Alfonso Maruccia

eBay cancella le aste del digitale

Dopo i feedback, il popolare sito di aste online ha deciso di ridisegnare anche il sistema di vendita dei beni in formato digitale. Niente più aste per eBook e MP3 ma solo pubblicità per vendite dirette

Roma - Non si è ancora placato il polverone scatenato dalla rivoluzione del sistema dei feedback, che eBay affonda la lama di nuovo: dal 31 marzo tutti quei beni distribuiti sotto forma di file e messi in vendita con tanto di "spedizione gratuita" via mail o attraverso un link non potranno più far parte del tradizionale sistema di aste o vendita diretta del portale. I contenuti potranno continuare a giovarsi della visibilità offerta dal sito, ma dovranno necessariamente passare attraverso il meccanismo dei Classified Ads.

"I beni digitali vengono spesso riprodotti a un costo minimo o a nessun costo per il venditore. Su eBay, questo crea il potenziale per una manipolazione del feedback (sia reale che percepita)" scrive il responsabile della Policy di Feedback Brian Burke annunciando le nuove regole.

La replicabilità infinita, propria di "oggetti" virtuali quali eBook, MP3, PDF e quant'altro, permette l'apertura di migliaia di aste diverse, danneggiando un mercato basato sul principio della scarsità e distorcendo potenzialmente anche la gestione delle reputazioni.
I Classified Ads, al contrario, permettono di eliminare la fuffa offrendo a circa 10 dollari USA la possibilità per il venditore di mostrare i suoi prodotti nei risultati delle ricerche: anche in quel caso comunque la compravendita andrà finalizzata attraverso canali esterni senza il coinvolgimento né del sito d'aste né del suo sistema di feedback.

Una soluzione apparentemente assennata, ma che come è sempre accaduto per ciascuna di queste novità sostanziali ha sollevato dubbi in molti eBayer. Per rispondere a tali domande uno dei weblog di eBay ha pubblicato una Q&A con Brian Burke. In quella che si è trasformata in una vera e propria FAQ sul nuovo regime di vendita dei beni digitali, Burke spiega i perché e i percome dell'iniziativa, ma chiarisce anche le possibili confusioni sulla distribuzione di contenuti fatti di bit su supporti digitali quali CD - vendita sempre permessa fintanto che viene coinvolto un mezzo fisico - o il costo e le modalità di utilizzo dei Classified Ads.

Ma gli utenti cosa ne pensano? I pareri sono al momento contrastanti, c'è chi applaude alle nuove regole come un modo per spazzare via chi approfitta della piazza di eBay per fare spam, ma c'è anche l'eBayer uso a creare contenuti originali per venderli in formato PDF che si lamenta.

"Piuttosto che preoccuparsi della manipolazione del feedback", scrive tale John, eBay dovrebbe migliorare il sistema di segnalazione di truffe, e-mail di phishing e venditori/acquirenti insolventi. È comprensibile che la società renda complessi i meccanismi di comunicazione per lasciare fuori dalla porta i falsi positivi, continua l'utente, "ma come molte persone stanno dicendo, più è difficile venire in contatto con eBay, più gli utenti se ne andranno". Con o senza i beni digitali in asta.

Alfonso Maruccia
22 Commenti alla Notizia eBay cancella le aste del digitale
Ordina
  • Da una parte...peccato:era così comodo!! Però, effettivamente, non era neanche giusto. Purtroppo, da ora in poi, sull' acquirente graveranno ancora più spese, almeno quelle di un CD o DVD vergine (se siamo onesti!!!)
    non+autenticato
  • Reputo un po' troppo draconiano il metodo usato da eBay ma, a mali estremi, estremi rimedi. Quante vendite di immagini o manuali da 4 soldi vengono messi all'asta a 1 cent, solo per scambiarsi il feedback? Io ne ho visti a decine. Esempio: venditore con un feedback con 200 e passa transazioni "positive". Lascia passare alcuni mesi per non avere nel elenco delle transazioni l'oggetto all'asta e poi, tutto a un tratto, vende materiale come TV LCD da 40". La truffa è lì bella pronta, visto che la fiducia si basa proprio sul feedback.
    non+autenticato
  • questa pezza che stanno cercando di mettere mi pare un po' inefficace, basterà che il venditore faccia l'asta per il bene digitale offerto su supporto reale come cd o dvd con le relative spese di spedizione, ipotizziamo per un totale di 10euro tutto incluso, per poi scrivere in basso: "8 euro di sconto nel caso di consegna tramite email"

    l'acquirente secondo voi cosa farà?
    non+autenticato
  • Segnalera' l'abuso ad Ebay che rimuovera' l'asta e mandera' una segnalazione al venditore. A quanto ho letto, se si menziona "consegna digitale o via email" l'asta viola il regolamento.
    non+autenticato
  • Sono assolutamente contrario, è vero che molti utenti scapperanno da Ebay, e sinceramente a volte lo spero, date le tante cose negative di Ebay, ad esempio impossibilità di utilizzare una ricarica PostePay come pagamento (altrimenti loro perdono soldi con il loro PayPal), cattiva assistenza quando un acquirente ha problemi con un venditore, e tante altre cose.

    Io personalmente credo proprio che me ne andrò...
    non+autenticato
  • si scervellano tanto ma una cosa non l'hanno ancora fatta quelli di ebay, una gestione sensata dei feedback in maniera che venditore e acquirente vedano il voto dell'altro solo dpo che ambe2 hanno votato in questo modo non ci sarebbero ne ricatti ne paura di lasciare feed negativi (anche meritati) per paura della risposta...
    esempio veloce, mio padre ha comprato una telecamera data per funzionante e invece rotta, aperta controversia su paypal, rispedita indietro la telecamera, riavuti i soldi e il venditore, il giorno dopo che gli era arrivata la telecamere l'ha rimessa in vendita usando la stessa inserzione dell'inizio.
    Non gli abbiamo lasciato feed negativo perkè tanto ce lo avrebbe lasciato anche lui a spregio, così qualcuno si ritroverà con una telecamera non funzionante spacciata come nuova..
    non+autenticato
  • - Scritto da: albe

    > Non gli abbiamo lasciato feed negativo perkè
    > tanto ce lo avrebbe lasciato anche lui a spregio,
    > così qualcuno si ritroverà con una telecamera non
    > funzionante spacciata come
    > nuova..

    Ma, io sapevo che i venditori non possono più dare feedback negativi.
    non+autenticato
  • E avete sbagliato. Dovevate dare il feedback negativo, per avvisare i potenziali neo acquirenti. Io non ho paura dei feed negativi, soprattutto come acquirente..
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)