Gaia Bottà

20 km all'ora ad energia equina

Il cavallo non traina questa carrozza paradossale: la spinge alimentando un sistema di ingranaggi

Roma - Una pedana e degli ingranaggi, sei ruote di motocicletta, una batteria da alimentare e due posti a sedere. Un cavallo a muovere Naturmobil, una carrozza paradossale, inventata dall'iraniano Abdolhadi Mirhejazi ed esposta a Ginevra al Salon International des Inventions.

NaturmobilÈ l'equino a fornire l'energia necessaria a sospingere il veicolo, 300 kg di peso, autista escluso: si muove sulla pedana, innesca il sistema di ingranaggi che, oltre a far girare le ruote, carica una batteria che si sostituisce all'animale nei momenti di stanchezza e alimenta luci e schermi LCD che ospitano comunicati pubblicitari.

Il cavallo non è in alcun modo sfruttato o messo in pericolo: alloggia in un box esterno nel retro del veicolo, può nutrirsi ed abbeverarsi, ci sono dei sensori a monitorare battito cardiaco e temperatura corporea, e un sistema di allerta arresta la pedana quando avverte l'affaticamento dell'animale. Naturmobil può raggiungere i 20 chilometri orari, ma è ancora alla ricerca di uno scopo: il suo inventore promette 100mila dollari e parte dei profitti ricavati dalla commercializzazione a chi saprà proporre delle killer application per il mezzo.
Nel frattempo Mirhejazi sta portando Naturmobil in giro per il mondo: la esporrà a Pittsburg, in California, nella speranza di catalizzare l'interesse di qualche investitore che possa finanziarlo nel suo prossimo progetto. (G.B.)
37 Commenti alla Notizia 20 km all'ora ad energia equina
Ordina
  • Un tapis roulant brevettato negli USA nel 1850 circa, era stato costruito per ricavare energia da cani, cavalli, mucche, animali in genere.
    Veniva , ma un sistema analogo viene ancora usato nelle comunità AMISH ( credo si scriva così ) per lo stesso scopo.
    Tanto per inquadrare il problema un cavallo militare veniva alimentato quotidianamente con circa 10 Kg. di avena e 3-4 di fieno ( valore circa 4€ )
    ed era in grado di percorrere affardellato 40- 50 km.
    L'andatura meno dispendiosa di energia era il galoppo alla velocità di circa 25 Km. all'ora mantenuta ininterrottamente per 30-40 Km.
    In caso di necessità dopo un intervallo al passo di 10-15 Km. poteva ripartire.
    non+autenticato
  • Ma forse perchè una certa esperienza del settore in tanti anni di attività me la sono fatta, ritengo questa idea interessante.
    Analogamente a quello che succede se dotiamo l'uomo di una bicicletta, un cavallo con un attrezzo simile a quello rappresentato, secondo me arrivare a velocità di 100 120 Km. dovrebbe essere alla portata.
    Considerando poi che un ciclista può percorrere abbastanza facilmente 100 km al giorno, un cavallo dovrebbe avere autonomia da 200 a 400 km.senza grossi problemi.
    Per avere queste prestazioni l'energia richiesta (alimentazione ) dall'animale cavallo potrebbe aggirarsi intorno a 5-7 € quotidiani.
    Consideriamo in oltre che quando una autovettura è ferma non consuma mentre il cavallo ha bisogno di alimentarsi tutti i giorni, l'energia prodotta potrebbe essere immessa come si fa con i pannelli fotovoltaici sulla rete elettrica.
    Tanto per spiegarmi, un cavallo può fare con le sue gambe oltre 100 Km
    al giorno, di cui la più parte di corsa, e produrre più energia di quella fornita dai pannelli fotovoltaici abitualmente installati si tetti delle abitazioni ( 3 Kw )
    Questa energia la può dare tutti i giorni con sole e senza sole, con vento e senza vento ( dovremo comunque pensare di dargli anche il oppure i giorni di riposo, le ferie , ecc. ecc. )
    Adesso amici avete materiale per far lavorare il cervello, saluti luciano
    non+autenticato
  • ah poi raggiunge i mirabolanti 20 km/h.. va' proprio a scorreggia!! Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • Ma le due cabine, quella dei passeggeri e quella dove sta il cavallo sono ermeticamente sigillate?

