Xbox fuori dall'Australia?

E' quanto minaccia di fare il boss di Microsoft, Steve Ballmer, in seguito alla sensazionale sentenza con cui tempo fa una corte australiana ha di fatto legittimato i mod-chip

Xbox fuori dall'Australia?Sydney (Australia) - Durante una visita in Australia, l'agguerrito CEO di Microsoft, Steve Ballmer, ha affermato che la sua azienda potrebbe vedersi costretta a ritirare Xbox dal mercato australiano se questo paese non varerà leggi più efficaci contro il cracking delle console.

La dichiarazione, riportata dal Sydney Morning Herald, arriva a due mesi di distanza dalla sentenza, di cui parlò anche Punto Informatico, attraverso cui una corte australiana ha sostanzialmente legittimato l'utilizzo dei cosiddetti mod-chip, quei chippetti che, una volta saldati sulla scheda madre di una console, permettono agli utenti di far girare giochi copiati e dischi d'importazione.

La corte federale australiana, che mise fine ad un contenzioso fra la divisione locale di Sony e un commerciante australiano che vendeva e installava "modifiche" per la PlayStation 2, ritenne che i mod-chip non violano la normativa di legge australiana sul copyright, normativa per certi aspetti simile al famigerato Digital Millennium Copyright Act americano.
Ballmer ha affermato che questa sentenza rischia di minacciare il modello di business scelto da Microsoft per Xbox, modello che prevede la copertura dei costi di produzione dell'hardware attraverso i profitti derivanti dalle royalty sulle licenze dei giochi venduti. Il boss di Microsoft ha concluso affermando che se questa strategia di marketing non potrà più essere perseguita, non avrà più alcun senso continuare a vendere Xbox in Australia.

Nel recente passato Microsoft si è mostrata particolarmente impegnata nel contrastare il cracking di Xbox: proprio all'inizio del mese ha trascinato in tribunale uno dei più grossi distributori di mod-chip d'Oriente, Lik Sang. Prima ancora, il colosso di Redmond aveva modificato alcuni meccanismi di protezione della sua console con l'intento di renderne più difficoltoso il cracking: in poche settimane la comunità hacker e alcuni produttori di mod-chip hanno però annunciato di aver superato con successo anche i nuovi algoritmi di sicurezza.
TAG: mercato
57 Commenti alla Notizia Xbox fuori dall'Australia?
Ordina
  • Leggete maggiori info su xtreme-xbox.net!

    ...d'altronde Ballmer quando parla dice solo vaccate, non crederete mica a quello che dice!

    Pensate che dice persino che Windows è meglio di Linux, questo la dice lunga sulle ball* che raccontaSorride
    non+autenticato
  • Ballamer ha detto una cosa giusta.
    Perchè MS dovrebbe continuare a vendere un prodotto rimettendoci. MS non è una società NO PROFIT ed è giusto che ritiri il prodotto.
    non+autenticato
  • hai ragione... un po come quando ballmer ha minacciato che se i tribunali americani non la smettevano di "perseguitare" microsoft, avrebbero tolto windows dal mercato... non ci sarebbe niente di male, anzi, che facciano pure...
    non+autenticato


  • - Scritto da: qweasdzxc
    > hai ragione... un po come quando ballmer ha
    > minacciato che se i tribunali americani non
    > la smettevano di "perseguitare" microsoft,
    > avrebbero tolto windows dal mercato... non
    > ci sarebbe niente di male, anzi, che
    > facciano pure...


    Esatto ! (E non lo dico con ironia).
    Se per un qualsiasi motivo MS pensa di rimetterci vendendo un prodotto, ritiri quello che vuole. Alla fine il mercato si adatterà al nuovo STATUS QUO (magari nascerà un mercato veramente libero, o magari nascerà un altro monopolista)
    non+autenticato
  • a volte mi domando: a che servono le persone come te oltre che a consumare ossigeno?

    P.S. se ti incontro ti rompo il culo a picconate
    non+autenticato
  • Scusa ma a chi ti riferisci?
    Le cose sono 2... o hai sbagliato persona/post o cerca di motivare le tue idee senza offendere(se ci riesci)


    - Scritto da: FamosoPorcoDi3Lettere
    > a volte mi domando: a che servono le persone
    > come te oltre che a consumare ossigeno?
    >
    > P.S. se ti incontro ti rompo il culo a
    > picconate
    non+autenticato


  • - Scritto da: ginco
    > Scusa ma a chi ti riferisci?
    > Le cose sono 2... o hai sbagliato
    > persona/post o cerca di motivare le tue idee
    > senza offendere(se ci riesci)

    oddio ma allora non sei un troll, pensi davvero quanto hai affermatoTriste vabbe' mi hai depresso...
    non+autenticato
  • Beh la gente comprera` la Playstation o il Game cube. Sarebbe davvero una mossa astuta da parte di M$!!! Che vendano la consolle al prezzo di fabbrica o piu`, invece che sotto costo come fanno per impossessarsi dell'ennesimo monopolio...

