Luca Annunziata

Copi DVD? Sei un poliziotto?

Se sei in Australia non ti succederà niente. Nel paese agli antipodi, gli ufficiali che copiano dischi protetti in ufficio la passano liscia. Almeno per il momento

Roma - Centinaia di ufficiali di polizia australiani utilizzano i computer dell'ufficio per rippare e probabilmente duplicare DVD protetti da copyright. È questa la scoperta fatta nel corso di una procedura di verifica periodica del sistema informatico del corpo, condotta dal reparto IT della stessa South Australia Police. Per i poliziotti coinvolti, comunque, non scatterà neppure una denuncia: sono troppi per essere perseguiti tutti.

Reclutamento tramite banner per la South Australia PoliceIn una email interna contenente i risultati dell'audit, viene segnalato che "sono stati identificati un certo numero di casi in cui DVD commerciali contenenti lungometraggi sono stati copiati sugli hard-drive dei computer della Polizia, e che potenzialmente tali DVD sono stati copiati su supporti vuoti". Una pratica che "potenzialmente è una violazione del diritto d'autore e un uso scorretto dell'equipaggiamento della Polizia".

Le iniziative da intraprendere per contrastare questo fenomeno sono chiare: "I comandanti dei distretti sono invitati a introdurre misure affinché questo fenomeno cessi e devono ricordare ai membri delle Forze di Polizia quali sono le regole per l'utilizzo dei computer del corpo". Ma niente indagini, ufficiose o ufficiali, per individuare e punire i colpevoli: secondo la versione fornita alla stampa, i poliziotti coinvolti sarebbero troppi per essere perseguiti.
In uno dei paesi più attivi e attenti alla regolamentazione del mondo digitale, dove presto potrebbe attecchire definitivamente la Dottrina Sarkozy e dove si ragiona in termini di filtri di stato, a quanto pare i rappresentanti della legge sono immuni dal reato di violazione del diritto d'autore.

Roberta Heather, portavoce del capo della polizia, ha confermato che i vertici del corpo sono stati informati di quanto accaduto, e che agli ufficiali verrà ricordato qual è il ruolo che svolgono nella società, quali le loro responsabilità e infine quale sia l'uso corretto delle attrezzature messe a loro disposizione. I computer della South Australia Police sono controllati regolarmente, e "qualora venga ravvisata qualche violazione della legge, vengono intraprese le azioni adeguate": in questo caso, una ramanzina sembra bastare.

La faccenda sembra non sia stata troppo gradita dai rappresentanti delle major, che, hanno dichiarato, esigeranno un chiarimento dalla Polizia. Nella terra dei wombato, la violazione sulle norme sul diritto d'autore può costare multe da 35mila a 180 mila euro per ogni infrazione, nonché pene detentive fino a cinque anni.

Luca Annunziata
42 Commenti alla Notizia Copi DVD? Sei un poliziotto?
Ordina
  • ... i cittadini invece sono pochi per essere perseguiti, vero?

    Tutto il mondo è paese: anche lì la legge è superiore al cittadino, invece che al suo servizio.

    Mentre per il cittadino si può anche presumere l'ignoranza (a volta arrampicandosi un po' sui vetri) questa presunzione invece non può proprio esserci per chi è stipendiato per far rispettare la legge (tutta, e non solo quella che fa comodo).

    Avrebbero dovuto prenderli e sanzionarli tutti (tanto suppongo che anche in Australia ci sia la condizionale per il primo reato) e fargli pagare una bella multa.

    A fronte di questo penso che i cittadini non si sarebbero sentiti lesi, qualora venissero condannati per questo tipo di reati.