    No perché se mangia e si abbevera l'animale avrà da fare anche le sue cosine, e se soffre pure di meteorismo come un cavallo di un mio zio, spara pure certe "bombe"...Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Ma le due cabine, quella dei passeggeri e quella
    > dove sta il cavallo sono ermeticamente
    > sigillate?
    >
    > No perché se mangia e si abbevera l'animale avrà
    > da fare anche le sue cosine, e se soffre pure di
    > meteorismo come un cavallo di un mio zio, spara
    > pure certe "bombe"...
    >Sorride

    La versione 2.0 conterrà oltre al resto un motorino a metano per sfruttare adeguatamente queste... ehm, emissioni gassose combustibili!
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Ma le due cabine, quella dei passeggeri e quella
    > dove sta il cavallo sono ermeticamente
    > sigillate?
    >
    > No perché se mangia e si abbevera l'animale avrà
    > da fare anche le sue cosine, e se soffre pure di
    > meteorismo come un cavallo di un mio zio, spara
    > pure certe "bombe"...
    >Sorride

    Così imparano quegli idioti che non tengono la distanza di sicurezza per strada! A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > Ma le due cabine, quella dei passeggeri e quella
    > dove sta il cavallo sono ermeticamente
    > sigillate?
    >
    > No perché se mangia e si abbevera l'animale avrà
    > da fare anche le sue cosine, e se soffre pure di
    > meteorismo come un cavallo di un mio zio, spara
    > pure certe "bombe"...
    >Sorride

    E come la mettiamo coi Francesi, che hanno sempre la cicca in bocca? Parigi diventerà più pericolosa di Bagdad, Beirut e Kabul! A bocca aperta
    non+autenticato
  • Molto meglio per l'ambiente cavalcare il cavallo e basta,
    senza schermi, batterie, carrozzerie, ecc...
  • se ho ben capito e' un po' come "bufferizzare" l'energia del cavallo: lui cammina finche'non si stanca, ma il mezzo continua a viaggiare grazie all'energia accumulata...

    mi sembra piu' un veicolo pubblicitario che non un'applicazione concreta comunque...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ciko
    > se ho ben capito e' un po' come "bufferizzare"
    > l'energia del cavallo: lui cammina finche'non si
    > stanca, ma il mezzo continua a viaggiare grazie
    > all'energia
    > accumulata...
    >
    > mi sembra piu' un veicolo pubblicitario che non
    > un'applicazione concreta
    > comunque...

    E poi, per fare un veicolo veramente efficiente, bisognerebbe con apposita sonda recuperare anche le flatulenze del cavallo, con due grandi vantaggi ecologici, uno anche economico: il cavallo produce energia anche mentre riposa e inoltre aggrava di meno l'effetto serra. Idea!AngiolettoA bocca aperta Addirittura si potrebbe nutrire il cavallo con abbondanza di fagioli, cavoli, cipolle e micidiali caramelle al maltitolo e sfruttare esclusivamente i biogas, senza bisogno di affaticare il cavallo! Idea!Idea!Idea!GeekFantasmaAngiolettoCon la lingua fuoriA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Bastard Inside
    Z Addirittura si potrebbe nutrire il cavallo
    > con abbondanza di fagioli, cavoli, cipolle e
    > micidiali caramelle al maltitolo e sfruttare
    > esclusivamente i biogas, senza bisogno di
    > affaticare il cavallo!

    Ancora meglio, si protrebbe nutrire l'autista con abbondanza di fagioli, cavoli, cipolle e micidiali caramelle al maltitolo e sfruttarne il biogas, senza bisogno di usare un cavallo!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)