori circa....
    Gli LCD non arrivano al 1.000.000 se non in configurazioni MOLTO MOLTO costose.
    non+autenticato
  • Scusa...se e' vero che oltre il milione non vanno..la dicitura MILIONI...(I)... di colori e' una bugia enorme.
    Ma siccome ho letto che l'indicizzazione a8 bit piuttosto che 6 permette a taluni schermi di dare proprio i 16milioni richiesti, perche' questo limite a 1Milione?
    non+autenticato
  • Ma nessuno ha mai sentito parlare di dithering? LOL
    Ma poi fatemi capire, fotografi professionisti che usano il MacBook con la sk video da 64MB shared e lo schermo da 13 o il MBP con gli shermi al max da 17??
    Ma non si può sentire dai....io ho un MacBook da 13,3 e lo schermo funziona da dio, sia coi film che con le immagini, ma ovviamente ha i suoi limiti Sorride
    Infatti faccio il sysadmin, facessi il fotografrei avrei un LCD da 24" o più da qualche migliaio di euro...
    non+autenticato
  • una cosa e' il canale dati (16M) l'altra e' cio' che e' in grado di fare...
    non+autenticato
  • In ogni caso, limitazioni tecniche o no, mi pare ovvio che se sul sito il monitor viene venduto come capace di visualizzare (contemporaneamente) tot milioni di colori e non poche migliaia, quei colori deve far vedere.
    Alla apple non vanno certo in miseria se aggiungono due righe in più nelle specifiche dei loro sistemi. La deliberata "svista" mi pare fin troppo voluta.
    non+autenticato
  • Voglio comprarmi un iMac ma sono "obbligato" a prendere quello da 24" data la bassa qualità del monitor... e infatti, uscito ad agosto, ancora non lo compro.

    È vero che Apple è numero uno nelle innovazioni, almeno per me, ma quando fa prodotti deludenti, anche questi guadagnano i primi posti delle classifiche.
  • deludenti de lo sai o te ne accorgi... queste cose dovrebbero essere più facili da rispondere, perchè vivere sugli allori porta a fare scelte sbagliate.
  • E noi italiani, come me ad esempio, che mi sono tolgo 1500 euro per acquistare due mesi fa un imac 20 pollici, vedro' tutelati i miei interessi oppure la cosa si esaurira' solo con un patteggiamento negli stati uniti?
    non+autenticato
  • Hai fatto causa in Italia? No
    Hai aderito alla class action negli USA? (Ammesso che si possa fare da parte tua, acquirente e cittadino italiano) NO

    E allora non vedrai tutelato nulla.

    du.demon
    non+autenticato
  • Scusate se sorrido...
    non+autenticato
  • Le seconda che hai detto!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Stefano
    > E noi italiani, come me ad esempio, che mi sono
    > tolgo 1500 euro per acquistare due mesi fa un
    > imac 20 pollici, vedro' tutelati i miei interessi
    > oppure la cosa si esaurira' solo con un
    > patteggiamento negli stati
    > uniti?

    Ti dico solo che su un famosissimo forum italiano di utenti apple ho tirato fuori il discorso dello schermo iMac 20" e quasi mi volevano bannare. Questo la dice lunga su come siamo messi in italia..
    non+autenticato
  • ma looool!!
    steve potrebbe mettere anche un tubo catodico anni 70 in uno dei sui computer e gli iFan sarebbero pronti a difenderlo ugualmente. quello che ti è accaduto dimostra quanto sono ciechi tali utenti.

    steve è la wanna marchi del computer.. LOL
    non+autenticato
  • - Scritto da: Silicon Pirate
    > ma looool!!
    > steve potrebbe mettere anche un tubo catodico
    > anni 70 in uno dei sui computer e gli iFan
    > sarebbero pronti a difenderlo ugualmente. quello
    > che ti è accaduto dimostra quanto sono ciechi
    > tali
    > utenti.
    >
    > steve è la wanna marchi del computer.. LOL

    Tra l'altro era abbastanza evidente la trufffa.
    Per la prima volta, nei negozi, tigher, appariva con lo sfondo differente da quello standard prorio per nascondere la qualità dello schermo.
    Se avessero lasciato quello classico azzurro sarebbero rimasti invenduti.
    Purtroppo, preso dall'entusiasmo, hanno inchiappettato anche me.
    non+autenticato
  • Hai proprio ragione: gli utenti mac hanno il prosciutto sugli occhi!!


