Qt 4.4 stende un ponte tra Linux e Windows Mobile

La nuova versione del famoso toolkit open source Qt introduce per la prima volta il supporto a Windows CE e Mobile, consentendo così agli sviluppatori di far girare le applicazioni scritte per Linux embedded anche sui device Windows-based

Oslo - La piccola società norvegese Trolltech, in fase di acquisizione da parte di Nokia, ha annunciato il rilascio ufficiale di Qt 4.4, l'aggiornamento ad uno dei più maturi framework open source per lo sviluppo di applicazioni multipiattaforma.

Nato su Linux, e in seguito portato su Java, Mac OS X e Windows, Qt è ora in grado di supportare anche la piattaforma embedded di Microsoft, Windows CE, e la famiglia di sistemi operativi Windows Mobile.

Così come Qt 4.0 ha introdotto la possibilità, per gli sviluppatori, di compilare programmi in grado di girare sui principali sistemi operativi desktop, Qt 4.4 estende tale vantaggio al mondo mobile: un programma sviluppato per un cellulare Linux-based può ora girare, senza alcuna modifica al codice, anche su uno smartphone o un PDA con Windows Mobile.
Espen Riskedal, team lead di Trolltech per Qt for Windows CE, ha pubblicato sul proprio blog un video che mostra come gli stessi programmi Qt girino sia su uno smartphone Touch Cruise di HTC, basato su Windows Mobile, sia su uno smartphone Neo 1973, basato invece su Linux.

"Questa demo è stata originariamente sviluppata e compilata per Linux embedded. Tutto ciò che abbiamo dovuto fare per farlo girare su Windows CE e Mobile è stato aggiungere pochi parametri al file di scripting del demo", ha affermato Riskedal. "Inutile dire che queste stesse demo girano anche sulle nostre piattaforme desktop".

Lo sviluppatore ha fatto poi notare come i dispositivi utilizzati per la dimostrazione utilizzano display con risoluzioni native differenti: QVGA per il Touch Cruise e VGA per il Neo1973. "L'ambiente Qt è in grado di riadattare automaticamente il contenuto grafico di un'applicazione alla risoluzione del dispositivo su cui questa sta girando", ha spiegato Riskedal.



Le altre importanti novità introdotte da Qt 4.4 consistono nella preannunciata inclusione del motore di rendering open source WebKit, lo stesso alla base del browser Safari di Apple, e nell'aggiunta del framework multimediale Phonon, sviluppato da Trolltech in stretta collaborazione con la comunità KDE.

Trolltech afferma che l'integrazione in Qt 4.4 di WebKit permette agli operatori di telefonia mobile ed ai produttori di telefoni cellulari di inglobare le tecnologie e i servizi del Web 2.0 all'interno delle applicazioni mobili. L'azienda sostiene che gli utenti potranno far girare su Qt applicazioni come Google Earth e iTunes in modo praticamente indistinguibile da quelle offline.

WebKit, implementato in Qt per mezzo del widget QWebView, permetterà inoltre agli sviluppatori una più semplice integrazione fra contenuti live e applicazioni desktop, e fornirà loro la possibilità di utilizzare le tecnologie del web per realizzare le interfacce utente delle proprie applicazioni.

Phonon è un layer di astrazione, alla base di KDE 4, che promette di semplificare la creazione di applicazioni multimediali capaci di girare su tutte le piattaforme supportate da Qt. Trolltech afferma di aver ottimizzato Phonon per le tecnologie multimediali native di ciascuna piattaforma, come QuickTime in Mac OS X, DirectShow in Windows e GStreamer in Linux: ciò dovrebbe garantire un significativo incremento di performance nella riproduzione di contenuti audio e video.

Tra le altre novità di Qt 4.4 si citano poi l'aggiunta di Qt Concurrency, una libreria pensata per semplificare lo sviluppo di applicazioni multi-threaded; un migliorato supporto a XML, reso possibile grazie all'implementazione dello standard XQuery; e il supporto al rendering dei widget all'interno del canvas Graphics View.

Come tradizione, Qt 4.4 segue due diversi modelli di licensing: uno adatto agli sviluppatori di applicazioni open source, che possono scegliere fra la licenza GPL2 e quella GPL3, ed uno dedicato a chi sviluppa invece applicazioni proprietarie.

