DownloadMac/ Paparazzi POP3!

Posta web da scaricare su Mail e non solo, un lettore mp3 con strumenti, Paparazzi per il Web e processi mentali

Sistema Operativo:Mac-OSX
Lingua:In italiano
Prezzo:gratuito
Dimensione:222 KB
Click:1.245
Commenti:Leggi | Scrivi
Feed:Xml
downloadScarica dal sito originale
Posta web, ovvero quelle caselle di posta che si lasciano controllare e gestire soltanto attraverso un browser. Una comodità, senza dubbio, ma MacFreePop consente di prelevare e salvare all'interno del proprio client preferito (Mail, ma non solo) tutte le email che arrivano sui vari account di posta web in maniera molto semplice.

Il programma è basato su FreePops, multipiattaforma e gratuito, conosciuto ai più per consentire l'accesso alla posta di Libero.it anche dal proprio client di posta, visto che il noto provider italiano è stato uno dei primi a negare l'accesso via client a chi si connette con provider che non siano Libero.

Ma FreePop, e quindi MacFreePop, fa molto di più visto che si connette e scarica la posta da centinaia di servizi di posta web, Hotmail e GMail compresi (qui la lista di tutti le "poste" compatibili!).

Prima di installare il programma è bene chiarire un semplice concetto: MacFreePop funziona come un piccolo "server" che deve essere attivato per scaricare la posta. Il softwarino, in sostanza, "naviga" virtualmente all'interno delle pagine web contenenti la posta elettronica e ne preleva il contenuto sfornando, sul computer locale, i messaggi confezionati in forma di email, pronti per esser scaricati dal proprio client tradizionale.

Per questo motivo dopo aver installato il programma occorre creare degli account di Mail, ad esempio, in questo modo:

nome utente: miaemail@libero.it
posta in entrata POP3: 127.0.0.1
Porta (impostazioni avanzate): 2000

NB: indicare il nome utente completo, con chiocciola e seguito!

In questo modo, per prelevare la posta web di Libero, o di qualsiasi altro provider compatibile col programma, Mail va ad interrogare il programmino, che utilizzando l'appropriato plug-in finisce per contattare il sito di Libero e provvede a scaricare la posta nel client.

Può sembrar complicato, ma in fondo si tratta soltanto di installare MacFreePop, e lanciare il servizio. Da quel momento in poi la posta web arriva anche in locale, per direttissima.

I tanti plugin inclusi nel programma, riferiti ai vari provider di posta da risucchiare, possono essere aggiornati a mano o automaticamente, controllando il sito di FreePop nel caso di qualche malfunzionamento temporaneo. Se il proprio servizio di posta web non è compreso nel programma di default si può scaricare il plugin relativo a parte, e seguire le istruzioni per l'installazione.

A volte, purtroppo, può capitare che qualche plugin non riesca più a contattare correttamente le pagine con la posta elettronica (per una modifica del design delle pagine, o per altri infiniti motivi). Prima di correre a destra e a manca per il mancato funzionamento del programma è bene controllare la presenza di eventuali aggiornamenti o, in qualche altro caso, pregare forte per il rilascio dei nuovi plugin funzionanti in tempi brevi.

FreePop è un bel pezzo di software, e MacFreePop una sua comoda e ben pensata interfaccia che ne semplifica l'installazione e l'uso: l'iconcina nella barra dei menù e gli automatismi offerti in punta di mouse non devono comunque far dimenticare che il programma garantisce solo lo scaricamento della posta, mentre per tutte le altre operazioni postali è comunque necessario accedere al servizio web, dal browser.

Per inviare la posta da uno degli account "web-MacFreePop" del proprio client, invece, è sufficiente indicare come server d'uscita quello che si usa solitamente (l'SMTP del proprio provider) o qualsiasi altro funzionante del quale si possiedono le credenziali.

"L'autore di MacFreePOPs vorrebbe diventare molto molto ricco in un tempo molto molto breve (senza però commettere illeciti o aprire società offshore)", ci ricorda simpaticamente, e come nel caso di tanti programmi gratuiti una donazione di qualsiasi cifra è sempre la benvenuta, visto che il suo gingillo può anche fa risparmiare.

Hotmail, ad esempio, consente l'accesso (completo)alla posta via client soltanto agli utenti "pro" paganti, mentre con MacFreePop perlomeno diventa possibile lo scaricamento in locale, per leggere e rispondere con tutta calma e senza la necessità di una continua connessione. (FZ)

Programmi simili:

POP3 e dintorni