    Idea!DelusoDelusoDelusoCon la lingua fuoriCylonRotola dal ridere
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 02 aprile 2008 09.52
    -----------------------------------------------------------
  • Non tutti.
    Purtroppo se vuoi os x non hai alternative.
    Voglio dire, avere un computer con le palle e farci girare vista o linux mi cadono le braccia.
    Ognuno poi scende a compromessi visto che, in tutti questi anni, nessuno sia ancora riuscito a sfornare un sistema operativo desktop decente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: next
    > Non tutti.
    > Purtroppo se vuoi os x non hai alternative.

    e perchè invece non ti compri il cd e poi lo isntalli su un computer con un procio intel e chipset intel e sk video ati?
    ah no scusa, lo profaneresti.

    > Voglio dire, avere un computer con le palle e
    > farci girare vista o linux mi cadono le
    > braccia.

    Rotola dal ridereDeluso

    > Ognuno poi scende a compromessi visto che, in
    > tutti questi anni, nessuno sia ancora riuscito a
    > sfornare un sistema operativo desktop
    > decente.

    io ce l'ho l'OS desktop che fà per te:
    Linux Fron Scratch!

    cosi almeno passerai il tempo a parlare di computer con le palle praticando zen di fronte all'interminabile output di make ma imparerai qualcosa su cosa sia un computer in realtà.
    non+autenticato
  • per guardare quanto è bello il puntatore del mouse va bene come dici tu, per lavorare no.
  • ugli LCD sono state da TUTTI i costruttori dette un sacco di BALLE per poter pompare una tecnologia insuffiecente e con i proventi farla diventare una tecnologia accettabile. Altre due generazioni o tre e finalmente anche i pannelli avranno un'immagine decorosa. A quel punto non solo gli avremmo pagato lo sviluppo dei pannelli ma dovremo pure comprarli una seconda volta per avere qualcosa di decente.

    Una delle magagne più grosse dei pannelli LCD è data dalla dinamica, decisamente scarsa. Ovviamente l'acquirente vorrebbe avere qualcosa che gli dia la possibilità di vedere la quantità sufficiente di colori, questa sufficienza e universalmente accettata come 16.7 millioni di colori.
    Ora leggiamo le specifiche tecniche del catalogo, disponibile in rete i milioni di posti basta usare un motore di ricerca, di un mio videoproiettore:

    3M™ Multimedia Projector MP8610
    T E C H N I C A L S P E C I F I C AT I O N S
    • LCD type: 6.4" active-matrix TFT
    • Resolution: 800 (W) x 600 (H) pixels (SVGA)
    • Brightness: 500 ANSI lumens
    • Colors: 16.7 million
    • Contrast ratio: 200:1 ANSI
    • Aspect ratio: 4:3
    • Lens: Wide-angle F/5.6
    • Screen size: 40" (minimum) to 300" (maximum) diagonal
    • Horizontal scan: 14-75 kHz
    • Vertical scan: 40-120 Hz
    • Input terminals:
    S-Video: (1) mini DIN 4-pin
    Video: (1) RCA jack
    Audio: (2) 3.5 mm stereo jack
    RGB: (1) high density D-sub 15-pin
    • Output terminals:
    Mouse control and RS-232C: (1) D-sub 9-pin (male)
    • Lamp type: user-replaceable 400-watt metal halide
    • Lamp life: 1,500 hours


    Se vi sembra di non vederci nulla di strano provate a guardare cosa dice il data sheet del pannello che fa funzionare il videoproiettore





    Sharp LQ64SP1 Color TFT-LCD Module for OHP/Projector
    Features
    n 16 cm [6.4"] SVGA format
    n Super HA* technology
    n High transmissivity (13.5 %)
    * High Aperture Ratio Panel
    Specifications
    Parameter Unit Parameter Unit
    Display size 16 [6.4] cm [ "] Transmissivity 13.5(*) %
    Dot format (H x V) 800 x RGB x 600 dot Power consumption 1.1 W
    Dot pitch (H x V) 0.054 x 0.162 mm Outline dimensions (W x H x D) 175.0 x 126.5 x 12.1 mm
    Active area (H x V) 129.6 x 97.2 mm Weight 153 g
    Color 262 144 - Operating temperature 0 to + 60 °C
    Input signal 6-bit digital RGB - Storage temperature -20 to + 70 °C



    Se notate già una discrepanza mostruosa nel numero di colori che è in grado di rappresentare questa macchina: il costruttore del pannello dichiara 262 144 colori ma il costruttore del videoproiettore ne dichiara una quantità decisamente più alta 16 700 000.
    Dire che la differenza non è poca, solo il 6300%, (seimilatrecento percento) è una barzelletta.
    Chi ha ragione: il costruttore del pannello o quello del videoproiettore? per fortuna c'è un sistema semplice semplice: basta guardare i dati come transitano. Infatti per risparmiare del denaro che comunque sarebbe sprecato il bus di sistema possiede solo sei bit e quindi può ottenere una gamma esclusivamente di 2^18 = 262 144 colori come del resto accade per la maggior parte dei pannelli LCD venduti fino al 2006.