La 4.4 sarà l'ultima versione delle Qt a vedere la luce prima dell'acquisizione di Trolltech da parte di Nokia. La transazione, del valore di 150 milioni di dollari, dovrebbe concludersi entro poche settimane. Il colosso finlandese dei telefoni cellulari ha già annunciato l'intenzione di portare Qt all'interno delle proprie piattaforme mobili, quella open source Maemo (alla base degli Internet Tablet di Nokia) e quella proprietaria S60.
41 Commenti alla Notizia Qt 4.4 stende un ponte tra Linux e Windows Mobile
Ordina
  • "Nato su Linux, e in seguito portato su Java, Mac OS X e Windows, Qt è ora in grado di supportare anche la piattaforma embedded di Microsoft, Windows CE, e la famiglia di sistemi operativi Windows Mobile."

    Direi che java dovrebbe essere tolto dall'elenco, mica è un sistema operativo!
    non+autenticato
  • - Scritto da: daniele_dll
    > "Nato su Linux, e in seguito portato su Java, Mac
    > OS X e Windows, Qt è ora in grado di supportare
    > anche la piattaforma embedded di Microsoft,
    > Windows CE, e la famiglia di sistemi operativi
    > Windows
    > Mobile."
    >
    > Direi che java dovrebbe essere tolto dall'elenco,
    > mica è un sistema
    > operativo!

    Non è un SO, ma è pur sempre una piattaforma verso cui Qt è stato portato Occhiolino
  • La redazione non intendeva Java come OS, bensì voleva dire che le librerie del framework Qt sono utilizzabili anche tramite Java, cosa che nelle vecchie versioni non era possibile. Infatti solo negli ultimi tempi sono state fatte modifiche per usare le Qt non solo da C++, ma anche da Python e Java.

    Saluti, P. FrancescoOcchiolino
    non+autenticato
  • dai su trollo un po' io come non potrei dire "gnome deve morire assieme alle sue gtk" etc etc linux vs windows mi annoia molto meglio una faida in casa kde vs gnome ^^
    non+autenticato
  • Ormai non ha più senso programmare su framework mono-piattaforma come .NET.

    Con librerie come le QT ma anche GTK+, portate e disponibili su ogni device esistente sulla faccia della terra, usare ambienti che girano solo su Micro$oft sono un suicidio commerciale.

    Le aziende che iniziano ad usare questi tool si ritrovano una versatilità senza eguali, con la possibilità di uscire con prodotti per ogni sistema operativo e device con pochissimo lavoro di adattamento.
    non+autenticato
  • > Le aziende che iniziano ad usare questi tool si
    > ritrovano una versatilità senza eguali, con la
    > possibilità di uscire con prodotti per ogni
    > sistema operativo e device con pochissimo lavoro
    > di
    > adattamento.

    Gia'...e mi chiedo cosa faranno quelli con il codice
    impantanato nei framework MS-only. Temo che i piu'
    ottusi continueranno a far finta che esista solo MS,
    e lo temo perche' uno di questi potrebbe essere il mio
    capo... A bocca apertaSorride DelusoTriste In lacrime
    non+autenticato
  • - Scritto da: bi biiii
    > Gia'...e mi chiedo cosa faranno quelli con il
    > codice
    > impantanato nei framework MS-only. Temo che i piu'
    > ottusi continueranno a far finta che esista solo
    > MS,
    > e lo temo perche' uno di questi potrebbe essere
    > il
    > mio
    > capo... A bocca apertaSorride DelusoTriste In lacrime

    Puoi indicarmi quali sarebbero questi framework msonly a cui fai riferimento e magari alternative dello STESSO LIVELLO open?
    Qualcosa di reale, non prototipi di linguaggi/framework usciti ieri notte.
    non+autenticato
  • bè.... una alternativa è proprio il contenuto dell'articolo.. e non mi pare sia uscita ieri notte Occhiolino))(PS: la uso da un pezzo, e devo dire che effettivamente per farla girare su sistemi diversi scrivendo un buon project file il 99.9% delle volte basta semplicemente ricompilare, questo perchè hai già tutte le librerie che ti servono incluse..)
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 08 maggio 2008 12.49
    -----------------------------------------------------------
  • In realtà era solo una provocazione per chi aveva scritto il post precedente.
    Era chiaro che la sua conclusione voleva essere "siete fessi perchè utilizzate .net".
    Molta gente, oltre a non riconoscere che .net e relativi ambienti di sviluppo sono una delle cose migliori che ha fatto microsoft (o esagerando forse in circolazione attualmente), non è neanche in grado di capire che per molto tempo .net non è stata una alternativa ma l'unica scelta.
    non+autenticato
  • bè.. adesso non mi ricordo da quando c'è il .NET, però le Qt non sono antecedenti??

