Dario Bonacina

Venezia porta Internet sotto l'ombrellone

Dalla prossima estate, in alcuni stabilimenti balneari sarÓ possibile connettersi a Internet in modalitÓ WiFi

Roma - Collegarsi ad Internet dalla spiaggia? Già oggi è possibile, se il notebook o il laptop sono in grado di connettersi ad una rete mobile (con un cellulare o un modem). Farlo da una rete WiFi non è da tutti, ma sarà presto possibile dalle spiagge del Lido di Venezia, grazie alla rete installata dal Comune.

Generalmente, chi trascorre una vacanza in spiaggia (o anche una sola giornata) lo fa per abbronzarsi, rilassarsi, magari per allontanarsi dal logorìo della vita moderna e disintossicare le proprie stanche membra dallo stress della routine quotidiana. Chi sceglierà le spiagge del capoluogo veneto potrà invece scegliere di mantenere i contatti con la rete grazie all'iniziativa, che rientra nell'ambito del progetto Spiagge on line: prevede la realizzazione di una rete WiFi lungo la linea costiera degli stabilimenti balneari che fanno capo a Venezia Spiagge.

Il tutto è parte di un più ampio progetto che prevede, dal 2009, di dare copertura integrale all'intero territorio comunale, offrendo dunque la possibilità di navigare non solo nei canali, ma anche nelle calli e in piazza San Marco.
"Il sistema - ha spiegato il vicesindaco di Venezia, Michele Vianello - è aperto anche a stabilimenti privati e grandi alberghi che lo vogliano attivare, e partirà con la prossima apertura della stagione balneare". L'utente che sottoscriverà un abbonamento allo stabilimento, oltre alle chiavi della capanna riceverà una password per accedere alla rete senza costi aggiuntivi. Ai "bagnanti occasionali", ossia giornalieri, sarà chiesto invece un "canone" di 3 euro.

Dario Bonacina