    - Scritto da: ginco
    > Ballamer ha detto una cosa giusta.
    > Perchè MS dovrebbe continuare a vendere un
    > prodotto rimettendoci. MS non è una società
    > NO PROFIT ed è giusto che ritiri il
    > prodotto.
    non+autenticato
  • C'è sempre un ma.
    Modificare la nostra amata psx,la nostra playstation2 il nostro dreamcast difatto non fa altro che annullare la garanzia ma è tutto legale.

    Modificare l'x-box no perchè il bios che viene messo su quei bei modchip e il bios della m$ crackato.

    Quindi è un problema di copyright sul bios!!
    Biosogna vedere di usare il bios fatto dai programmatori Linux...quello penso si possa usare tranquillamente.

    Quindi è assolutamente vero quello che avete detto..io la mia ocnsole la prendo a martellate oppure la metto in saloto per bellezza (beh..bellezza...) ma comunque non posso infrangere i copyright.

    i modchip sono e saranno sempre legali finchè non toccheranno copyright.

    MarLaw
    non+autenticato
  • Come ho scritto a qualcuno più in basso fare in mille pezzi la x-box (o la PS2) è perfettamente legale, quello che non si può fare è appropiarsi o usare illegalmente tecnologia proprietaria. Non chiedetemi cosa ci sia di proprietario dentro una x-box, non ne ho idea.

    Il processo è stato perso da SONY poichè i mod-chip della PS1 sbloccano alcune limitazioni dell'hardware ma non violano alcuna tecnologia proprietaria, all'interno dello stesso processo lo stesso imputato è risultato comunque essere colpevole di pirateria. In poche parole puoi montare i mod-chip ma non distribuire software copiato.

    Giusto per dire due parole anche a chi ha scritto a raffica su MS in questo articolo, vi ricordo che l'articolo parla di un commento fatto da MS riguardo una sentenza di un processo fatto partire dalla SONY, eppure io su SONY e la loro politica di vendite non ho letto nessun post negativo, quindi cercate di aprire gli occhi che magari mentre ci difendiamo da MS ci facciamo inc..re da qualcun altro.

    In finale il mio pensiero: viva lo libero scambio nel mercato e nelle idee, non installiamo mod-chip solo per usare software pirata, così siamo noi a rovinare il mercato! Compriamo i prodotti che valgono, ragioniamo di più e boicottiamo chi non ci soddisfa, vedrete che migliorerà la qualità e si abbasseranno i prezzi.

    non+autenticato
  • Fondamentalmente è tutto giusto, io aggiungerei che il problema dei mod-chip insorge non quando il tizio se lo fa installare privatamente ma quando esso viene venduto incorporato alla consolle dallo scaffale del negozio (è quello che faceva lik-sang e quello che fanno l'80% dei negozi italiani).

    Il problema che insorge è legato all'imagine. Tu compri una XBOX craccata che costa 100-150 euro in più di quella normale(il costo della modifica qui nel mio quartiere a roma). Questa consolle è venduta col marchio della MS ma non ha più garanzia (perché manomessa) e non è considerata più sicura (dal produttore, almeno) per il gioco online, in quanto il bios originale della consolle prevede che solo i giochi "originali" abbiano accesso alla rete multiplayer di XBOX (insomma un modo per lasciare gli anti MS al 100% fuori ed evitare imbarazzanti DOS come succede solo a Blizzard ogni volta che rilascia un nuovo gioco su battle.net...).

    Sembrerà strano ma molti "ragazzi di borgata" qui a Roma comprano la consolle al negozio e hanno grossi problemi a capire il funzionamento di un videoregistratore. Sono del tutto disinteressati a capire come la loro consolle riesca a leggere giochi pirata (molti non sanno neanche che non dovrebbe farlo). Per loro basta che "ce posso giocà a fifa2002 e a uinnì ileve comprati dar marocchino".
    In altre parole è un po' come venedere hardware contraffatto. Sarà pure una ps2 o una xbox ma l'hw all'interno non è quello uscito di fabbrica e quindi a livello di immagine le aziende possono correre il rischio di fare figuraccie (specie con gli scadenti modchip per ps2! Le prime versioni impediano alla console alcune delle sue funzioni, come l'uso dei CD PS1, per esempio).
    Se poi l'utente una volta compratala se la fa modificare allora nessuno può dirgli niente (ma non in tutti gli stati, per motivi di sicurezza, è permesso manomettere elettrodomestici o apparati da usare in pubblico o in casa), in questo caso la casa produttrice non corre il rischio di fare imbarazzanti fgure per i limiti dei modchip o per le garanzie che non hanno più valore e i negozianti non corrono il rischio di essere denunciati per contraffazione (cosa perfettamente legittima, dovrebbero licenziare l'HW dai produttori e rilasciarlo sotto un nuovo marchio se vogliono vendere le console già modificate).

    E' un po' come se un lamer prende apache2, cambia delle cose che ne minano l'affidabilità e la funzionalità e lo rivende a scatola chiusa, demandando ai programmatori della versione originale il supporto tecnico... Semmai dai una patch per il codice originale, fornisci la tua versione specificando che è diversa, ma non fai di certo fare figure di merda agli altri!
    non+autenticato
  • come faranno a sopravvivere senza x-box ?
    poverini....
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)