ODF standard in Brasile

L'organismo nazionale degli standard ha completato il processo di formalizzazione

Roma - Nelle scorse ore la versione tradotta e definitiva dello standard ISO/IEC 26300 è stata approvata dall'organismo nazionale degli sandard brasiliano ABNT.

La Asociacao Brasileira de normas tecnicas non aveva fino a questo momento potuto provvedere a formalizzare il celebre standard documentale Open Document Format (ODF) perché le sue specifiche non erano state tradotte ancora in portoghese. Come spiegano i blog locali perché ABNT approvi uno standard è necessario che sia tradotto nella lingua nazionale.

Quanto avvenuto in ABNT segna l'ultimo passo formale per l'adozione definitiva dello standard in Brasile: entro pochi giorni saranno pubblicate le specifiche definitive in brasiliano.
Il Brasile è uno di quei paesi che nelle scorse settimane hanno votato contro la formalizzazione in ISO del formato documentale "rivale" di ODF, Microsoft OOXML, che come sanno i lettori di Punto Informatico ha comunque guadagnato lo status di standard ISO.