Gaia Bottà

Microsoft-Yahoo, Yang trema. Ci ripensa?

Il CEO di Sunnyvale accusa Microsoft di non essersi aperta alla negoziazione. Mette da parte l'orgoglio e dichiara di voler accogliere eventuali proposte. Ma solo quelle ragionevoli

Roma - "Stavamo intrattenendo delle negoziazioni per trovare un accordo, poi sabato hanno deciso di rinunciare. Hanno avviato il tutto e poi hanno mollato". Sono parole di giustificazione e di accusa del CEO di Yahoo Jerry Yang, a poche ore dall'allontanamento di Microsoft, nel pieno del contraccolpo finanziario che ha vissuto il titolo Yahoo, in questo momento in leggera ripresa a Wall Street.

Jerry YangLa picchiata del titolo verso i valori precedenti all'offerta di Redmond, 19 dollari, sembra essere frenata non tanto dagli azionisti che credono in un roseo futuro per Yahoo, ma da coloro che auspicano ci sia ancora spazio per un accordo: Yang sta forse tentando di riguadagnarsi la loro stima annunciando che lo spazio per la negoziazione è ancora aperto, sta forse tentando di salvare il salvabile.

"Se hanno qualcosa di nuovo da dire, siamo pronti ad ascoltarlo - ha annunciato Yang - sono più che disponibile ad ascoltarlo". L'apparente mitezza di Yang sembra però contrastare con quanto dichiarano i dirigenti Microsoft: Yahoo è stato per mesi un muro di gomma, nessuna controfferta valida e ragionevole è stata fatta dai dirigenti di Sunnyvale. Yahoo si rifiuta però di figurare come autore di una resistenza passiva: "Hanno deciso di rinunciare dopo che noi abbiamo messo un'offerta sul piatto, sono loro ad aver voluto rinunciare - ha ribadito Yang - dal mio punto di vista, siamo del tutto disponibili a vendere a Microsoft. Semplicemente crediamo che Yahoo, da sola o con Microsoft, valga più di quello che loro hanno offerto".
Non è dunque un atteggiamento remissivo quello mostrato dal CEO di Yahoo!, non è un'apertura alla negoziazione, osserva qualcuno, ma una spudorata pretesa. Per Yahoo era imprescindibile da parte di Microsoft un'offerta di 37 dollari ad azione, Microsoft si è dimostrata disposta ad offrirne 33, i più influenti investitori di Yahoo avrebbero venduto senza esitazioni per 34 dollari ad azione.

Sono investitori che Yang dovrà tentare di convincere nel quadro della prossima nomina del consiglio di amministrazione, annunciata per il 3 luglio, contesto nel quale Microsoft aveva minacciato di sovvertire la Board, salvo poi rimangiarsi tutto. Ma potrebbe non essere necessario l'intervento di Microsoft per trasformare il CdA in un campo di battaglia: gli azionisti potrebbero reclamare la testa di Yang, potrebbero organizzarsi per ribaltare la Board e proporre un cambio di fronte. Alcuni analisti dubitano che ciò possa avere luogo: non ci sono offerte concrete in vista che possano giustificare una tale mossa.

Ma Microsoft potrebbe tornare sui propri passi con un'offerta simile a quella già messa sul piatto, o con un'offerta inferiore. Yahoo, se non dovesse dimostrarsi in grado di attenersi ai propri ottimistici piani di sviluppo non potrebbe a quel punto rifiutare di cedere alla proposta di Redmond: troppo pressanti le preoccupazioni degli azionisti, troppo vicino il fiato degli investitori sul collo di Yahoo, decisi nel proseguire con la class action intentata nelle scorse settimane.

Gaia Bottà

(fonte immagine)
26 Commenti alla Notizia Microsoft-Yahoo, Yang trema. Ci ripensa?
Ordina
  • secondo me se la comprano.....eccome se la comprano.....
    non+autenticato
  • Ho letto i post, praticamente tutti contro Yahoo!

    Beh, vorrei postarne uno a favore. E' noto com'e' andata a finire a tutte le aziende che Microsoft ha fagocitato in questi anni. E' quindi realistico che, se MS compra Y!, quest'ultima sara' destinata a sparire, anche se le dichiarazioni del management MS sono di tenore opposto ("Sinergie", "Rispetteremo il nostro nuovo partner", "...").

    L'unica cosa che interessa a MS e' il buco che verra' a crearsi quando Y! sara' fuori dalle scatole. Poi si va a scalare, ce n'e' ancora da fare prima di arrivare a Google.
    Sembra impossibile ORA, ma dopo il decesso di Y! la gente comincera' a veder Google vacillare e MS crescere ancora.