    Mi ricordo da quando sono passato dal Borland 6 che utilizzavo insieme ai miei "mentori" al KDevelop... mi son venuti in mente i programmatori COBOL...
  • - Scritto da: sylvaticus
    > bè.. adesso non mi ricordo da quando c'è il .NET,
    > però le Qt non sono
    > antecedenti??

    Sinceramente non saprei risponderti. Probabilmente lo sono.

    > Mi ricordo da quando sono passato dal Borland 6
    > che utilizzavo insieme ai miei "mentori" al
    > KDevelop... mi son venuti in mente i
    > programmatori
    > COBOL...

    Che pensi di mono?
    Io la trovo un'alternativa valida a .net (e non solo) anche se temo per il suo futuro...
    non+autenticato
  • gtk su ogni device esistente? sarei curioso di vedere la reattività di una applicazione gtk su un dispositivo mobile...
    sono d'accordissimo con voi che java, gtk, qt sono sicuramente molto più portabili di .net, purtroppo tutti sanno che le Windows.Forms funzionano come si deve solo su Windows... alla faccia della portabilità... d'altra parte alle aziende cosa può fregare di sviluppare applicazioni con gtk o qt, solo per raggiungere quella fettina di mercato linux, col risultato che sono più lente per la maggioranza degli utenti che usano windows, e che comportano costi di sviluppo maggiori per le aziende?
    non+autenticato
  • - Scritto da: bill
    > gtk su ogni device esistente? sarei curioso di
    > vedere la reattività di una applicazione gtk su
    > un dispositivo mobile...

    Direi piuttosto alta, vista anche la risoluzione dello schermo che deve controllare.

    > sono d'accordissimo con voi che java, gtk, qt
    > sono sicuramente molto più portabili di .net,
    > purtroppo tutti sanno che le Windows.Forms
    > funzionano come si deve solo su Windows... alla
    > faccia della portabilità... d'altra parte alle
    > aziende cosa può fregare di sviluppare
    > applicazioni con gtk o qt, solo per raggiungere
    > quella fettina di mercato linux, col risultato
    > che sono più lente per la maggioranza degli
    > utenti che usano windows,

    Perche' mai dovrebbero essere piu' lente ? Rotola dal ridereRotola dal ridere

    > e che comportano costi
    > di sviluppo maggiori per le aziende?

    Si chiamano investimenti.
    krane
    22544
  • Gli investimenti si chiamano in questo modo perchè ci si aspetta un ritorno economico, altrimenti sono solo soldi gettati nel cesso!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gauss
    > Gli investimenti si chiamano in questo modo
    > perchè ci si aspetta un ritorno economico,
    > altrimenti sono solo soldi gettati nel
    > cesso!

    Appunto...
    krane
    22544
  • tutte le piccole societa' che producono software open source stanno cadendo una ad una,come foglie secche. E naturalmente le licenze gpl che usavano si trasformano in licenze chiuse. in questo modo il software open source ben presto sara' solamente un bel ricordo.
  • Hai capito tutto dell'articolo...che troll
    non+autenticato
  • guarda che io ho detto quelle cose con l'amaro in bocca,a me piace molto linux e l'open source,solo che ho notato che sta succedendo quello che ho paventato. E se non fosse cosi',ti pregherei di smentirmi.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 08 maggio 2008 08.30
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: marietto2008
    > guarda che io ho detto quelle cose con l'amaro in
    > bocca,a me piace molto linux e l'open source,solo
    > che ho notato che sta succedendo quello che ho
    > paventato. E se non fosse cosi',ti pregherei di
    > smentirmi.

    Smentisco: non hai capito niente.
    La licenza e' piu' libera adesso di quando le QT sono nate, quindi direi che hai capito al contrario e la tua previsione non vale i bit su cui e' scritta poiche' sta avvenendo esattamente il contrario.
    krane
    22544
  • l'ignoranza la fa da padrona ... le librerie trolltech (sara' il nome che richiama l'intervento dei troll?) nascono senza licenza GPL quando vengono usate per la prima volta in KDE 1, successivamente grazie al successo di KDE e alle pressanti richieste di sviluppatori ed utenti e' stata aggiunta la licenza GNU, semmai la tendenza e' contraria a quello che dici, se alla trolltech e quindi da ora alla nokia decidessero di rinunciare a sviluppare con licenza libera vi sarebbe un fork che come sempre porterebbee alla fine per mancanza di supporto della versione closed,
    basta guardare a cosa e' accaduo ad X11 quando si e' provato a cambiare la licenza (e neanche closed era) si e' avuto i lfork ed ora e' X.org il riferimento per tutti gli sviluppatori ..davvero credi che alla nokia son cosi' scemi?Sorride

