Navajo ancora senza Internet

Permane lo shutdown dei servizi di connessione per una contesa tra operatore e stato

Roma - La nazione dei Navajo negli Stati Uniti, nel proprio territorio, è ancora senza Internet: la disconnessione dovuta alla cessazione dei servizi satellitari perdura ormai da diversi giorni, e tutto per un problema di contratti, bollette e finanziamenti pubblici.

Il paese dei NavajoIn buona sostanza la Universal Service Administration Co., che gestisce i fondi del programma e-rate, quello realizzato proprio per portare Internet in certe aree, ha sospeso i pagamenti nei confronti della società OnSat, che fornisce la Internet satellitare.

Le ragioni sono da ricercarsi in una denuncia dei Navajo, secondo cui il provider avrebbe richiesto due volte lo stesso pagamento per i servizi offerti: nel corso di una indagine sarebbero anche emersi dubbi su come sono gestiti gli appalti da parte degli stessi Navajo.
Funzionari della tribù hanno spiegato che i servizi rimarranno inattivi probabilmente ancora per un paio di settimane e che nel frattempo si susseguono gli incontri con altri operatori che potrebbero essere in grado di coprire con i propri satelliti le 27mila miglia quadrate della riserva Navajo. OnSat da parte sua si dice pronta a riattivare tutto non appena verrà pagata, dalla Administration o direttamente dagli stessi Navajo.