Un altro brevetto per 160 caratteri profumati

In Germania un nuovo brevetto per un messaggino in grado di trasmettere i profumi. Verso un cellulare sempre pių odoroso

Roma - Le tecnologie utilizzate nel mondo della telefonia, fissa e mobile, permettono di vedere e ascoltare persone e cose lontane. Non hanno ancora permesso però, nonostante numerose sperimentazioni, di trasmettere odori e profumi. Ma le cose stanno per cambiare: è in arrivo il PMS, il messaggino profumato.

PMS è la sigla che indica una tecnologia brevettata in Germania dai ricercatori di un istituto di ricerca di Gottingen insieme a conVisual, azienda specializzata in tecnologie di comunicazione via telefonia mobile. Tutto risiede in un chip grande quanto quello di una smart card, che offrirà un centinaio di differenti profumi e possibilità di personalizzazione: "Le persone potranno catturare e inviare il profumo della spiaggia dove sono stati durante le vacanze - dichiara Sandra Wiewiorra della Convisual - il microprocessore è ancora in fase di sviluppo, ma entro due anni sarà sul mercato".

L'azienda, insieme ai ricercatori che hanno brevettato la tecnologia, ha già in corso alcune trattative con alcune compagnie telefoniche per fornire il servizio, che ovviamente sarà fruibile solamente attraverso appositi telefoni cellulari. E chissà se ci sarà la possibilità, per qualche burlone, di fare scherzi "mefitici".
La stessa tecnologia, in seguito, potrà essere utilizzata per applicazioni multimediali, ad esempio per "arricchire" un film o un videogioco gustati sul telefonino. Ed è prevedibile che questa profumata feature possa interessare altri dispositivi di entertainment, come la televisione. Č realistico pensare che, come esiste la possibilità di regolare il volume dell'audio, in futuro magari sarà possibile abbassare o azzerare l'intensità di un profumo, un odore o una puzza.