Rossellini: occhio ai film web

La celebre attrice e modella lavora sui nuovi media ma non sa quanto e se pagheranno

Roma - Con un occhio in particolare agli artisti emergenti, Isabella Rossellini si dice preoccupata dal fatto che certe produzioni su Internet possano non trovare i compensi che meritano, a causa anche dell'enorme disponibilità di contenuti online.

l'attriceL'attrice e modella sta presentando una serie di brevi video dal titolo "Green Porno", dedicati alla vita sessuale degli insetti. Clip che saranno distribuite su media come cellulari e player portatili. Se pubblicati online non si coprirebbero le spese. "Non è chiaro come si possa recuperare il denaro speso", ha dichiarato Rossellini parlando di una questione ampiamente dibattuta dentro e fori dalla rete.

Nel suo caso, ha spiegato, la produzione dei video è costata 70mila dollari, 3mila dei quali rappresentano il suo cachet.
"Il mio agente non vorrebbe che io lo dicessi - ha spiegato l'attrice - ma ho molto tempo a disposizione e dei soldi messi via da quando facevo la modella, così posso lavorare con pochi soldi, ho quella possibilità. Ma mi dispiace per chi tenta di tirarci fuori uno stipendio da queste cose, perché il denaro semplicemente non c'è".
4 Commenti alla Notizia Rossellini: occhio ai film web
Ordina
  • Se presi in un giorno di riprese direi proprio di no...
    non+autenticato
  • - Scritto da: systemax
    > Se presi in un giorno di riprese direi proprio di
    > no...

    e chi ha parlato di un giorno?
    non+autenticato
  • Non so nello specifico, ma in genere un giorno di riprese puo' anche rappresentare il "fissare" un lavoro di mesi. Quindi la cifra di per se' puo' essere poca o molta. Sicuramente un'attore di alto livello prende molto di piu'.
    Il problema sollevato e' invece interessante circa la sostenibilita' dell'arte in genere se commercializzata via web. Non sono i 3000 $ della Rossellini, ma, se una produzione abbastanza "low cost" (70000$ sono un budget risicato, in genere) che desta anche parecchia curiosita' non riesce a rientrare nei costi, puo' significare anche che il web non e' lo strumento adatto per lavorare (e non intendo "arricchirsi") e mettere insieme pranzo e cena. O perlomeno non ancora.
  • - Scritto da: figaroleo
    > Non so nello specifico, ma in genere un giorno di
    > riprese puo' anche rappresentare il "fissare" un
    > lavoro di mesi.

    Il Cachet dell'attrice è di 3000$ pari al suo lavoro di 1 giorno. Il lavoro di mesi, invece è costato 70.000$.


    > Quindi la cifra di per se' puo'
    > essere poca o molta. Sicuramente un'attore di
    > alto livello prende molto di piu'.

    E chi dice che lo stipendio attuale degli attori sia quello "giusto"?
    Rispetto ad un metalmeccanico, ad esempio, un attore fa un lavoro per nulla faticoso e quindi *teoricamente* dovrebbe percepire meno. Invece sappiamo tutti che non è cosi per vari motivi che non vado ad analizzare.

    > Il problema sollevato e' invece interessante
    > circa la sostenibilita' dell'arte in genere se
    > commercializzata via web.

    Dipende da come la si faSorride

    > Non sono i 3000 $ della
    > Rossellini, ma, se una produzione abbastanza "low
    > cost" (70000$ sono un budget risicato, in genere)
    > che desta anche parecchia curiosita' non riesce a
    > rientrare nei costi, puo' significare anche che
    > il web non e' lo strumento adatto per lavorare (e
    > non intendo "arricchirsi") e mettere insieme
    > pranzo e cena. O perlomeno non
    > ancora.

    E c'e' gente che con una sola pagina web ha tirato su 1 milione di $.
    Insomma..tutto sta a come farsi pubblicità e come guadagnare via internet.
    Ci sono diversi modi. C'e' chi guadagna 3000$ addirittura tenendo online 2-3 forum.
    Insomma..non generalizziamo troppo.
    Modo per guadagnare su Internet c'e'. Solo che non è possibile applicare vecchi metodi a nuove tecnologie, o perlomeno, non sara' un successo quello che ne verrà fuori.
    non+autenticato