Le major abbattono anche Intertainer

L'azienda che os˛ ribellarsi al monopolio online dei contenuti dei grandi produttori del cinema chiude la settimana prossima. Con un grave J'accuse

Los Angeles (USA) - Hollywood non ne uscirÓ sconvolta, anzi, dalla storia che pure la coinvolge da vicino, quella della societÓ Intertainer costretta alla chiusura dalle pratiche monopolistiche delle grandi del cinema.

Intertainer ha osato sfidare le major, come si ricorderÓ, affermando che il continuo rialzo dei prezzi dei contenuti da loro prodotti, film in primo luogo per l'uso legale sulla rete, e la poca disponibilitÓ delle stesse imprese a rilasciarli a terzi ha reso impossibile all'azienda di condurre il proprio business. Intertainer sperava di diventare un distributore legale a pagamento di materiali principalmente cinematografici.

Ora, invece, sulla propria home page Intertainer ha pubblicato un epitaffio che suona come un "j'accuse" elettronico verso quei produttori che tendono a monopolizzare il mercato fuori dalla rete e che sperano di conservare anche in Internet la stessa capacitÓ di controllo.
"Come molti sanno - spiega il CEO dell'azienda Jonathan Taplin - il 24 settembre abbiamo denunciato AOL Time Warner, Sony, Universal e Movielink all'autoritÓ antitrust. Il 23 ottobre intendiamo sospendere questo sito fino a quando non potremo trovare un possibile modello di business con gli accusati, che controllano pi¨ del 50 per cento del business cinematografico e pi¨ del 60 per cento di quello musicale".

"Promettiamo di tornare - conclude il CEO - quando vi sarÓ un ambiente nel quale ad un'azienda indipendente come la nostra sarÓ consentito competere in questo settore. La domanda finale, naturalmente, Ŕ se la situazione attuale di una crescente concentrazione mediatica sia produttiva per una democrazia".

La lettera di commiato si conclude con l'appello ai lettori di scrivere la propria opinione al chairman della Federal Communication Commission e al Procuratore Generale degli Stati Uniti.

Intertainer non Ŕ un'azienda da quattro soldi. Basti pensare che a spingere e sponsorizzare le sue attivitÓ sono grandi investitori del cavo, tra cui Intel, Microsoft, Comcast, NBC e persino la stessa Sony.
9 Commenti alla Notizia Le major abbattono anche Intertainer
Ordina
  • d'altra parte in intertainer c'e' (o c'era) anche la microsoft, che fa esattamente come le major discografiche dove puo' (cioe' nel mercato del software) mentre poi quando va male piange e si lamenta che il mercato non e' libero...
    ma ecche...
    (ho persino finito gli insulti, mannaggia!)
    non+autenticato
  • > 'j'accusè

    Forse 'j'accuse'...

    bye, Andrea
    non+autenticato
  • Sistemato, grazie!
    non+autenticato
  • Cosi' tanti hanno pagato un abbonamento a Intertainer!!!!! Clamoroso!!! Con WinMX in giro mi chiedo come si possa pagare un abbonamento.....
    non+autenticato
  • Piu che altro mi chiedo.... quei 147mila che son diventati membri (pagando?)... dove se la sono presa con il sito che chiude?
    non+autenticato
  • Alle major non interessa la diffusione della cultura, ma solo monopolizzare e guadagnare a sproposito anche decine di volte per uno stesso prodotto, e possibilmente di rendita per anni e anni.

    Non gli importa di rendere accessibili a tutti grandi quantità di materiale a prezzi congrui.

    non+autenticato
  • > Alle major non interessa la diffusione della
    > cultura, ma solo monopolizzare e guadagnare
    > a sproposito anche decine di volte per uno
    > stesso prodotto, e possibilmente di rendita
    > per anni e anni.

    Questo e' ingiusto. Parli cosi' perche' no nguardi tutte le promozioni che ci sono (e non le guardi perche' scarichi da Internet....)


    > Non gli importa di rendere accessibili a
    > tutti grandi quantità di materiale a prezzi
    > congrui.

    Gli interessa eccome, ci devono guadagnare sopra! E lo fanno!



    non+autenticato

  • >
    > Questo e' ingiusto. Parli cosi' perche' no
    > nguardi tutte le promozioni che ci sono (e
    > non le guardi perche' scarichi da
    > Internet....)
    >

    Io NON scarico e le promozioni le GUARDO e fanno tutte pieta'. Quali sarebbero ? "La musica che hai sempre sognato" ad un prezzo da favola cioe' 15 euro ?? Certo certo... ci danno i migliori artisti ma i loro PEGGIORI lavori a prezzo ridotto (ma sempre alto), o magari mi accontento di un lavoro di Venditti del 1978 a 10 euro eh? Wow che promozione da urlo! Oppure l'ennesima raccolta di Elvis con brani del 1957 nel cassone delle offerte all'ipermarket, correte correte !

    All'autogrill ho visto un CD di Vasco Rossi degli anni 80 prezzato 20,10 Euro ed un vecchisimo lavoro dei Queen a 20,50. Ho aspettato anni che Spirito dei Litfiba arrivasse ad un prezzo ragionevole ma niente... mentre alcuni loro lavori-ciofeca venivano ribassati... bah! La verita' e che cercano di rifilarci il trito (e magari anche d'annata) con la scusa della promozione. Qualcosa si salva? Forse, ma il meglio non scende mai (o molto lentamente) e intanto devo ingoiarmi le tante storture del business musicale. Qualcuno sa cosa e' il "DISCO TV" ? Beh, vi risulta che la benzina costi di piu' quando viene pubblicizzata in tv? Ovviamente no. Il disco invece si. Vediamo... voglio vendere piu' copie per cui faccio un bel po' di pubblicita' in TV per aumentare i miei guadagni ma... cavolo! E chi me la paga la pubblicita'? Ah, io non tiro fuori una lira davvero, anzi, facciamo cosi', alziamo il prezzo del CD. Mmmmm... pero' il consumatore potrebbe chiedersi perche' costa di piu'... Trovato! Mettiamoci un bel bollino DISCO TV cosi' egli capira', in fondo io la pubblicita' l'ho fatta per lui NO???

    Ma sparatevi...
    non+autenticato

  • > Qualcuno sa cosa e' il
    > "DISCO TV" ? Beh, vi risulta che la benzina
    > costi di piu' quando viene pubblicizzata in
    > tv? Ovviamente no. Il disco invece si.
    > Vediamo... voglio vendere piu' copie per cui
    > faccio un bel po' di pubblicita' in TV per
    > aumentare i miei guadagni ma... cavolo! E
    > chi me la paga la pubblicita'? Ah, io non
    > tiro fuori una lira davvero, anzi, facciamo
    > cosi', alziamo il prezzo del CD. Mmmmm...
    > pero' il consumatore potrebbe chiedersi
    > perche' costa di piu'... Trovato! Mettiamoci
    > un bel bollino DISCO TV cosi' egli capira',
    > in fondo io la pubblicita' l'ho fatta per
    > lui NO???

    Si' infatti ...
    Questa e' una delle cose piu' incredibili: paghi perche' ti rompano le palle con la pubblicita' e te lo dicono pure in faccia !!!
    Solo un imbecille puo' dare soldi per essere danneggiato ed infatti sono anni che non compro un CD.
    non+autenticato