    Io la chiamo truffa, e voi?

    inutile forse dire che anche in questo caso le varie riviste specializzate, i quotidiani e le televisioni sono state zitte sul fenomeno. Addirittura alcuni articoli reclamavano la grande qualità dei pannelli a sei bit.

    http://allarovescia.blogspot.com/search/label/tele...
    non+autenticato
  • - Scritto da: claudio
    > ugli LCD sono state da TUTTI i costruttori dette
    > un sacco di BALLE per poter pompare una
    > tecnologia insuffiecente e con i proventi farla
    > diventare una tecnologia accettabile. Altre due
    > generazioni o tre e finalmente anche i pannelli
    > avranno un'immagine decorosa. A quel punto non
    > solo gli avremmo pagato lo sviluppo dei pannelli
    > ma dovremo pure comprarli una seconda volta per
    > avere qualcosa di
    > decente.

    Io infatti quando, ormai 3 anni fai, comprai il monitor nuovo comprai un CRT 19 pollici e già allora gli LCD avevano invaso il mercato e cominciava a essere difficile comprare un CRT, oggi è quasi impossibile ormai.

    In particolare non ho mai amato la "lentezza" di aggiornamento dei pixel degli lcd, che creavano le orribili "scie", cosa evidentissima nei videogiochi e nella visione di film. All'epoca gli LCD erano ancora qualcosa di quasi inguardabile (a meno di non spendere una fortuna), ma alla gente piacevano lo stesso perchè erano meno ingombranti e più belli da vedere e quasi nessuno si rendeva conto dello schifo che stava guardando (ho visto un sacco di persone che neanche si accorgevano che stavano usando una risoluzione diversa da quella nativa dell'lcd, quindi figurarsi). Per non parlare dei portatili, su uno dei portatili che ho in ufficio (un osceno Acer) praticamente non esiste un angolo di visione in cui l'intero schermo sia perfettamente visibile.

    Oggi, per fortuna, le cose stanno cambiando. Ci sono monitor con tempi di risposta fino a 2 ms, accettabilissimi. Le risoluzioni sono molto alte e anche il contrasto, io ho un Lenovo in ufficio che mi lascia a bocca aperta. Forse finalmente i tempi sono maturi per comprare un lcd, magari fra qualche anno.

    TAD
  • - Scritto da: TADsince1995
    > - Scritto da: claudio
    > > ugli LCD sono state da TUTTI i costruttori dette
    > > un sacco di BALLE per poter pompare una
    > > tecnologia insuffiecente e con i proventi farla
    > > diventare una tecnologia accettabile. Altre due
    > > generazioni o tre e finalmente anche i pannelli
    > > avranno un'immagine decorosa. A quel punto non
    > > solo gli avremmo pagato lo sviluppo dei pannelli
    > > ma dovremo pure comprarli una seconda volta per
    > > avere qualcosa di
    > > decente.
    >
    > Io infatti quando, ormai 3 anni fai, comprai il
    > monitor nuovo comprai un CRT 19 pollici e già
    > allora gli LCD avevano invaso il mercato e
    > cominciava a essere difficile comprare un CRT,
    > oggi è quasi impossibile
    > ormai.
    >
    > In particolare non ho mai amato la "lentezza" di
    > aggiornamento dei pixel degli lcd, che creavano
    > le orribili "scie", cosa evidentissima nei
    > videogiochi e nella visione di film. All'epoca
    > gli LCD erano ancora qualcosa di quasi
    > inguardabile (a meno di non spendere una
    > fortuna), ma alla gente piacevano lo stesso
    > perchè erano meno ingombranti e più belli da
    > vedere e quasi nessuno si rendeva conto dello
    > schifo che stava guardando (ho visto un sacco di
    > persone che neanche si accorgevano che stavano
    > usando una risoluzione diversa da quella nativa
    > dell'lcd, quindi figurarsi). Per non parlare dei
    > portatili, su uno dei portatili che ho in ufficio
    > (un osceno Acer) praticamente non esiste un
    > angolo di visione in cui l'intero schermo sia
    > perfettamente
    > visibile.
    >
    > Oggi, per fortuna, le cose stanno cambiando. Ci
    > sono monitor con tempi di risposta fino a 2 ms,
    > accettabilissimi. Le risoluzioni sono molto alte
    > e anche il contrasto, io ho un Lenovo in ufficio
    > che mi lascia a bocca aperta. Forse finalmente i
    > tempi sono maturi per comprare un lcd, magari fra
    > qualche
    > anno.
    >
    > TAD