    ora possono fottersene se ha succeso il loro symbian, winCE o linux ,le applicazioni QT gireranno comunque su ogni cellulare ...alla fine quando a costo "zero" potranno portare tutti gli applicativi maderanno a cacare M$ e compagnia bella, sempre che non decida di regalare winceSorride
    non+autenticato
  • Tu si che capisci le cose come stanno...
    Peccato le Qt fossero inizialmente un framework proprietario, diventato poi gpl, e che da sempre ha un dual licensing, GPL e proprietaria, nel caso si voglia sviluppare applicazioni chiuse.
    non+autenticato
  • sono contento che le cose non stiano come avevo ipotizzato,ma avrei gradito che non mi avreste fatto pesare cosi' tanto la mia ignoranza sull'argomento. usare dei toni piu' gentili per chiarirmi la situazione non sarebbe stata una cattiva idea.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 08 maggio 2008 12.37
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: marietto2008
    > sono contento che le cose non stiano come avevo
    > ipotizzato, ma avrei gradito che non mi avreste
    > fatto pesare cosi' tanto la mia ignoranza
    > sull'argomento. usare dei toni piu' gentili per
    > chiarirmi la situazione non sarebbe stata una
    > cattiva idea.

    Cosi' impari a controllare prima di scrivere caZVolate in un luogo pubblico, che poi la gente le legge e magare ci crede pure.

    Sempre che non fossi in malafede naturalmente.
    krane
    22544
  • - Scritto da: marietto2008
    > sono contento che le cose non stiano come avevo
    > ipotizzato,ma avrei gradito che non mi avreste
    > fatto pesare cosi' tanto la mia ignoranza
    > sull'argomento. usare dei toni piu' gentili per
    > chiarirmi la situazione non sarebbe stata una
    > cattiva
    > idea.

    facci il callo
    qui è così
    se fai fallo
    devi soffrir

    Sorpresa
  • Onestamente non vedo questa ecatombe che dipingi..
    Di licenze passate da libere a chiuse non in tempi recenti non me ne viene in mente nemmeno una..
    Inoltre come gia' riportato trolltech ha originariamente una licenza proprietaria e successivamente convertita in gpl.
    Senza contare che poi quanto pubblicato gpl resta gpl..

    Se nel tuo post fai riferimento a quanto accaduto a mysql .. be anche li' è stato rilasciato solamente un modulo in licenza non libera (cosa possibilissima e piu' che lecita)

    A me la situazione sembra piuttosto il contrario di quella che tu prospetti.. le grandi aziende iniziano a valutare in modo positivo il software libero acquisendo i piccoli che hanno sviluppato qualcosa di decente e finanziando per gli anni a venire i progetti delle stesse..
    Senza sun non avremmo avuto openoffice, senza SuSE e RH (entrambe ora o in passato sviluppavano distro a pagamento -anche se rilasciate in gran parte sotto licenza open ad eccezione di qualche tool) non avremmo tanti driver che oggi portano linux ad essere la seconda piattaforma per compatibilità hardware dopo windows..
    Inoltre... la compravendita di società nel mondo enterprise è cosa di tutti i giorni.. non capisco proprio perchè gridare sempre allo scandalo quando viene acquisita una società che opera nel circuito open..

    A volte mi fate pensare che vi piace soltanto "fare tanto rumore per nulla" per il gusto dell'allarmismo e del catastrofismo.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 08 maggio 2008 09.57
    -----------------------------------------------------------
  • E da notare, e questo naturalmente PI l'ha fatto passare sotto silenzio, che mysql è tornata sui suoi passi
    http://blogs.mysql.com/kaj/2008/05/06/mysql-server.../
    E anzi hanno dichiarato che tutti i componenti aggiuntivi verrano rilasciati opensource

        * MySQL Server is and will always remain fully functional and open source,
        * so will the MySQL Connectors, and
        * so will the main storage engines we ship.

    In addition:

        * MySQL 6.0’s pending backup functionality will be open source,
        * the MyISAM driver for MySQL Backup will be open source, and
        * the encryption and compression backup features will be open source,

    where the last item is a change of direction from what we were considering before.
    non+autenticato