Microsoft lancia Windows Smartphone

Il colosso di Redmond ha lanciato la nuova versione di Windows CE dedicata ai dispositivi mobili Smartphone. Presentati i primi due modelli che arriveranno a breve sul mercato

Londra - Annunciati per la prima volta quasi tre anni or sono, gli Smartphone di Microsoft sembrano ora pronti per sbarcare sul mercato dei dispositivi mobili. In congiunzione con il rilascio del nuovo sistema operativo Microsoft Windows Powered Smartphone 2002 (WPS), lo scorso martedì le aziende britanniche Orange e Zendo hanno annunciato l'imminente rilascio dei primi due telefoni mobili basati sulla neo piattaforma.

Lo smartphone di Sendo, lo Z100, è un telefono tri-banda che offre supporto a GPRS e Java e adotta uno slot di espansione SecureDigital/MultiMediaCard, una porta USB e una IrDA. Il dispositivo include 32 MB di memoria flash, di cui 10 MB possono essere utilizzati dall'utente per archiviare dati e applicazioni aggiuntivi, e 16 MB di memoria SDRAM. Il display TFT misura 2,2 pollici, ha una risoluzione di 176x220 punti ed è in grado di visualizzare 65.000 colori. La sua autonomia è dichiarata fra le 80 e le 120 ore di stand-by e le 2,5-3 ore in conversazione. Sul mercato inglese lo Z100 verrà venduto ad un prezzo di 199 sterline (circa 315 euro).

Orange SPVLo smartphone di Orange, chiamato SPV (abbreviazione di Sound Pictures Video), è simile, nella configurazione hardware, a quello di Sendo. Venduto in Gran Bretagna al prezzo di 179 sterline (circa 283 euro), questo smartphone includerà una culla USB e avrà, come opzione, una piccola videocamera a innesto. Orange dichiara 100 ore di autonomia in stand-by e 2,5 di conversazione.
Come noto, gli smartphone sono dispositivi a metà strada fra un telefono cellulare tradizionale e un PDA: pur senza penalizzare le caratteristiche tipiche di un telefono mobile, la cui funzione dev'essere primariamente quella di fare e ricevere telefonate, gli smartphone offrono all'utente un'interfaccia grafica a colori attraverso cui è possibile, avvalendosi di versioni "pocket" degli strumenti abitualmente utilizzati su Windows, di spedire e ricevere e-mail e foto digitali, archiviare contatti e appuntamenti, riprodurre file audio e video, navigare sul Web.

Il più grande rivale alla piattaforma Smartphone di Microsoft è rappresentato da Symbian, un'azienda inglese che sviluppa software per dispositivi wireless: in essa hanno investito colossi come Nokia, Motorola, Siemens AG, Samsung e Sony Ericsson. Durante la prima metà dell'anno, sono stati venduti circa 250.000 telefoni mobili equipaggiati con Symbian OS, lo stesso sistema operativo adottato recentemente da Nokia per un prodotto di massa come il telefono-cam 7650.

Come nel mercato dei PDA, dove è presente con la piattaforma Pocket PC, Microsoft può fare leva sulla stretta compatibilità e affinità di WPS con gli applicativi e i formati di Windows: negli smartphone sono infatti incluse le versioni Pocket di Internet Explorer, Outlook, Windows Media Player e MSN Messenger.

Grazie a Mobile Explorer 3 gli smartphone di Microsoft supportano diversi standard del Web, fra cui WAP 2.0 (WML), HTML, cHTML, JScript, XML e XFL.
41 Commenti alla Notizia Microsoft lancia Windows Smartphone
Ordina
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 10 discussioni)