    tutti si chiedono perche gli IBM ora lenovo sono i piu' cari (molto piu' di un apple)e migliori portatli professionali ... forse perche' non lesinano sui componenti e la costruzione ...
    non+autenticato
  • > tutti si chiedono perche gli IBM ora lenovo sono
    > i piu' cari (molto piu' di un apple)e migliori
    > portatli professionali ... forse perche' non
    > lesinano sui componenti e la costruzione
    > ...

    A lavoro ho un portatile Lenovo, dire che è perfetto è dir poco: ottimi componenti, ottimo monitor, solidissimo (altro che acer) e ubuntu riconosce TUTTO. Certo non è leggerissimo, ma tanto è un desktop replacement.

    TAD
  • Tutti i monitor di tutti i portatili supportano solo 262000 colori, anche i tuoi Lenovo.

    Abbiamo scoperto l'acqua calda.
  • - Scritto da: TADsince1995

    > sono monitor con tempi di risposta fino a 2 ms,
    > accettabilissimi.

    2ms accettabilissimi?
    Forse non sai che la frequenza di frame del segnale VGA varia da 50 a 100hz (solitamente 60hz per gli LCD) quindi il "refresh" va da 20 a 10 ms quindi tempi di refresh inferiori sono IMPOSSIBILI.

    Inoltre tieni presente che l'occhio umano la "persistenza retinica" è superiore a 40 ms.

    > Forse finalmente i
    > tempi sono maturi per comprare un lcd, magari fra
    > qualche anno.

    Ceeeerto, se nel frattempo vuoi qualche CRT a buon prezzo sai dove trovarmi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ciccio


    > 2ms accettabilissimi?
    > Forse non sai che la frequenza di frame del
    > segnale VGA varia da 50 a 100hz (solitamente 60hz
    > per gli LCD) quindi il "refresh" va da 20 a 10 ms
    > quindi tempi di refresh inferiori sono
    > IMPOSSIBILI.

    ODDIO!!! Hai pure cominciato il discorso con "forse non sai che..."

    La frequenza di refresh dello schermo non c'entra NULLA con il tempo di RISPOSTA del monitor!

    Il refresh della VGA è quante volte l'immagine viene rigenerata sullo schermo, quindi i tuoi 20/10 ms sono il tempo che una data immagine RIMANE sullo schermo, prima di essere aggiornata.

    Il tempo di RISPOSTA dell'LCD è il tempo in cui, DOPO che la scheda video ha aggiornato la schermata, i pixel riescono effettivamente a reagire al cambiamento!!! Nel CRT QUESTO tempo è istantaneo, negli LCD ha un certo valore, che può essere o non essere percepito a seconda dei casi, e crea un effetto di scia.
    non+autenticato
  • forse non sai nemmeno che la "scia" si forma solo se i pixel coinvolti non sono cambiati entro l'arrivo del prossimo frame.
    Quindi, quando un monitor ha una risposta inferiore al tempo di refresh, non serve altro.

    Nessun occhio umano può percepire se dei 15ms disponibili fra due frame i pixel ne hanno usati 1 o 14 per aggiornarsi.
    non+autenticato
  • Sì sì, sarà anche tutto vero, ma io che sto davanti al monitor 10 ore al giorno, da quando uso LCD i malditesta sono solo un ricordo... Un CRT, anche di altissima qualità, non riesco più ad usarlo.
    non+autenticato
  • Strano, io sto talvolta dieci ore con un CRT e non mi viene il mal di testa. Newbie, inesperto
    non+autenticato
  • - Scritto da: Linaro
    > Sì sì, sarà anche tutto vero, ma io che sto
    > davanti al monitor 10 ore al giorno, da quando
    > uso LCD i malditesta sono solo un ricordo... Un
    > CRT, anche di altissima qualità, non riesco più
    > ad
    > usarlo.

    Se tieni un refresh rate basso viene il mal di testa dopo 5 minuti. Ma con un monitor CRT 100 Hz non ci sono di questi problemi.

    TAD