    Sono sempre dell'idea che se una legge vale per uno, vale per tutti.
  • Approvo e sottoscrivo.
    Magari era l'occasione buona per mandare a casa quanlche furbo di troppo e creare nuovi posti di lavoro...
    H5N1
    1641
  • perchè lo stato dovrebbe riservare un trattamento di favore ai poliziotti?
    Se la notizia è vera mi pare molto, molto grossa.
    In pratica questi hanno violato la legge vigente nello stato, abusato dei mezzi tecnici a loro disposizione (che erano a disposizione per fare tuttaltro), hanno presumibilmente sotratto tempo alle attività lavorative (quindi frodato lo stato).
    Inoltre avrebbero dovuto auto-denunciarsi, poichè tecnicamente erano pubblici ufficiali a conoscenza della notizia di reato (visto che il reato lo stavano commettendo loro...): quindi c'è pure omissione di atti di ufficio.

    Comprendo bene l'incazzatura delle major: questo può essere un precedente molto pericoloso per loro. Ma credo che dovrebbero incazzarsi molto, molto di più i cittadini, sapendo che le proprie forze dell'ordine sono al di sopra della legge che devono far rispettare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ste
    > perchè lo stato dovrebbe riservare un trattamento
    > di favore ai
    > poliziotti?
    > Se la notizia è vera mi pare molto, molto grossa.
    > In pratica questi hanno violato la legge vigente
    > nello stato, abusato dei mezzi tecnici a loro
    > disposizione (che erano a disposizione per fare
    > tuttaltro), hanno presumibilmente sotratto tempo
    > alle attività lavorative (quindi frodato lo
    > stato).
    > Inoltre avrebbero dovuto auto-denunciarsi, poichè
    > tecnicamente erano pubblici ufficiali a
    > conoscenza della notizia di reato (visto che il
    > reato lo stavano commettendo loro...): quindi c'è
    > pure omissione di atti di
    > ufficio.
    >
    > Comprendo bene l'incazzatura delle major: questo
    > può essere un precedente molto pericoloso per
    > loro. Ma credo che dovrebbero incazzarsi molto,
    > molto di più i cittadini, sapendo che le proprie
    > forze dell'ordine sono al di sopra della legge
    > che devono far
    > rispettare.

    Indubbiamente dovrebbero non essere al di sopra della legge.. la cosa più grave è poi queste stesse persone vanno a fare multe per decine di migliaia di euro nelle aziende ed uffici e capita che su ordine delle major facciano arresti di privati rovinandogli la vita per degli MP3 a cui magari vengono aggiunte presunte accuse fantasiose di materiale pedopornografico tanto per far pubblicità sui giornali e pompare una non notizia, per la scusa gli basta qualche immagine di qualche pornostar che sembri minorenne--e ve ne sono molte.
    Quindi?
    Direi che la cosa più ovvia sarebbe che la politica la smettesse di permettere questo uso spropositato e marcio delle risorse dello Stato e delle forza dell'ordine contro "la pirateria" .. e le sfruttasse per i veri reati che restano sempre più insoluti e sono sempre in aumento quali scippi, rapine, omicidi, stupri ..
    non+autenticato
  • Visto con i miei occhi 4 anni fa a Napoli davanti all'ex Upim (100 metri dalla stazione centrale):
    1. Finanzieri che compravano stecche di sigarette di contrabbando (anzi in parte gli venivano omaggiate)
    2. Poliziotti che compravano CD musicali contraffatti
    3. Vigili urbani che facevano scorta di DVD tarocchi (tra l'altro di qualità incerta)

    Voi che dite se andiamo a vedere in ufficio magari sul PC hanno anche Emule?
  • Se è per questo so per certo di un appartenente ad una forza pubblica che all'epoca faceva uso di sostanze che le nostre leggi classificano come stupefacenti.

    Ma il fatto non è tanto stare qui a dire che anche da noi i pubblici ufficiali fanno un po' di tutto (compresi reati piccoli e grandi). Anche perchè è infamante e calunnioso verso quella parte di pubblici ufficiali che rispettano invece la legge e ne sono tutori: le mele marce esistono ovunque.

