Dario Bonacina

Samsung: un cellulare da controllare a gesti

Il produttore coreano ha depositato un brevetto per una tecnologia che consente di impartire comandi al cellulare. Gesticolando con una mano

Roma - Telefonini a comando vocale? Touch-phone? Presto queste tecnologie potrebbero essere superate dai comandi gestuali. Si tratta della possibilità di comandare le funzioni di un cellulare non digitando un comando sulla tastiera, né scegliendolo dal display touch-screen, e neppure richiamandolo a voce: basterà un gesto della mano. Un'idea che ha avuto Samsung.

L'immagine allegata al brevettoCome segnalato da CellPassion, il produttore coreano ha depositato un brevetto su di una tecnologia con cui un utente viene messo in grado di scegliere ed eseguire alcune funzionalità disponibili sul cellulare attraverso determinati gesti, compiuti di fronte alla fotocamera dell'apparecchio. Come avviene per i comandi vocali, potrebbe essere possibile memorizzare gesti e movimenti che consentiranno di richiamare le funzioni disponibili.

Lo schema, pubblicato assieme al brevetto, spiega comunque come attivare determinate funzionalità con gesti predefiniti: mostrando l'indice si attiva un puntatore sul display, ruotando la mano di 180 gradi (orizzontalmente o verticalmente) permette di girare un oggetto nello stesso verso, e così via.
Evoluzione di una soluzione "accennata" su alcuni nuovi cellulari Sony Ericsson, questa nuova tecnologia di Samsung - per ora limitata alla status di brevetto e non ancora applicata su un telefonino - ha un'utilità ancora tutta da dimostrare e, dal momento che richiede l'impiego di due mani (una per reggere il telefonino e l'altra per gesticolargli di fronte) è fin da subito sconsigliata per l'utilizzo in auto, dove è preferibile utilizzare un apparecchio dotato di controllo vocale.

Dario Bonacina