    In quest'ottica e' ovvio che Yang voglia evitare di essere fagocitato. Gia', ma dietro di lui ci sono azionisti (tanti) a cui la cosa non interessa e che fanno un ragionamento piu' semplice: le mie azioni diventano azioni MS, schizzano in alto ed io sono ricco.
    Yang non puo' prescindere dagli azionisti. Si trova quindi in un cul de sac. La sua manovra era comprensibilissima, cosi' come lo e' quella attuale.
    Non puo' scappare, e' costretto a fare quello che vogliono gli azionisti. Un tempo si poteva dire "per il bene dell'azienda", ora e' un concetto superato. Purtroppo
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pkw
    > Ho letto i post, praticamente tutti contro Yahoo!
    >
    > Beh, vorrei postarne uno a favore. E' noto com'e'
    > andata a finire a tutte le aziende che Microsoft
    > ha fagocitato in questi anni. E' quindi
    > realistico che, se MS compra Y!, quest'ultima
    > sara' destinata a sparire, anche se le
    > dichiarazioni del management MS sono di tenore
    > opposto ("Sinergie", "Rispetteremo il nostro
    > nuovo partner",
    > "...").
    >

    Questa è la più grossa acquisizione tentata da MS, una dove il marchio vale probabilmente più della tecnologia che potranno fagocitare. Mi sembra un suicidio economico buttare via il marchio Yahoo!

    > L'unica cosa che interessa a MS e' il buco che
    > verra' a crearsi quando Y! sara' fuori dalle
    > scatole. Poi si va a scalare, ce n'e' ancora da
    > fare prima di arrivare a
    > Google.
    > Sembra impossibile ORA, ma dopo il decesso di Y!
    > la gente comincera' a veder Google vacillare e MS
    > crescere
    > ancora.
    >

    Dubito, per microsoft sarà un successo anche solo riuscire a riunire le due quote di mercato portandosi al 30% dei search

    > In quest'ottica e' ovvio che Yang voglia evitare
    > di essere fagocitato. Gia', ma dietro di lui ci
    > sono azionisti (tanti) a cui la cosa non
    > interessa e che fanno un ragionamento piu'
    > semplice: le mie azioni diventano azioni MS,
    > schizzano in alto ed io sono
    > ricco.

    Le azioni MS sono azioni fin troppo stabili. Non sono quelle azioni dove punti se vuoi fare soldi. Per quello ci sono aziende come google o apple.

    > Yang non puo' prescindere dagli azionisti. Si
    > trova quindi in un cul de sac. La sua manovra era
    > comprensibilissima, cosi' come lo e' quella
    > attuale.
    >
    > Non puo' scappare, e' costretto a fare quello che
    > vogliono gli azionisti. Un tempo si poteva dire
    > "per il bene dell'azienda", ora e' un concetto
    > superato.
    > Purtroppo

    Il bene dell'azienda coincide con il bene degli azionisti per una SPA. Sono loro i proprietari dell'azienda, Yang l'amministra per conto loro e deve fare il loro bene. Non è una questione degli ultimi anni, ma è sempre stato così da quando esistono le società di capitali.
    non+autenticato
  • bhe...addio Yahoo. immagino che ci sarà una fuga in massa nei suoi servizi...
    Sgabbio
    26177
  • Perchè cosa cambiera quando MS la acquisirà? Scompariranno i servizi di Yahoo? O forse i dipendenti di un azienda come Yahoo avranno il posto di lavoro più sicuro? Ms a differenza degli altri come Sun e Yahoo stessa, non hanno mai licenziato nessuno, e questa è la cosa più imkportante per chi ci lavora.
    - Scritto da: Sgabbio
    > bhe...addio Yahoo. immagino che ci sarà una fuga
    > in massa nei suoi
    > servizi...
    non+autenticato
  • Io chiudo la mia mail Yahoo!, che già ora è affogata dallo spam in modo impressionante, se Yang cede. Se M$ mette mano a Yahoo!, addio Y!, e credo che anche Flickr si svuoterebbe, è un ottimo servizio, ma non così ottimo da sopportare la presenza di Redmond. Già faccio fatica a tenere MSN (che infatti uso solo per chi non ha Jabber)...
    non+autenticato
  • - Scritto da: franz1789
    > Io chiudo la mia mail Yahoo!, che già ora è
    > affogata dallo spam in modo impressionante, se
    > Yang cede. Se M$ mette mano a Yahoo!, addio Y!, e
    > credo che anche Flickr si svuoterebbe, è un
    > ottimo servizio, ma non così ottimo da sopportare
    > la presenza di Redmond. Già faccio fatica a
    > tenere MSN (che infatti uso solo per chi non ha
    > Jabber)...

