Dario D'Elia

Ma chi ha detto che il Taser uccide?

Il produttore delle armi elettriche all'assalto: chi sostiene che il Taser sia letale rischia una denuncia per diffamazione. E spiega: non ci sono prove e chi sostiene il contrario č in malafede, anche se č un medico

Roma - Negli Stati Uniti si è acceso di nuovo il dibattito sui Taser, i dispositivi che con una scarica da 50mila Volt assicurano lo stordimento - e a volte qualcosa di più - dei più esagitati. Taser International ha deciso di perseguire legalmente tutti i Medici Legali che sostengono la pericolosità dei suoi gingilli: dal 1999 sono state rilevate 300 morti dubbie, probabilmente causate da scariche elettriche di Taser.

taser"Ci occuperemo di quelle persone che sono responsabili di affermazioni false", ha dichiarato il portavoce dell'azienda Steve Tuttle alla testata AZCentral. "Se tra costoro ci sono Medici Legali, perseguiremo anche loro".

Per Jeff Jentzen, Presidente della National Association of Medical Examiners, si tratta di vera intimidazione. "Rigettiamo il concetto che le persone possano essere denunciate per le loro opinioni mediche", ha sottolineato Jentzen. La settimana scorsa un Giudice dell'Ohio ha ordinato di cancellare il nome della Taser International dai referti medici di tre autopsie. Il parere della Corte - e del produttore di Taser - è che solo specifiche competenze possano consentire una corretta valutazione dei casi di questo genere. Taser International e il Comune di Akron, responsabile dell'acquisto dei dispositivi per la Forza Pubblica, sono riusciti così a sconfessare l'operato dei Medici Legali. Ma la storia non si è ancora conclusa, poiché il responsabile medico Lisa Kohler continua ad essere convinta dell'accuratezza del lavoro della sua squadra: "Non proseguirei con questa causa se non credessi in una sentenza favorevole", ha dichiarato Kohler.
Il colpo di penna del Giudice ha per ora trasformato alcuni casi ritenuti di omicidio in casi di morte "senza motivo" o, meglio, di morte per "excited delirium".
Si tratta di una nuova sindrome che per motivi finora incomprensibili colpisce solo uomini o donne in stato di arresto, rigorosamente in presenza di agenti di polizia. Di solito le crisi portano alla morte inaspettata... "Ci sono molti Medici Legali che sono scettici sull'Excited delirium", ha dichiarato Mark Schlosberg, avvocato della American Civil Liberties Union of Northern California. "Ma questo non è quello che racconta la Taser International... Per loro invece si tratta sempre di Excited delirium".

Negli Stati Uniti i Taser sono utilizzati da più di 12 mila strutture di Polizia, e considerati un'ottima soluzione per facilitare l'arresto dei presunti colpevoli di reato meno collaborativi. Per una grossa parte dell'opinione pubblica l'uso del Taser viene considerato come una soluzione accettabile. Ovviamente sono molti anche quelli che sostengono che si tratti di un dispositivo pericoloso. Comunque è sufficiente dare un'occhiata ai commenti lasciati ad esempio su Slashdot per comprendere i toni del dibattito.

Dario d'Elia
124 Commenti alla Notizia Ma chi ha detto che il Taser uccide?
Ordina
  • si parla di combattere dei criminali con armi giocattolo,taser,non con armi vere,chiamate pistole,ma vi rendete conto che sono criminali le persone ferite dai taser?presto i nostri capi ordineranno alla polizia di difenderci dai criminali con le fionde dei bambini,per non ferirli troppo.sarà che se la maggioranza vota per trattare coi guanti di velluto i criminali,che la maggioranza sia fatta di criminali?ma vi rendete conto?se un ladro entra in casa mia gli devo fare il caffè,se lo picchio lo devo pagare?ma i nostri capi al governo,sono con noi o con loro?
    non+autenticato
  • Taser International, ma vaffanculo!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: www
    > Taser International, ma vaffanculo!!!

    Occhio a che non taserino anche lui
  • Molti medici (e anche altri tipi di laureati) si permettono di scrivere opinioni che hanno un valore legale anche se non hanno la formazione, l'esperienza e le informazioni necessarie a esprimere un parere informato.
    Ovvio che a questo punto, quelli del TASER, dopo anni di affermazioni calunniose (alla Travaglio o per ignoranza) si siano stufati e vadano per tribunali, pur di ottenere la rettifica della realtà.