    La questione è che se un pubblico ufficiale viola la legge e viene scoperto deve pagare come un cittadino che viola la legge. Anche per una questione di credibilità dello stato.
    Mentre da quello che si apprende dalla notizia, pare che in Australia abbiano insabbiato l'indagine alla luce del sole, cioè senza alcun pudore.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ste
    > Se è per questo so per certo di un appartenente
    > ad una forza pubblica che all'epoca faceva uso di
    > sostanze che le nostre leggi classificano come
    > stupefacenti.[...]
    >

    Se è per questo so di decine di politici che pippano come idrovore sostanze che le leggi classificano come stupefacenti...., aspetta, chi le fà le leggi?
  • abbiamo pure 24 criminali in parlamento che non sono ancora al gabbio.
    Sgabbio
    26177
  • Come da oggetto, tanto chi li controlla...
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 08 aprile 2008 10.18
    -----------------------------------------------------------
  • forse perche' farlo in ufficio costa di meno, lo si fa in orario di lavoro e ci sono (o pensano che ci siano) meno rischi di incappare nei controlli. Cosi' a casa hanno poi il tempo di guardarli invece di ripparli
    non+autenticato
  • - Scritto da: pegasus2000
    > Come da oggetto, tanto chi li controlla...

    Ma chi ce l'ha il tempo di fare queste cose a casa?
    In ufficio hai tutto quello che ti serve: tanti computer, tanti masterizzatori, la rete, e un sacco di tempo.
    E poi puoi ottimizzare l'attivita': uno, quello piu' esperto, lo fa per tutti i colleghi.

    Ti pare che io a casa ho tempo da perdere per mettermi a masterizzare DVD?
    Li capisco e gli do' ragione.
    non+autenticato
  • Quello che si chiama lavoro di squadra!

    Ciao
    176
  • Guardate un po' cosa sta ascoltando l'intelligentissimo tutore dell'ordine che ha pubblicato questo screenshot:
    http://www.poliziadistato.it/pds/informatica/alleg...
    Scommetterei qualcosa che l'mp3 della Blige non l'ha pagato... Sorride))
    non+autenticato
  • Se lo ha fatto che succede? Che ti becchi una denuncia per diffamazione...? Probabile e giustificato penso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: striminzo
    > Guardate un po' cosa sta ascoltando
    > l'intelligentissimo tutore dell'ordine che ha
    > pubblicato questo
    > screenshot:
    > http://www.poliziadistato.it/pds/informatica/alleg
    > Scommetterei qualcosa che l'mp3 della Blige non
    > l'ha pagato...
    > Sorride))

    Scusa l'ignoranza: dove si vedrebbe cosa stava ascoltando il sig. Biagio Chiariello quando ha fatto il pdf che hai indicato?
    (certo che se combattono la pedopornografia come scrivono in inglese.... DelusoDeluso )
    Funz
    13032
  • >
    > Scusa l'ignoranza: dove si vedrebbe cosa stava
    > ascoltando il sig. Biagio Chiariello quando ha
    > fatto il pdf che hai
    > indicato?

    Scusa la mia, ma dove trovo il nome Biagio Chiariello? Io non lo vedo ...

    > (certo che se combattono la pedopornografia come
    > scrivono in inglese.... DelusoDeluso
    > )
    Concordo, se fosse inglese: ma è italiano inglesizzato!

    Ciao
    176
  • - Scritto da: Cell
    > >
    > > Scusa l'ignoranza: dove si vedrebbe cosa stava
    > > ascoltando il sig. Biagio Chiariello quando ha
    > > fatto il pdf che hai
    > > indicato?
    >
    > Scusa la mia, ma dove trovo il nome Biagio
    > Chiariello? Io non lo vedo
    > ...

    Apri il pdf e guarda nelle proprietà.
    Continuo però a non capire dove il tipo vede l'mp3, forse voleva mandarci su una pagina oscurata dalla polizia ed invece ha linkato la pagina della polizia stessa ^_^
    Funz
    13032
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)