    Questo è il classico atteggiamento pregiudiziale: non si guarda il risultato, si va via per pregiudizio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Bill
    > Perchè cosa cambiera quando MS la acquisirà?
    > Scompariranno i servizi di Yahoo? O forse i
    > dipendenti di un azienda come Yahoo avranno il
    > posto di lavoro più sicuro? Ms a differenza degli
    > altri come Sun e Yahoo stessa, non hanno mai
    > licenziato nessuno, e questa è la cosa più
    > imkportante per chi ci
    > lavora.
    > - Scritto da: Sgabbio
    > > bhe...addio Yahoo. immagino che ci sarà una fuga
    > > in massa nei suoi
    > > servizi...

    Dipende, se i servizi diventassero basati su ActiveX e/o "best viewed" su IE, sarei costretto a chiudere l'account, dato che non uso mai IE per navigare, tranne che per il sito di MS Update.
    non+autenticato
  • Anche adesso si dice "per il bene dell'azienda" solo che l'azienda vista dagli azionisti non è l'azienda vista dai dipendenti.
  • - Scritto da: 0verture
    > Anche adesso si dice "per il bene dell'azienda"
    > solo che l'azienda vista dagli azionisti non è
    > l'azienda vista dai
    > dipendenti.

    Vero, purtroppo per i dipendenti la proprietà è degli azionisti, quindi è scontato che il bene dell'azienda coincide con il bene dei proprietari.
    non+autenticato
  • QUindi suggerisci di comprare Azioni Y adesso che stanno calando?
  • - Scritto da: BlueMond
    > QUindi suggerisci di comprare Azioni Y adesso che
    > stanno
    > calando?

    Bhe, se le azioni stanno scendendo di valore significa che molti le stanno vendendo. Questo è avvenuto perchè gli investitori di Y! (coloro che detengono le azioni), dapprima si sono sfregati le mani, essendo sicuri che in caso di transazione positiva le azioni in loro possesso avrebbo accresciuto il loro valore, ma poi visti i tentennamenti hanno pensato bene di disfarsene in tempo, poichè il rifiuto di Y! non è stato un atto di forza, ma un tentativo maldestro di accrescere il proprio valore, un atto che infonde insicurezza nei confronti dell'azienda e della possibilità di un prossimo venturo crack. Per chi ha coraggio, credo sia il momento di comprare qualche azione di Y! poichè penso che alla fine Yang calerà le braghe, volente o nolente. Visto che hanno cercato di salvarsi la faccia con questa "sparata" di cui parla l'articolo, ora dovranno accettare l'offerta di M$, anche se inferiore alla precedente, altrimenti le loro azioni finiranno sotto i tacchi e magari qualcuno provvederà a rastrellare tutto per un boccon di pane impossessandosi dell'intera azienda. Spero che almeno a questo il bravo Yang arrivi a capirlo, non è poi cosi complesso, sono i fondamentali del gioco in borsa.
    non+autenticato
  • .. che tristezza, ora bill li tirerà ancora più per il collo ah ah
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolini
    > .. che tristezza, ora bill li tirerà ancora più
    > per il collo ah
    > ah

    vero, calare le braghe e svendere tutto sarebbe stato molto più dignitoso
    non+autenticato
  • spero solo che il mio Y! mail non diventi quella merda di hotmail...
    non+autenticato
  • - Scritto da: hotmsail
    > spero solo che il mio Y! mail non diventi quella
    > merda di
    > hotmail...

    Hai ragione, Y! Mail e' superiore. Sarebbe davvero un peccato
    non+autenticato
  • ... cioè quello che dovranno fare adesso? Eh beh concordo!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolini
    > ... cioè quello che dovranno fare adesso? Eh beh
    > concordo!

    questo è ciò che pensi *tu*

    sarà forse per questo che anzichè dirigere Yahoo! o qualcosa che gli assomigli vagamente stai qui a trollare su PI?
    non+autenticato
  • Così imparano a tirare sul prezzo.
    Spero che falliscano.
    non+autenticato
  • Sei un azionista?
    non+autenticato
  • > Come da oggetto Sorride
    L'unica differenza è che qui gli azionisti (NOI) pagheremo, pagheremo, pagheremo...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)