    Quando un medico scrive che "Il TASER potrebbe essere la causa o la concausa" dovrebbe essere in grado di motivare quell'affermazione con citazioni di articoli scientifici pubblicati su riviste professionali, che siano supportati da dati di fatto e non da opinioni. Se non è in grado di farlo, la sua opinione vale quanto o poco più di quella di un pirla qualsiasi che passa per strada.
  • Quello non consideri è che la medicina è, per sua natura, una scienza statistica e non una scienza esatta come la matematica.
    Un parere medico non si può limitare alla citazione di articoli scientifici basati su studi(la cosiddetta medicina basata sull'evidenza) ma, in mancanza di questi, può fare uso di ragionamenti che, pur mancando di una dimostrazione, possono avere un fondamento teorico.
    Mi spiego meglio: è vero che a tutt'oggi non esistono studi che dimostrino la letalità del Taser, ma è anche vero che non esistono studi seri (e con seri intendo studi che coinvolgano un campione significativo e rappresentativo della popolazione che si va a studiare) che ne dimostrino la totale sicurezza.
    In medicina, tutto ciò che non è dimostrato essere stra-sicuro, va preso con cautela e considerato come "potenzialmente" pericoloso.
    In passato sono stati fatti molti errori di questo tipo, e spesso è stato considerato sicuro qualcosa che sembrava esserlo, ma che poi ha riservato delle sorprese. E le conseguenze a volte sono state terribili, ti cito il Talidomide giusto per dirne una che tutti conoscono, ma ce ne sono state molte altre, ad esempio, lo sai perchè l'aspirina da qualche anno viene controindicata sotto i 12 anni? Perchè si è scoperto che in una certa percentuale di bambini causava la morte, sotto forma della, per molti anni misconosciuta, sindrome di Reye.
    Insomma, di sicuro lo strumento non è da demonizzare a priori, però io ci andrei cauto prima di considerarlo "totalmente innocuo".
  • - Scritto da: painlord2k
    > Molti medici (e anche altri tipi di laureati) si
    > permettono di scrivere opinioni che hanno un
    > valore legale anche se non hanno la formazione,
    > l'esperienza e le informazioni necessarie a
    > esprimere un parere
    > informato.
    > Ovvio che a questo punto, quelli del TASER, dopo
    > anni di affermazioni calunniose (alla Travaglio o
    > per ignoranza) si siano stufati e vadano per
    > tribunali, pur di ottenere la rettifica della
    > realtà.
    >
    > Quando un medico scrive che "Il TASER potrebbe
    > essere la causa o la concausa" dovrebbe essere in
    > grado di motivare quell'affermazione con
    > citazioni di articoli scientifici pubblicati su
    > riviste professionali, che siano supportati da
    > dati di fatto e non da opinioni. Se non è in
    > grado di farlo, la sua opinione vale quanto o
    > poco più di quella di un pirla qualsiasi che
    > passa per
    > strada.

    la stessa cosa che si può dire per te e per le tue opinioni?
    non+autenticato
  • - Scritto da: reloaded

    > la stessa cosa che si può dire per te e per le
    > tue opinioni?

    No, dato che già in passato, su questo sito, in discussioni a proposito del TASER, ho postato i riferimenti a due articoli pubblicati su una rivista scientifica che si occupa di emergenze sanitarie.
    Entrambi gli articoli davano spiegazioni più che convincenti sulla pericolosita reale del TASER (con riferimenti a esperimenti fatti) e spiegavano in cosa consisteva la Sindrome da Morte Improvvisa in Custodia. Un articolo di questi, tra l'altro, pubblicava una tabella usata dalla Polizia di una Contea per valutare il rischio di morte di un fermato e quindi la necessità di far arrivare al più presto personale addetto al soccorso.

    Nessuno ha avuto il coraggio di contestare quegli articoli, probabilmente perché non sanno neanche leggerli o capirli.

    Se hai delle contestazioni da fare, falle, dopo aver letto quegli articoli.

    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=1818366&m=182...
    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=1873867&m=187...

    http://europace.oxfordjournals.org/cgi/content/abs...

    Cercando cercando, poi, ho trovato pure questo:

    http://www.acep.org/publications.aspx?id=24740

    "The average current of the widely used TASER model X26 is 2.1 mAmps. The threshold for ventricular fibrillation is thought to be around 50-100 mAmps. The maximum intensity of a U.S. household current is 240 Amps.1"

    "The incidence of ventricular fibrillation and death in the human population is more controversial. More than 100,000 individuals have been voluntarily subjected to a TASER discharge. No deaths have been reported in this population. However, there is possibly a "healthy worker" bias in that most volunteers are military or law enforcement personnel, and presumably not under the influence of psychotropic medicines, illicit drugs, or alcohol.5"

    A quanto pare, poi, sto "Excited Delirium" lo descrivono già dalla metà del 1800

    http://www.cbc.ca/news/background/tasers/excited-d...

    Quindi se hai critiche da portare, si spera siano critiche scientifiche, basate sui fatti e non sulle pugnette.
  • Facciamo così .... vieni a casa mia e ti taserizzo .... se muori è letale .... senno non lo è ! Filmiamo e lo mettiamo su youtube ok ?

    Tanto non è letale .... di che hai paura ?

    Ah dimenticavo SE SOPRAVVIVI ti dò 15 mila euro per il disturbo !

    Ci stai ?

    marco.marcoaldi@email.it
    non+autenticato
  • Roma, 06/05/2008

    Negli Stati Uniti si è acceso di nuovo il dibattito sulle PISTOLE, i dispositivi che sparano proiettili, di piombo o di gomma, e permettono ai cittadini onesti ed alle forze dell'ordine di difendersi dai più esagitati.

    GUN International ha deciso di perseguire legalmente tutti i Medici Legali che sostengono la pericolosità dei suoi gingilli: dal 1999 sono state rilevate 300 morti dubbie, probabilmente causate dall'imperizia degli utilizzatori.

    GUN International sostiene infatti che i suoi prodotti non sono armi letali, come invece sostenuto da molti (evidentemente solo per ragioni dovute a interessi commerciali o perché trattasi di soggetti malintenzionati e potenzialmente sovversivi), ma semplici strumenti di difesa che debbono però essere usati correttamente, mirando bene ad esempio agli arti o comunque in punti non vitali.

    Il tal modo, sostiene GUN Interational, le PISTOLE permettono di assicurare la sicurezza dei cittadini (contro delinquenti, anarchici, psicopatici e sovversivi di ogni risma) senza dover necessariamente essere strumenti letali.
    non+autenticato
  • La salute pubblica è un optional negli stati uniti.

    In questo paese comandano le multinazionali e gli avvocati.

    La libertà è solo il nome di una statua e nient'altro...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 26 discussioni)